IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

mercoledì 19 ottobre 2016

Sveglia, amici cari: se vince il no vince semplicemente la Costituzione nata dalla Resistenza. Punto. Stop. Il referendum viene fatto su questa e sul suo strapazzamento. Su nient’altro.

Tratto da:  http://www.nandodallachiesa.it/2016/10/19/tutti-in-america-le-figurine-di-renzi-e-la-casta-che-martella/
Tutti in America. Le figurine di Renzi e la casta che martella
Dunque ha parlato anche Obama, a caccia dei voti italiani per i democratici americani. Oste, campagna elettorale per tutti…Il nostro capo del governo, come non avrebbe osato nemmeno Veltroni che ne intendeva, se ne è andato in America con l’album delle (belle) figurine. Benigni (malinconica parabola di uno spirito libero, e proprio in sfregio alla “sua” Costituzione…), Cantone, la sindaco di Lampedusa, la campionessa paraolimpica…Con i telegiornali che martellano, e le trasmissioni che martellano, e la casta che martella, vogliosa di sembrare meno casta solo perché qualche epigono di quella passata le si mette di traverso…Uno spettacolo penoso, intriso di prepotenza e di tappetinismo. Parola che viene da tappetino, per indicare i piccoli tappeti che si stendono davanti alla volontà del potente. Ci saranno pure quelli che dicono sempre di no, non discuto; ma ce ne sono molti di più che dicono sempre di sì, e vorrebbero pure passare per rivoluzionari o riformisti. Chi comanda a Palazzo sa che può contare sempre su di loro, nei secoli fedeli (a chi c’è).

In realtà la sceneggiata a cui stiamo assistendo parla di politica e di psicanalisi, di psicologia collettiva e di antropologia culturale. Con quel ritornello ormai pavloviano che vorrebbe pure travestirsi da saggezza: se no vince Salvini, se no vincono i grillini… Ma che ricche motivazioni… Sveglia, amici cari: se vince il no vince semplicemente la Costituzione nata dalla Resistenza. Punto. Stop. Il referendum viene fatto su questa e sul suo strapazzamento. Su nient’altro. E in ogni caso, come si è visto alle ultime elezioni, se crescono i grillini (che non sono dei delinquenti…) è proprio perché si continua a dire che bisogna tacere su tutto altrimenti vincono i grillini. Che acute strategie….
Intanto qualcuno salvi i trasporti pubblici a Milano, per favore. Quelli di superficie, intendo. Alcune linee, che non hanno nulla a che fare con i lavori della metropolitana, sono diventate un terno al lotto. Fatele funzionare. E mica perché se no vincono i grillini, ma perché è un diritto dei cittadini…

Nessun commento: