IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

domenica 31 gennaio 2010

Cerca le differenze

Puglia: si fanno le primarie di coalizione e gli elettori, compresi quelli del PD, scelgono il candidato per vincere le prossime elezioni regionali. Viene scelto Nichi Vendola.


Lombardia: NON si fanno le primarie di coalizione ed alcuni dirigenti PD, senza sentire neppure i propri elettori, scelgono come candidato per le prossime elezioni regionali Filippo Penati

sabato 30 gennaio 2010

Dispersione delle ceneri

Tratto da: http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?IDmsezione=10&IDalbum=23798&tipo=VIDEO

Le ceneri di Mahatma Ghandi sono state disperse oggi in mare nel porto di Durban, in Sudafrica, 62 anni dopo il suo omicidio. Il pacifista indiano, apostolo della non violenza, fu assassinato il 30 gennaio del 1948 a Nuova Delhi, da un fanatico indù mentre si recava in giardino per la consueta preghiera pomeridiana. Dopo la sua morte Ghandi fu cremato e le sue ceneri custoditi in urne inviate in diverse parti del mondo affinché venissero disperse in cerimonie simili a quella di oggi. Al rito di commemorazione di questa mattina hanno assistito diverse persone che hanno affidato al mare candele galleggianti.

venerdì 29 gennaio 2010

Corso di formazione con Nando dalla Chiesa

Tratto da: http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=content&task=view&id=1273

La mafia in Lombardia. Grande corso di formazione popolare!!!
Scritto da Nando dalla Chiesa - Sunday 24 January 2010

Attenzione battaglione, questa è proprio un’occasione. State bene a sentire: dal 2 febbraio sera, ogni martedì alle 21, si terrà allo Spazio Melampo (via Tenca 7, Milano ovviamente) un raro, innovativo, provvidenziale, grande corso di formazione popolare sulla mafia in Lombardia. Titolo tecnico: le organizzazioni mafiose a Milano e in Lombardia. Lo promuove la Scuola di formazione politica “Antonino Caponnetto” in collaborazione con Libera. E’ rivolto a tutti gli amministratori e gli incaricati di pubbliche funzioni che non vogliono arrendersi all’idea che la Lombardia debba diventare una comoda prateria per gli interessi mafiosi. Ma, data la sua natura, è aperto a tutti. Il corso sarà presentato e guidato da me medesimo, che mi prenderò anche la briga a ogni fine serata (e se no che professore sarei?) di fare una sintesi delle cose dette da me, dagli intervenuti e soprattutto dal testimone-esperto che parteciperà a ciascuna serata. Gianni Barbacetto, giornalista, al primo incontro (dagli anni cinquanta a Tangentopoli); Alberto Nobili, magistrato, al secondo (da Tangentopoli agli anni dell’Expo); Lorenzo Frigerio, coordinatore di Libera Informazione, al terzo (l’atteggiamento delle istituzioni e dell’opinione pubblica); Carlo Smuraglia, avvocato, ex senatore e presidente della storica commissione d’inchiesta comunale del ’91-’93, al quarto (la vulnerabilità del sistema lombardo); Luca Beltrami Gadola, docente di estimo al Politecnico, al quinto (le misure amministrative e di governo del territorio).

Pensateci, amici blogghisti, è qualcosa di eccezionale: associazioni private che spiegano agli amministratori quel che sta accadendo e che tutte le istituzioni politiche, dal Municipio alla Prefettura, negano che stia accadendo. Senza alcuna polemica, ma per dovere di verità. Venite, amministratori e titolari di pubbliche funzioni di buona volontà. E gli altri vengano e facciano sapere. Ce n’è bisogno. E ricordate sempre una data, che si sta rivelando sempre più decisiva: 20 marzo a Milano, con Libera!!!
(non so perché ma mi viene da ricordarlo: dunque Cuffaro aiutò la mafia sapendo di aiutarla…)

I soliti consigli ...

In questi giorni sta girando una mail che comincia così:
"Dì a tutti i tuoi contatti della tua lista, di non accettare nè il contatto peteivan@hotmail.com nè un video di Bush. iN REALTà SI TRATTA DI un hacker, formatta il computer, ti cancella i contatti e ti toglie la password alla posta elettronica. ..."

Segnalo che si tratta di una bufala !

Per l'occasione, incito a rileggere quanto consigliato da Paolo Attivissimo sul suo sito:

http://attivissimo.blogspot.com/2008/11/peteivanhotmailcom-allarme-bufala.html

... I dettagli sono nell'indagine antibufala generale sull'argomento, ma ripeto in sintesi: Sono anni (in alcuni casi, almeno da dicembre 1994) che ogni tanto storie di questo tipo fanno capolino. La solfa è sempre la stessa: si tratta di messaggi che annunciano l'arrivo di un pericolosissimo virus riconoscibile dal titolo del messaggio o dal suo mittente.
A volte vengono citati nomi di aziende (Microsoft, IBM, CNN, AOL) per conferire apparente autorevolezza all'appello, e cambia il titolo che l'e-mail pericolosissimo dovrebbe avere, ma il principio è sempre lo stesso. Questi appelli sono l'equivalente Internet del grido "al lupo, al lupo". Pertanto ignorateli e avvisate chi ve li manda che si tratta di bufale.
Non è dal titolo o dal mittente che si capisce se un e-mail è pericoloso o meno. Un e-mail infetto può avere qualunque titolo e qualunque mittente (anche quello citato nell'appello). Quindi appelli come questi sono del tutto inutili e fuorvianti, perché fanno pensare che soltanto e-mail con quel titolo o quel mittente siano pericolosi, creando una falsa sensazione di sicurezza.
In realtà tutti i messaggi che ricevete vanno considerati a rischio, a prescindere dal titolo e dal mittente, e anche se provengono (apparentemente) da persone che conoscete.
La difesa contro i virus non si basa sul nome del messaggio o sul suo mittente, ma su tecniche un po' meno superficiali. Per esempio, bisogna tenere costantemente aggiornato il proprio antivirus, eseguire sistematicamente gli aggiornamenti di sicurezza del proprio sistema operativo, usare programmi privi di vulnerabilità e non aprire mai gli allegati di qualsiasi provenienza (anche "fidata") senza controllarli prima con un antivirus aggiornato (meglio comunque non aprirli se non sono strettamente indispensabili).
Questi allarmi sono falsi anche se li ricevete da persone di cui vi fidate. Ve li stanno mandando semplicemente perché a loro volta si sono fidati di chi li ha mandati a loro, e così via.
Il fatto che siano "firmati" da qualcuno che conoscete non è affatto una garanzia di affidabilità.
Gli avvertimenti veri a proposito di virus includono sempre un riferimento a una pagina di documentazione di un sito di produttori di antivirus e offrono dettagli precisi sul funzionamento del virus (ad esempio quali sistemi operativi ne sono colpiti, come agisce).
Gli avvertimenti veri non contengono frasi ad effetto ma prive di qualsiasi significato tecnico come "virus di nuovissima generazione" o "qualcuno vi toglierà l'e-mail".
Gli avvertimenti falsi, invece
, non riportano mai una data, in modo da non scadere mai.
I tempi di reazione delle società produttrici di antivirus sono incredibilmente ristretti: quando esce un nuovo virus, l'aggiornamento dell'antivirus e la documentazione del virus sono disponibili sui loro siti nel giro di poche ore. Pertanto, se questi siti non parlano del virus citato nell'appello, l'appello è falso.

giovedì 28 gennaio 2010

Pubbliche scuse per una bufala da me diffusa.

Qualche giorno fa ho postato un articolo dal titolo "Ricordare è un dovere" che contiene un errore di cui non mi ero accorto.

In breve, si tratta di una catena di S.Antonio che arriva via mail, che sotto il lodevole scopo di far meditare sull'Olocausto, fa passare anche messaggi errati e fuorvianti. Credo che l'errore sia stato inizialmente consapevole, e poi diffuso da molti (me compreso) in buona fede.

Non è quindi vero che "questa settimana, il Regno Unito ha rimosso l'Olocausto dai piani di studio scolastici poichè “offendeva” la popolazione musulmana, ..."
Avrei anch'io dovuto accorgermi dell'errore, quando si parlava di "questa settimana" senza indicare una data; questo è un classico segnale che avrebbe dovuto far pensare ad una bufala..., ma ci sono caduto, ed ora faccio ammenda.

Invito chiunque riceva questa catena ad interromperla e ad inviare al mittente una nota esplicativa. Il messaggio, dietro una parvenza antidiscriminatoria e antirazzista, in realtà alimenta pregiudizi razziali e religiosi.

Scusatemi, cercherò di stare più attento la prossima volta.

Franco

Per chi ne volesse sapere di più, segnalo i siti:
http://viceversa.megablog.it/item/le-bugie-sull-insegnamento-dell-olocausto-a-londra
http://retetre.rtsi.ch/index.php?option=com_content&task=view&id=1769&Itemid=62


Esiste anche una versione inglese:
http://www.snopes.com/politics/religion/holocaust.asp

Domenica 31 Gennaio: Blocco del traffico a Milano

Tratto da: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/01/28/visualizza_new.html_1678443349.html
Smog: Milano, domenica blocco traffico
Decisione dopo vertice tra Moratti, Formigoni,assessore Trasporti
28 gennaio, 10:36

(ANSA) - MILANO, 28 GEN - Dalle 10 alle 18 di domenica prossima sara' vietata la circolazione delle auto private a Milano, salvo quelle a impatto zero. E' la decisione scaturita questa mattina nel vertice sull'emergenza inquinamento a cui hanno partecipato il presidente della Regione, Roberto Formigoni, che l'avevo convocato, il sindaco Letizia Moratti e l'assessore provinciale ai Trasporti Giovanni De Nicola. Domenica godranno di una deroga al divieto medici, infermieri e ministri del culto.

martedì 26 gennaio 2010

Che password !

Un interessante articolo tratto da: http://it.notizie.yahoo.com/53/20100122/ttc-non-usare-quella-password-la-conosco-f0c422d_1.html?printer=1

Non usare quella password: la conoscono tutti
Ven 22 Gen - 14.29

Se la tua password preferita è 123456 forse dovresti cambiarla: almeno un utente su cinque in tutto il web ha avuto la tua stessa idea. E togliere qualche numero qua e là non ti salverà: la seconda password più usata è 12345.
Sono i dati di una ricerca condotta nel Regno unito. L'utilità? Sottolineare che a volte la pigrizia o il timore di dimenticare la password portano a utilizzare parole e combinazioni tanto semplici da rendere praticamente inutile qualsiasi sforzo di alzare i livelli di sicurezza.
Se la password più utilizzata è la successione dei primi sei numeri, le altre non sono molto più fantasiose. Al terzo posto troviamo la parola 'password', subito sotto la romantica 'iloveyou'. La mancanza di fantasia non è banale: potrebbe avere conseguenze gravi: "Tutti dovrebbero capire cosa significhi la combinazione di password così semplici e degli attacchi informatici automatici: con uno sforzo minimo un hacker può arrivare a violare un account al secondo, cioè mille account ogni diciassette minuti". Se consideriamo che, stando alla ricerca, il 50% degli utenti internet sceglie password semplici come queste, il lavoro per gli hacker è molto semplice.
Account di Facebook, posta elettronica, servizi universitari o strumenti di lavoro, tutto cioé che si trova in rete si merita una protezione maggiore. E dimostrare quanto siano banali le password che scegliamo e un buon modo per spingerci a utilizzarne di migliori. La classifica inglese continua con 'princess', mentre in settima posizione troviamo 'rockyou'. I più fantasiosi combinano lettere e numeri: la decima password più utilizzata è abc123.
Un altro comportamento da evitare è quello (diffuso) di utilizzare la stessa password nel tempo libero e sul lavoro. "Un impiegato che usi la password del suo account Facebook sul lavoro mette a rischio i dati aziendali, soprattutto se usa una password come '123456'".
Come difendersi? Basta alzare al complessità della password e fidarsi di quei servizi che, alla registrazione, vi consigliano di non scegliere parole chiave troppo semplici. Non lo fanno per mettere alla prova la nostra memoria o per complicarci la vita: un po' di impegno e fantasia possono evitare intrusioni indesiderate. Numeri e lettere maiuscole sono le benvenute: con qualche accorgimento anche il semplice 'iloveyou' può diventare un password (quasi) inviolabile

lunedì 25 gennaio 2010

Primarie e dilemmi

Dopo la vittoria di Niki Vendola in Puglia, aumenta anche in Lombardia il rimpianto per il fatto che non sia obbligatorio organizzare ovunque le primarie tra gli elettori per la scelta dei candidati alle elezioni.

Cosa sarebbe accaduto in Lombardia se Formigoni e Penati non fossero stati scelti da "pochi" ..., ma avessero dovuto superare il vaglio dei propri elettori ? Gli elettori di centro destra e centro sinistra li avrebbero comunque scelti come i migliori candidati possibili ?

Il monte premi del SuperEnalotto è troppo basso. Non conviene giocare.

Sul sito dell'ADUC ho letto un interessante ragionamento a proposito del Supernelotto.
Cominciamo col dire che la probabilita' di azzeccare la combinazione e' di una su 622 milioni (esattamente 622.614.630).
Se il gioco fosse "corretto" per una giocata di 0,5 euro (un euro per due colonne) si dovrebbero vincere 311 milioni , pari a 622 milioni di volte il valore della giocata.
Purtroppo siamo ancora lontani da questa cifra, ed il montepremi è di solo 122 milioni di euro. Quindi per ora giocare non è ancora "conveniente", ed occorre attendere che il montepremi triplichi.
Per spiegare il calcolo basta riferirsi al gioco della roulette. I numeri sono 37 (36 piu' lo zero) e nel caso di una puntata vincente su un solo numero, si riceve 36 volte la posta. 1/37 è il guadagno di chi gestisce il gioco (del banco). Nel superenalotto il calcolo è falsato dallo Stato, che "guadagna" la meta' delle entrate (49,5%).


domenica 24 gennaio 2010

Si può fare a meno della TV

Ricordando che SI PUO' FARE A MENO DELLA TELEVISIONE, segnalo un aggiornamento che potrebbe essere utile a chi ancora la guarda ...: LINK

Switch off rinviato al Nord Italia: il digitale arriverà in autunno - La scelta per evitare problemi.
Ven 22 Gen 15:09. Provided by Trendystyle.it

L’Italia continua la sua marcia verso il completamento del passaggio dal sistema televisivo analogico a quello del digitale terrestre.
Proprio in questi giorni il viceministro allo Sviluppo economico con delega alle comunicazioni Paolo Romani ha stabilito il nuovo calendario dello switch off per l’anno 2010, con alcune modifiche atte ad evitare problemi come quelli che si sono verificati in alcune regioni italiane nel 2009.
Alla riunione del CNID (Comitato Nazionale Italia Digitale), oltre al viceministro Romani, hanno partecipato i rappresentanti delle regioni Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, delle emittenti nazionali Rai, Mediaset, Telecom Italia Media, Sky, Prima Tv, Rete Capri e Rete A e delle associazioni delle Tv locali FRT, del Consiglio Nazionale Consumatori Utenti, delle associazioni di produttori e distributori di apparati elettronici ANITEC-Confindustria e AIRES. Insieme, tutte queste componenti hanno stabilito il calendario del passaggio al digitale terrestre per l’anno 2010.
Innanzitutto, come ha annunciato il viceministro Romani, non ci saranno più i cosiddetti ‘periodi di prova’ con la compresenza di digitale terrestre e analogico, dato che nei mesi scorsi hanno causato non pochi problemi, in particolare nella regione Lazio.
“Questo stratagemma - ha spiegato Francesca Esposito, portavoce del viceministro - è stato adottato in precedenza per preparare la popolazione alla novità. Ma il quadro è profondamente cambiato: il grado di penetrazione del digitale sul territorio è nel frattempo aumentato considerevolmente”.
Non a caso sono molti i cittadini italiani che, anche se vivono in zone non ancora ufficialmente ‘digitalizzate’, sono già forniti di decoder.
Comunque, una delle notizie più interessanti emerse dalla riunione è il fatto che lo switch off completo del Nord Italia avverrà con una proroga rispetto al periodo in cui era inizialmente previsto: dal primo semestre del 2010 si passa infatti all’autunno dello stesso anno.
Tuttavia, già a partire dal prossimo 18 maggio ci sarà lo switch off di Rai 2 e Rete 4 al digitale nell’ampia zona che comprende le regioni della Lombardia (con le province di Milano - Pavia - Cremona - Lodi - Monza e Brianza - Bergamo - Brescia - Varese - Como - Lecco - Sondrio), Piemonte (con Novara - Vercelli - Asti - Alessandria - Biella -Verbania) ed Emilia Romagna (con Piacenza - Parma).
Invece, il passaggio definitivo dal sistema analogico al digitale terrestre avverrà dal 15 Settembre al 20 Ottobre in Lombardia, Piemonte Orientale (incluse le province di Piacenza e Parma) e poi dal 21 Ottobre al 25 Novembre in Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Con il passaggio al digitale della regione Liguria, che affronterà lo switch off dal 26 novembre al 20 dicembre, circa il 70% della popolazione italiana potrà dirsi ‘digitalizzato’.

Prisma: Studiamo insieme

"STUDIAMO INSIEME"
Servizio di "sportello ripetizioni" organizzato da Prisma Associazione Genitori

- Dedicato esclusivamente a Studenti delle Scuole Superiori.
- Presso la Cascina Fagnana di Buccinasco - Via Fagnana, 6 (edif.ovest)
- Ogni pomeriggio feriale dalle ore 15.00 alle 18.00
- Docenti qualificati ed abilitati all'insegnamento
- Materie: italiano, latino, greco, storia, filosofia, geografia, matematica, chimica, fisica, biologia, inglese, spagnolo, francese.
- Gruppi da uno a tre ragazzi per docente
- Costo agevolato di 15 Euro/h a studente in gruppo di tre (25 Euro/h per lezioni individuali)
- Necessaria iscrizione di almeno un genitore a Prisma.
- Acquistabili blocchetti prepagati di 5 o 10 ore.
- Segreteria attiva in determinate fasce orarie per eventuali comunicazioni urgenti
- Supervisore Prisma sempre presente in aula.
- Assicurazione per tutti gli studenti.

CONSIGLIAMO DI PREISCRIVERSI AL PIU' PRESTO VISTI I LIMITATI POSTI A DISPOSIZIONE.

Scarica il volantino: LINK

Per informazioni inviate una mail a presidente@assoprisma.it oppure telefonare dalle 10 alle 11 oppure dalle 18 alle 19 al numero 327 7923734.

Potete anche telefonarmi o scrivermi su questo blog, e vi farò contattare dagli amici di Prisma

Cristalli liquidi a -10°C

Ho letto che a temperature molto sotto lo zero il gelo potrebbe danneggiare i cristalli liquidi, come quelli che sono presenti negli schermi dei telefoni mobili.
Nel dubbio..., meglio tenere il telefono al caldo !

sabato 23 gennaio 2010

Promemoria: non aderire ad occhi chiusi

Il sito di Altroconsumo suggerisce di essere cauti prima di aderire ai gruppi di "solidarietà per le vittime del terremoto ad Haiti" nati su Facebook.

Il rischio è di ritrovarsi tra qualche mese a sostenere qualche cosa di completamente diverso ..., visto che è facilissimo cambiare il nome ai gruppi, e non occorre chiedere l'assenso agli aderenti...

Più rumore per tutti / Assenteismo a Milano

Il sindaco pro termine di Milano, Letizia Brichetto Arnaboldi (coniugata Moratti) LINK critica i comitati che vorrebbero venissero rispettate le norme di legge che dovrebbero limitare i decibel dei concerti che si svolgono a San Siro: LINK
Per il bene delle finanze degli organizzatori, e delle orecchie di chi va a questi concerti, auspica meno limiti al rumore...

Secondo "Il Giornale" la sig.ra Sindaco nel 2009 ha avuto il tempo di entrare solo 4 (quattro) volte nella sala nella quale si svolge il Consiglio Comunale.
Secondo alcuni calcoli, nel 2009 avrebbe partecipato al 5% delle sedute, facendosi vedere, anche solo per qualche minuto, 1 volta ogni 20 Consigli Comunali...
E' questo il sindaco che vogliono i Milanesi ?

venerdì 22 gennaio 2010

Consiglio Comunale: Mercoled' 27 Gennaio ore 18,30

Il Consiglio Comunale di Buccinasco si terrà Mercoledì 27 gennaio 2010 alle ore 18:30con eventuale prosecuzione giovedì 28 gennaio 2010 alle ore 18:30 presso la sala consiliare - via Vittorio Emanuele n. 7 - per la trattazione del seguente ORDINE DEL GIORNO:
1) Lettura ed approvazione dei verbali delle sedute precedenti – Deliberazioni da n. 43 a n. 57;
2) Comunicazioni del Sindaco;
3) Approvazione nuovo regolamento orti urbani;
4) Commissioni Consiliari Permanenti – Integrazione componenti – Presa d’atto.


Ndr: Immagino che le comunicazioni del Sindaco siano relative ai due nuovi assessori, nominati più di un mese fa.
Ciò che non capisco è la scelta, anche per un Consiglio Comunale dall'Ordine del Giorno molto ridotto, di fissare l'orario di inizio alle 18,30. Non era possibile cominciare alle 20,30, in modo da risparmiare alla casse del Comune il costo della cena per i Consiglieri, e permettere una più agevole partecipazione dei cittadini lavoratori ?

Informatori Scientifici del Farmaco: meno 7000

tratto da: http://www.corrieresalentino.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14965:adriana-poli-bortone-nel-mezzogiorno-troppi-licenziamenti-da-parte-delle-multinazionali-del-farmaco-si-faccia-immediata-chiarezza&catid=33:politica&Itemid=64

Adriana Poli Bortone: nel Mezzogiorno troppi licenziamenti da parte delle multinazionali del farmaco, si faccia immediata chiarezza. Venerdì 15 Gennaio 2010 16:09

Con una interrogazione presentata presso la Commissione Industria del Senato la sen Adriana Poli Bortone, presidente di Io Sud, ha chiesto al Ministro della Salute ed al Ministro del Lavoro di fare chiarezza sui numerosi licenziamenti, a danno soprattutto degli informatori scientifici del farmaco, messi in opera dalle multinazionali farmaceutiche operanti su tutto il territorio nazionale. Sono rimasta profondamente colpita - ha detto Adriana Poli Bortone - dal comportamento a dir poco spregiudicato, posto in essere in Italia, ma soprattutto nel nostro Mezzogiorno, da numerose case farmaceutiche estere.
Infatti, anche se i dati di mercato indicano un settore che, più di altri, ha saputo reggere alla crisi, la maggior parte delle case farmaceutiche ha fatto ricorso durante il 2009 all'utilizzo degli ammortizzatori sociali previsti dal Governo; a ciò va aggiunto che, molte di esse, hanno utilizzato il metodo della cessione di rami d'azienda come strumento per licenziare, di fatto, lavoratori senza sottostare alle leggi del diritto del lavoro.
Tramite infatti la cessione di rami d'azienda numerosissime multinazionali farmaceutiche hanno così avuto la possibilità di "svendere" posti di lavoro ad aziende di comodo che, con puntuale precisione, hanno nei mesi successivi dichiarato il fallimento con conseguente licenziamento della propria forza lavoro.
Un metodo per nulla sporadico, a farne le spese sono stati soprattutto gli informatori scientifici del farmaco, con un licenziamento complessivo (dati forniti dalla Federazione degli Informatori Scientifici del Farmaco) di oltre 7000 lavoratori.
Le Regioni più colpite ovviamente quelle del Mezzogiorno con numerose famiglie rimaste senza lavoro e senza neanche la speranza di una nuova collocazione.
Per tali gravi motivi ho sentito il dovere di scrivere non solo al Ministro della Salute ma anche a quello del Lavoro per avviare un' inchiesta parlamentare sulle numerose cessioni di rami aziendali poste in essere nell' ultimo triennio da parte di multinazionali operanti nel mercato farmaceutico che hanno, nei fatti, decimato il numero degli informatori scientifici del farmaco.
Inoltre nel rispetto del federalismo fiscale, e dal momento che la determinazione del prezzo dei farmaci è anche funzione dei costi di produzione e quindi anche del costo del personale, non vedo perché le multinazionali non debbano pagare le tasse nella Regione nella quale producono preferendo invece ,sempre, la Regione nella quale hanno sede legale.
Solo con una effettiva perequazione tributaria - conclude la Sen Poli Bortone - si può infatti ottenere una maggiore attenzione verso territori, come le Regioni Meridionali, oramai stanche di essere solamente sfruttate senza un effettivo miglioramento dei servizi offerti.

giovedì 21 gennaio 2010

Piano territoriale degli orari (alcune decine di migliaia di euro ...)

Determina n.38 del 18/01/2010
REALIZZAZIONE DEL PROGETTO FINANZIATO DALLA REGIONE LOMBARDIA - "PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI" - PROROGA AL 30/06/2010 - PROVVEDIMENTI
... Il documento del P.T.O. dovrà essere presentato alla Giunta Comunale entro il 15 maggio 2010 ed in Consiglio entro il 30 Giugno 2010
... di prendere atto che per la relizzazione del progetto finanziato dalla Regione Lombardia "Piano Territoriale degli Orari" è stata già impegnata la cifra di € 77.180,00 (Ndr: ed ora se ne impegnano altri ...)

Ancora PGT

Determine n.41 del 18/01/2010
PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO: AVVISO ESPLORATIVO PER LA RICERCA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL'AFFIDAMENTO DELL'INCARICO PROFESSIONALE DI CONSULENZA LEGALE - APPROVAZIONE - PROVVEDIMENTI

Determine n.40 del 18/01/2010
PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO: AVVISO ESPLORATIVO PER LA RICERCA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL'AFFIDAMENTO DELL'INCARICO PROFESSIONALE DI COPROGETTISTA NELLA REDAZIONE DEL PGT - APPROVAZIONE - PROVVEDIMENTI

Più tasse per tutti !

Tratto da: http://www.tomshw.it/cont/news/governo-piu-tasse-su-elettronica-e-supporti-ottici/23582/1.html

Governo, più tasse su elettronica e supporti ottici
di Dario D'Elia - pubblicato venerdì 15 gennaio 2010

Il Ministro per i Beni Culturali ha aumentato le tasse sulla copia privata: lettori, videoregistratori, hard disk memorie, chiavette USB e supporti ottici costeranno di più.Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali Sandro Bondi ha firmato un decreto che ridetermina la tassa per la copia privata. Lo scorso 30 dicembre, senza troppo clamore, il Ministro è intervenuto su quel vecchio decreto legislativo n. 68/2003 che per volere comunitario affrontava il problema del cosiddetto equo compenso: ovvero quel riconoscimento economico che si deve ai detentori dei diritti, nel rispetto comunque della libertà alla copia privata.

Ieri Bondi ha svelato ufficialmente l’iniziativa e la decisione di costituire un tavolo permanente "chiamato a monitorare l'evoluzione del mercato dei supporti e degli apparecchi assoggettati a compenso, anche ai fini dell'aggiornamento triennale del decreto".
I compensi aggiornati sono così declinati:
■Supporti audio analogici: 0,23 euro per ogni ora di registrazione
■Supporti audio digitali (CD-R): 0,22 euro per ogni ora di registrazione
■Supporti digitali non dedicati (CD-R dati): 0,15 euro ogni 700MB
■Supporti audio digitali non dedicati riscrivibili (CD-RW): 0,15 euro ogni 700MB
■Supporti video analogici: 0,29 euro per ogni ora di registrazione
■Supporti video digitali dedicati (DVHS): 0,29 euro per ogni ora di registrazione
■Supporti digitali non dedicati (DVD di vario tipo): 0,41 euro ogni 4,7 GB
■Supporti digitali non dedicati riscrivibili (DVD dual layer, DVD-RW): 0,41 euro ogni 4,7 GB
■Supporti digitali Blu Ray: 0,41 euro ogni 25 GB (0,25 euro ogni 15 GB per gli HD-DVD)

Le novità
■Apparecchi idonei alla registrazione analogica o digitale, audio e video e masterizzatori di supporti: 5% del prezzo indicato dal soggetto obbligato alla documentazione fiscale
■per i masterizzatori inseriti in apparecchi polifunzionali: 5% del prezzo commerciale di un apparecchio avente caratteristiche equivalenti (medesimo obolo è richiesto ad apparecchi polifunzionali aventi funzioni ulteriori rispetto alla registrazione)
■0,05 euro/GB per le memorie trasferibili o removibili da 32MB a 5GB; 0,03 euro/GB per capacità maggiori di 5GB
■0,10 euro/GB (da 256MB a 4GB) per le chiavette USB da 256MB a 4GB; e 0,09 euro/GB per capacità superiori ai 4GB
■0,02 euro/GB per gli hard disk esterni se al di sotto dei 400GB; 0,01 euro/GB se al di sopra dei 400 GB
■3,22 euro per capacità fino a 1GB a 28,98 euro per capacità superiori a 250GB (con ulteriore sovrapprezzo a partire dal prossimo anno per quelli superiori ai 400GB), nel caso di memorie o hard disk integrati in apparecchi multimediali portatili o dispositivi analoghi
■0,64 euro per capacità fino a 128 MB, a 9,66 euro per capacità oltre i 15GB con ulteriori sovrapprezzi per categorie di capacità superiore a partire dal prossimo anno, nel caso di Memorie o hard disk integrati in lettori portatili MP3■4,51 euro per capacità fino a 80GB, a 12,88 euro per capacità superiori ai 250GB con ulteriori sovrapprezzi a partire dal secondo anno di vigenza delle disposizioni, nel caso di hard disk esterno multimediale con uscita audio/video per la riproduzione dei contenuti su apparecchi tv o hi-fi
■3,22 euro per capacità fino a 1GB, fino a 29,98 euro per capacità superiori ai 250 GB, nel caso di hard disk esterno multimediale con entrata audio/video per la registrazione di contenuti e uscite per la riproduzione
■6,44 euro per capacità fino a 40GB, fino a 28,98 euro per capacità superiori ai 250GB, nel caso di memorie o hard disk integrati in videoregistratori, tv o decoder di qualsiasi tipo (come ad esempio MySky)
■2,40 euro per ogni singolo computer venduto con un masterizzatore incluso e di 1,90 euro per ogni computer venduto privo di un masterizzatore.
La SIAE è intervenuta sulla questione ricordando che l'equo compenso sarà redistribuito ad artisti, autori, interpreti, editori e produttori.
"No, non è una tassa, perché si tratta di diritti d'autore. I diritti d'autore sono lo stipendio di chi crea un'opera (musica, film, romanzi, testi teatrali). Col digitale le opere artistiche conoscono nuove forme di diffusione, con rilevanti utili da parte delle industrie tecnologiche", si legge nel comunicato SIAE.

"Il principio del diritto d'autore si fonda, nel mondo, sul fatto di applicarlo a tutte le nuove forme di sfruttamento delle opere. È successo così per il fonografo, la radio, la televisione ecc. È quindi giusto che gli autori e l'industria dei contenuti traggano ricavi dalle nuove forme di sfruttamento delle loro opere. Viceversa scandalizzarsi e considerare i diritti d'autore una tassa, sarebbe come considerare lo stipendio dei lavoratori una tassa, che danneggia i consumatori".

Non sono d'accordo con la Siae e col governo: non sono un utilizzatore di musica: perchè devo pagare una tassa alla SIAE per utilizzare strumenti elettronici per archiviare prodotti del MIO ingegno ? A chi e come distribuirà questo capitale la SIAE ?

mercoledì 20 gennaio 2010

Le riforme del Governo: la matematica

Berlusconi e la gaffe sulle dita della mano
Giochino con i bambini dell'Aquila: «Quante dita hanno dieci mani?». «Cento». «Bravi, di solito mi dicono 50»
E ancora: «Pensate che io sia un buon premier?». «Sì». «Bene, diamo il voto a chi ha 5 anni»

L'AQUILA - «Quante dita ha una mano?». E' la domanda che il premier Silvio Berlusconi ha fatto ai bambini della scuola elementare «Mariele Ventre» de L'Aquila, dove si è recato in visita oggi. I ragazzini sono stati al gioco e hanno risposto correttamente: cinque. «Quante dita hanno due mani?» ha poi chiesto il premier. Ancora una volta i bambini hanno risposto correttamente: dieci. «Passiamo a una domanda più difficile- ha poi detto Berlusconi - : quante dita hanno dieci mani?». I bambini in coro hanno risposto... «cento». E il Cavaliere: «Bravi, rispondono tutti cinquanta, voi invece avete dato subito la risposta giusta». Che però giusta non era: a dieci mani corrispondono infatti a 50 dita. Nota l'Apcom: Berlusconi ha lasciato il dubbio tra i giornalisti se scherzasse o meno.

«VOTO A 5 ANNI» - Nella stessa occasione aveva scherzato con i ragazzini facendo loro domande sui progetti per il futuro. A chi gli diceva di voler fare il politico, il premier ha consigliato: «Cercate prima di diventare medici, avvocati e ingegneri e poi, magari interessatevi alle cose che servono per la vostra città e per il vostro paese». E domanda ancora più maliziosa: «Pensate che Silvio Berlusconi sia un buon presidente del Consiglio?». I bambini in coro hanno risposto «sì». Pronta la replica del premier: : «Allora daremo il voto anche ai bambini sopra i cinque anni...».

Redazione Online - 19 gennaio 2010
Tratto da: http://www.corriere.it/politica/10_gennaio_19/berlusconi-aquila-bambini-scuola-dita-mano_fcbbbf3e-0527-11df-aece-00144f02aabe.shtml

Torna la Chiesa Cristiana Evangelica

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N° 2 DEL 13-01-2010
Oggetto: CONVENZIONE CON LA CHIESA CRISTIANA EVANGELICA DI PAVIA
PER UTILIZZO SEDE COMUNALE
... Su proposta del Sig. ARRIGONI MARIO, Assessore a Istruzione, Cultura, Sport e Tempo Libero
... VISTA la nuova richiesta presentata dalla “Chiesa Cristiana Evangelica di Pavia”, tendente ad
ottenere l’utilizzo di una sede di proprietà comunale da adibire a sede per svolgere la propria
attività;
... DELIBERA ...
1) di accogliere la richiesta di utilizzo di una sede comunale presentata dalla “Chiesa Crstiana
Evangelica di Pavia”, per consentire lo svolgimento della propria attività;
2) di stabilire un rimborso spese annuo forfettario pari ad € 500,00 a parziale copertura delle spese sostenute dall’Amministrazione Comunale per la gestione dei locali (acqua, luce, riscaldamento);
3) di stabilire altresì che la convenzione avrà la durata dal 24 Gennaio 2010 al 31 Gennaio 2011;
...

martedì 19 gennaio 2010

Ricordare è un dovere (1)

QUESTO ARTICOLO CONTIENE UN ERRORE, PER RIMEDIARE IL QUALE HO POSTATO UNA RETTIFICA. SEGUI IL LINK PER SAPERNE DI PIU'

ll Generale Dwight D. Eisenhower aveva ragione nell'ordinare che fossero fatti
molti filmati e molte foto.

OLOCAUSTO
Esattamente, come è stato previsto circa 60 anni fa.
E' una questione di Storia ricordare che, quando il Supremo Comandante delle Forze alleate (Stati Uniti, Inghilterra, Francia, etc.), Generale Dwight D. Eisenhower,
incontrò le vittime dei campi di concentramento, ha ordinato che fosse fatto il maggior numero di foto possibili, e fece in modo che i tedeschi delle città vicine
fossero accompagnati fino a quei campi e persino seppellissero i morti.

E il motivo, lui l'ha spiegato così: 'Che si tenga il massimo della documentazione
- che si facciano filmati - che si registrino i testimoni - perchè, in qualche momento durante la storia, qualche idiota potrebbe sostenere che tutto questo non è mai successo'.

'Tutto ciò che è necessario per il trionfo del male, è che gli uomini di bene non facciano nulla'. (Edmund Burke)

Ricordiamo:
OMISSIS
Questo è un presagio spaventoso sulla paura che si sta diffondendo nel mondo,
e che così facilmente ogni Paese sta permettendo di far emergere.

Sono trascorsi più di 60 anni dal termine della Seconda Guerra Mondiale.

Questa e-mail viene inviata come una catena, in memoria dei 6 milioni di ebrei,
20 milioni di russi, 10 milioni di cristiani, e 1900 preti cattolici che sono stati assassinati, massacrati, violentati, bruciati, morti di fame e umiliati, nel mentre la Germania e la Russia volgevano lo sguardo in altre direzioni.

Ora, più che mai, a fronte di qualcuno che sostiene "L'Olocausto è un mito", è fondamentale fare in modo che il mondo non dimentichi mai.

L'obiettivo che si vuole raggiungere inviando questa e-mail è che venga letta da, almeno, 40 milioni di persone in tutto il mondo.
Sii un anello di questa catena e aiuta ad inviare l'e-mail in tutto il mondo.
Traducila in altre lingue se necessario!
Non cancellarla.
Sprecherai solamente un minuto del tuo tempo nell'inviarla ad altre persone.

Ricordare è un dovere (2)

10 modi per danneggiare un'associazione (o un partito)

DIECI MODI PER DANNEGGIARE UN’ASSOCIAZIONE (o un partito)
1) Non prendere parte alle riunioni ;
2) Venirci per caso ed in ritardo;
3) Criticare il lavoro dei dirigenti e dei membri;
4) Non accettare posti di responsabilità (è più facile criticare che realizzare);
5) Aversela a male se non si è dirigenti, ma se lo si è, non dare alcun contributo;
6) Se si è interrogati rispondere di non avere opinioni;
7) Non far nulla di quanto sarebbe necessario, ma se gli altri si rimboccano le maniche disinteressatamente, lamentarsi che l’Associazione è retta da una cricca di vanitosi;
8) Ritardare sistematicamente il pagamento della quota associativa;
9) Non fare propaganda per nuovi aderenti;
10)Lamentarsi che non si fa nulla per la propria categoria, ma non fare alcunché per la propria categoria.
tratto da: http://www.cerpc.it/infovarie.htm

lunedì 18 gennaio 2010

I nuovi assessori (notizie tratte da Buccinasco Informazioni di Gennaio 2010)

Finalmente si svela qualche cosa sulle vite di Massimo Roncali e Paolo Cervari. Ecco cosa riporta Buccinasco Informazioni, oltre al fatto che sono entrambi esponenti del PDL.

Massimo Roncali, Assessore con delega Ambiente ed Ecologia“Sono contento delle deleghe che mi sono state affidate. Per me è un ritorno. Conosco da tempo il Sindaco e buona parte dei Colleghi e dei Consiglieri. Ho diverse idee e priorità tra cui: monitoraggio delle coperture in eternit in sintonia con il
“Comitato contro l’Amianto”, attrezzature nei parchi con nuove piantumazioni e ricostruzione dell’eco compatibilità del sistema ambientale. Un’altra cosa da fare in
fretta è la sistemazione del quartiere Buccinasco Più di via Guido Rossa. Tanti altri sono gli spunti e le opportunità che mi riservo di valutare con Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale”.

Paolo Cervari, Assessore con Delega a Comunicazione e Innovazione tecnologica, Rapporti ASB “Sono onorato della delega da parte del Sindaco, persona che conosco e stimo. Ho esperienza sia di comunicazione pubblica che delle nuove tecnologie e spero di riuscire a dare un buon contributo. Ai cittadini chiedo un po’ di tempo per ambientarmi e credo anche che chiederò il loro apporto perché oggi comunicazione e partecipazione vanno nella direzione dei social network e della condivisione della
conoscenza. Un augurio a tutti di buon anno.”

Dimenticanza ?

La portavoce del Sindaco riporta la proposta del sig. Sindaco di prolungare per legge di qualche anno il suo mandato, in modo che arrivi a scadenza assieme a quello del presidente della Provincia (eletto l'anno scorso) o del presidente della Regione (che eleggeremo a Marzo). link

Già che c'è, propone di eliminare il doppio turno, e di stabilire che chi prende un voto in più al primo turno sia proclamato vincitore, senza andare al ballottaggio ...


Ho il dubbio che tale proposta serva a far dimenticare il fatto che Sindaco e portavoce NON hanno ancora comunicato ai "poveri elettori" i motivi della nomina di due nuovi assessori, avvenuta tra il 16 ed il 22 Dicembre, LINK , ed ai quali non è ancora stato dedicato nessun articolo, nè sul sito ufficiale, nè sul blog "ufficioso" del Comune

Nuovo coordinamento PD Buccinasco

L’Assemblea degli iscritti del Circolo del Partito Democratico di Buccinasco, convocata a norma di Regolamento per il Congresso locale Sabato 16 GENNAIO 2010 nella sede di via Don Minzoni, dopo avere ascoltato e discusso la relazione del Coordinatore uscente, ha votato e deliberato le seguenti cariche:
Coordinatore: ARBOIT David
Membri del Coordinamento: MEMO Teresa, CAMPESE Grazia, PEZZENATI Luisa, CARBONERA Laura, ADDABBO Filippo, ALEOTTI Cesare, GERMANI Giacomo, GATTI Franco, MORANO Guido
Invitati al Coordinamento: MAIORANO Giambattista (Capogr. Consigliere Comunale), CARBONERA Maurizio (Consigliere Comunale), MAZZARELLI Carmela (Consigliere Comunale), PANSINI Claudio (Consigliere Comunale), BATTISTELLO Marcello (Consigliere Comunale)
Tesoriere: MEMO Teresa
Consiglio dei Garanti: MORANO Guido (Presidente), INGEGNERI Angelo, PENNACCHIO Maurizio
Con la presente colgo anche l’occasione per comunicare che il Consigliere Carmela Mazzarelli è stata nominata Vicepresidente dell’Assemblea Provinciale e membro della Direzione Provinciale.
Il Coordinatore David Arboit


Ringrazio chi mi ha votato, permettendomi di "tornare" nel coordinamento cittadino. Ci attendono mesi impegnativi, per i quali occorrerà il supporto di idee, di volontà, di critiche costruttive, e di lavoro di tutti coloro che si sentono vicini al Partito Democratico, ed intendono vigilare e collaborare alla sua crescita.
E' possibile collaborare frequantando il circolo di via don Minzoni, ed essere aggiornati sulle iniziative e sulle prese di posizione del PD di Buccinasco visitando il sito ufficiale: http://www.pdbuccinasco.it/. Inoltre continuerò a riportare le notizie più importanti anche qui.
Franco

Spegni la TV !

"... chiudiamo questa scatola se non c’è dentro una cosa precisa che vogliamo vedere, nessuna tivù aperta “per vedere che c’è”, sbarriamo tutte le strade alla peste del cervello..."

Mi unisco alla raccomandazione di Nando dalla Chiesa:

1) Non accendere la televisione senza uno scopo preciso, solo per vedere se c'è un programma potenzialmente interessante, o solo per avere un po' di rumore attorno
2) Spegnere la televisione alla fine di un programma, se non si è interessati al programma successivo
3) Scegliere cosa vedere, non essere passivi
4) Spegnere la televisione completamente, togliendo anche lo stand-by, e ricollegare le prese di corrente solo se si è scelto di guardare qualche cosa. La fatica di chinarsi e ricollegare i cavi è una prova per la nostra volontà di accendere davvero la televisione per scelta, e non per conformismo o passività

venerdì 15 gennaio 2010

Non intitoliamo una via a Craxi

Non intitoliamo una via a Craxi - di Giovanni Bachelet

Disapprovo chi spiega al Presidente della Repubblica quel che deve o non deve fare, o attacca morti che non possono replicare. Aborrisco lo stile col quale è partito il dibattito sulla via da intitolare a Craxi. L’intervento di Cotroneo sull'Unità nella rubrica “Undicietrenta” del 30 dicembre, però, attirerebbe nella mischia anche i piú tranquilli.
E’ vero, D’Alema e Veltroni (anche Fassino nel libro “Per passione”) hanno sentito il bisogno di affermare che Craxi fu leader e statista. Sentono forse il dovere di una riparazione. Finché era vivo, dicevano infatti peste e corna di Craxi: non solo per quel che non mi piaceva, come la rottura dell’unità nazionale dopo la morte di Moro, la strizzata d’occhio a Mitterrand perché proteggesse i terroristi nostrani, il decreto salva-Berlusconi del 1984-85, e, alla fine, la fuga in Tunisia; ma anche per quel che mi convinceva, come il sogno di un grande partito socialista autonomo dai comunisti o il referendum sulla scala mobile.
Ridurre però l’Italia agli ex comunisti, ai leghisti e a Di Pietro, sostenendo che solo a questi ultimi appare inopportuna una via intitolata a Craxi, è far torto a molti. All’inizio guardavano con ammirazione alla sua politica giornalisti di destra come Montanelli e di sinistra come Tobagi, sindacalisti cristiani come Carniti e, con loro, non pochi simpatizzanti del centrosinistra. Quanti però fecero in tempo a seguire la parabola di Craxi dal Midas al CAF, rimasero in maggioranza delusi, se non addirittura costernati, dalla piega che la politica, l’economia e l’intreccio fra politica e affari avevano preso su scala nazionale, a cominciare proprio da Milano.
Questi socialisti, democratici e liberali delusi non riescono ancora a capacitarsi che Craxi, alto rappresentante delle istituzioni repubblicane, si sia sottratto al giudizio cui era stato rinviato. Intitolargli una strada, al di là delle intenzioni, a loro suggerirebbe che bene ha fatto Craxi a fuggire ad Hammamet; che male hanno fatto Andreotti e Forlani a subire con umiltà e sofferenza il destino di ogni italiano rinviato a giudizio; che, infine, bene fa chi oggi, al governo, preannunzia che non si dimetterà nemmeno se condannato da un tribunale.
Intendiamoci, una minoranza di italiani pensa che Craxi ieri e Berlusconi oggi siano perseguitati; e magari la Moratti, con scelta volutamente controversa, intende rappresentare questa minoranza. Ma non c’è bisogno di essere leghisti o seguaci di Di Pietro, e tanto meno barbari, per avere piú di una perplessità: basta amare la Costituzione e particolarmente il suo articolo 3, o almeno essere convinti che lo scopo di una nuova via sia di unire gli animi e non di dividerli.
Tratto da: http://www.democraticidavvero.it/adon.pl?act=doc&doc=5663 ; la scelta delle frasi in grassetto è mia

Incompatibilità e corretto atteggiamento

DETERMINAZIONE N° 15 DEL 12/1/2010
Oggetto: INDIZIONE PROCEDURA NEGOZIATA PRECEDUTA DA GARA FORMALE PER AFFIDAMENTO FORNITURA CARBURANTI – PERIODO 01.02.2010/31.12.2011
... PREMESSO ...- che con determinazione n° 1002 del 17.11.2008 veniva affidata alla Stazione di Servizio MANFREDI SRL di Buccinasco (MI) la fornitura di carburanti e lubrificanti per gli automezzi di proprietà dell’Ente per il periodo 01.01.2009/31.12.2011;
- che con comunicazione del 20.11.2009 prot. n. 19559 la Stazione di Servizio MANFREDI SRL ha dichiarato di rinunciare a tale appalto, a seguito della nomina a Consigliere comunale del legale rappresentante e della conseguente incompatibilità;
... DETERMINA... 1) di indire una procedura negoziata preceduta da gara formale per l’affidamento della fornitura di carburanti e lubrificanti per gli automezzi di proprietà dell’Ente, per il periodo 01.02.2010/31.12.2011, ...di dare atto che l’elenco delle Stazioni di servizio invitate alla procedura è depositato agli atti e rimarrà segreto fino all’espletamento della gara

martedì 12 gennaio 2010

Promemoria "Notizie in tempo reale ?"

  • Dal 22 Dicembre (o anche da prima ... LINK) Buccinasco ha due nuovi assessori, ma il sito ufficiale del Comune non riporta ancora nessun commento del Ns Sindaco sull'ennesimo rimpasto di giunta
  • "La trasparenza della mia amministrazione è assoluta" (Commento di Loris Cereda tratto da: http://buccinasco.serveblog.net/testo_447.html#2816. La frase non è proprio riferita a questo argomento..., ma è comunque interessante ....)

Ti ricordi ? Effetto annuncio !

Ripubblico un articolo pubblicato da http://www.comune.buccinasco.mi.it
nell'ottobre 2007, più di due anni fa. Come è stato applicato questo decalogo in questi venisette (27) mesi ?
Argomento: Comunicati Stampa - Data pubblicazione: 17-10-2007

Trasporti pubblici locali - La giunta Cereda ha un “decalogo”

Dieci scelte diverse, alcune già concretizzate, altre che guardano al prossimo futuro. Tutto ciò senza aumentare la spesa stanziata finora dal Comune. Così l’amministrazione si sta muovendo per migliorare la rete...
Trecentomila euro l’anno: è la cifra investita dal Comune di Buccinasco ad ogni bilancio, e che l’amministrazione guidata da Loris Cereda intende confermare. Cercando, però, di mettere a punto degli accorgimenti, in grado di migliorare le prestazioni.
“I trasporti -ricorda il sindaco- hanno un costo, non è solo questione di buona volontà. È già una cifra importante, che non intendo ridurre. Possiamo però migliorare il servizio, in modo intelligente e razionale”.
Per raggiungere l’obiettivo, in questi mesi si è lavorato su più fronti: istituzionale, in modo da coordinarsi con altri enti, quali la Provincia. Ma anche economico: confrontarsi con gli operatori, in particolare l’Atm, per trovare soluzioni più adeguate alle attuali esigenze. I risultati si possono sintetizzare in dieci punti.

1) Stradabus, potenziato e operativo fino alle ore 23 Il sindaco lo ha definito una “novità epocale”: a parità di costi (il servizio è a totale carico del Comune e richiede una spesa annua di 140mila euro, contro un recupero di 20mila euro in biglietti), dall’1 gennaio lo stradabus verrà esteso alla fascia oraria 20-23, attualmente inesistente. In questo caso verrà impiegato un pulmino più piccolo da sedici posti, che porterà le persone da via Bisceglie non alla semplice fermata, ma direttamente a casa, così da garantire comodità e una maggiore sicurezza ai cittadini. Il passo successivo sarà aggiungere corse il sabato e la domenica, rivolte soprattutto ai ragazzi.
2) Linea 321: dal 15 ottobre aumentate le corse Già operativo il potenziamento garantito dall’Atm: la linea 321 ha subito un aumento nelle corse del 20% nelle ore di punta e del 33% in quelle di morbida. Questo vuol dire passaggi ogni 10 minuti nel primo caso, ogni 15 nel secondo. 3) Taxi a prezzo politico nella tratta fra Buccinasco e via Bisceglie Sette euro per andare da Buccinasco a via Bisceglie o viceversa: è l’accordo stipulato tra Comune e taxisti, ora passati da uno a cinque.
4) Il Comune al tavolo di confronto per la linea 4 della metropolitana “Oggi - ha detto il sindaco- partecipiamo anche noi a pieno titolo al tavolo di confronto che sta lavorando per la linea 4 della metropolitana”.
5) Entro il 2009 la 321 sarà sdoppiata Se tutto va come dovrebbe, tra 2008 e 2009 l’Atm dovrebbe assorbire l’impegno dello stradabus, creando un secondo itinerario. Questo permetterà di liberare risorse da dedicare ad un altro percorso, diretto alla futura fermata della metropolitana 2 di Assago.
6) La 47? Capolinea in città Pochi mesi, si parla della metà del 2008, per avere il capolinea dentro a Buccinasco del bus 47, che attualmente si attesta ai suoi confini.
7) Nuove paline, con i tempi di attesa L’impegno è anche psicologico: le paline Atm, perlomeno quelle delle fermate più frequentate, avranno i moderni display che comunicano i tempi di attesa per il transito. È un supporto che permetterà agli utenti di organizzarsi meglio, agendo sulla percezione, spesso molto diversa dalla realtà.
8) Monitoraggio per l’uso effettivo dello stradabus Tempo qualche settimana e scatteranno i controlli: per rendere il servizio più aderente alle aspettative, degli incaricati registreranno per intere giornate i flussi di pubblico, i percorsi e le fermate utilizzate. Questo consentirà di avere una precisa mappatura del bisogno e, se necessario, motiverà eventuali modifiche alle soste o ai percorsi.
9) Mensile Atm, scendono i costi Un altro obiettivo rincorso da tempo ed ora raggiunto: Buccinasco sarà paragonata a Corsico per quanto riguarda gli abbonamenti mensili. Il singolo viaggiatore (in genere, studente o lavoratore pendolare) potrà risparmiare 120,00 euro l’anno. 10) Itinerario più funzionale per la 351 Una piccola modifica alla 351, utilizzando una nuova strada nell’area tra via Alpini e via Mantegna. Tale scelta permette una maggiore comodità, sia ai clienti dell’Esselunga, sia ai genitori che accompagnano i bambini nelle vicine scuole.

lunedì 11 gennaio 2010

Primarie ? Cosa pensa Rosy Bindi

Bindi: «Primarie in Puglia e nel Lazio altrimenti si snatura il Pd»
di Federico Geremicca - da La Stampa
Tratto da: http://www.democraticidavvero.it/adon.pl?act=doc&doc=5759

«Lei però mi deve concedere due brevissime premesse, altrimenti il rischio è che lo spirito di questa nostra intervista venga del tutto frainteso». Rosy Bindi è a casa sua, a Sinalunga: e visto che lo chiede, cominciamo appunto con le premesse. «La prima: il Pd sta molto meglio di quanto sembri leggendo i giornali, e anche le elezioni regionali andranno meglio di quel che qualcuno ipotizza. La seconda: io non sono una che brontola, sono il presidente dell’Assemblea nazionale del Pd e dunque quel che le dirò non è una critica ad alcuno quanto, piuttosto, un contributo a fare le scelte giuste e magari a correggerne qualcuna già compiuta. Bisogna sapere che non abbiamo molto tempo: e che dalle prossime 36 ore dipendono molte più cose di quel che si possa immaginare...».
Queste le premesse: che non bastano, però, ad addolcire l’impatto di un ragionamento rigoroso e severo. Del resto, il quadro è quello che è. La vicenda che sta dilaniando il Pd pugliese, quella della candidatura di Emma Bonino nel Lazio, le primarie mandate in soffitta quasi ovunque, un eccesso di accondiscendenza verso l’Udc, la rottura con Vendola e con la sinistra... Un arcipelago di scelte - o non scelte - che stanno facendo fibrillare i democratici e che spingono Rosy Bindi a lanciare il suo allarme: «Rischiamo di snaturare il Pd. Se ci sono degli equivoci, meglio chiarirli subito».
Cominciamo a chiarirli, allora.
«Per esempio: vedo che Casini, in queste ore concitate, si permette di entrare nel merito della nostra discussione per dire che c’è chi, utilizzando le elezioni regionali e i problemi ancora aperti su alleanze politiche e primarie, starebbe tentando di ribaltare il risultato congressuale. Mi permetto di obiettare: le cose non stanno così».
E come stanno?
«Noi in congresso abbiamo detto due cose molto chiare. La prima è che avremmo lavorato per allargare il centrosinistra. Ma appunto allargare il centrosinistra: e non limitarsi a tentare di fare intese con l’Udc scaricando, magari, chi non è gradito a Casini. Non a caso il compito che si è assunto Bersani è trovare una nuova sintesi tra i nostri alleati tradizionali e il centro».
Ci dica la seconda cosa chiara.
«Tra noi c’è stato un dibattito su come scegliere il segretario del partito, se con le primarie oppure no: ma non ci sono mai stati dubbi sul fatto che avremmo fatto elezioni primarie - e primarie di coalizione - per scegliere i nostri candidati alle cariche monocratiche. Questi sono due punti fermi del congresso. E io penso che la capacità di Bersani e del gruppo dirigente, cioè di tutti noi, debba essere appunto quella di tenere insieme queste due scelte».
Ammetterà però che quel che sta accadendo in Puglia - e in parte anche nel Lazio - va in direzione del tutto opposta.
«C’è assolutamente tempo per rimediare. Vendola ha le sue responsabilità, e lo dice una che è stata addirittura definita vendoliana. Ma non è pensabile immaginare di vincere in Puglia - o di considerarlo un laboratorio politico - rompendo con la sinistra di Vendola che ha fatto una scissione da Rifondazione comunista. Non ce lo possiamo permettere. E la strada per uscirne è una sola: sono le primarie».
Il Pd però ha scelto Boccia. Anche se, in verità, non si capisce nemmeno chi, dove e quando lo ha scelto...
«In una riunione a Roma è stato indicato Boccia? C’è un unico modo perché diventi il candidato anche di Vendola: che vinca le primarie contro di lui. Facciamole, e non per litigare: ma perché questa è la strada maestra. Quando non ci sono candidature unitarie il Pd fa le primarie e le fa di coalizione. E Boccia non può dire che così salta la coalizione...».
Può anche non dirlo, ma Casini davvero non ci sta a fare le primarie.
«Casini dimostrerà la sua forza facendo vincere Boccia alle primarie. Sia chiaro, occorre aprire all’Udc: ma va fatto con la lucidità di chi ha in testa una strategia politica per il futuro. Casini non può dirci, per esempio, che non farà mai il capo di un centrosinistra simile a quello che ha guidato Prodi, perché nessuno glielo ha chiesto e perché non accetto nemmeno da un possibile alleato che venga liquidata la nostra storia politica e il legame tra il Pd e Prodi. Comunque, ripeto: nessuno gli ha chiesto di fare il capo del centrosinistra».
Però magari qualcuno ci pensa, no?
«Io resto convinta che Casini sarà un ottimo capo del centrodestra liberato da Berlusconi: e vorrei che quel giorno, quando avremo di fronte un centrodestra migliore di quello che abbiamo oggi, il Pd sia così forte da batterlo».
Quindi, primarie.
«Non c’è altra strada. Casini è alleato fondamentale in questa fase, ma noi non possiamo permetterci di rompere con tutta la sinistra. E credo che nemmeno all’Udc convenga allearsi con noi per perdere».
E nel Lazio? La convince la candidatura di Emma Bonino?
«E’ inutile che stia a ridire della mia stima per Emma, ma alcune considerazioni vanno fatte. Quella, per esempio, che sostenere la Bonino nel Lazio, dunque a Roma, non è una scelta scontata per un partito come il nostro. La decisione è stata presa in modo frettoloso e con una motivazione poco convincente: o scende in campo un leader nazionale o si sostiene Emma, che all’inizio si era candidata contro il Pdl e il Pd. So che nel Lazio c’è una situazione difficile: ma so anche che vi sono autorevoli leader regionali capaci di competere, e che la Polverini non è imbattibile».
E dunque?
«Io propongo di andare a elezioni primarie, perché se il Pd dovrà sostenere Emma Bonino è giusto che la scelga in un confronto aperto: altrimenti tutto sembrerà un modo, perfino troppo evidente, per permettere a Casini di sostenere la Polverini. Del resto, sull’uso delle primarie - e sul progetto politico - la mozione Bersani era così chiara da aver ricevuto il voto di quasi tutti gli ulivisti: fare del Pd la forza centrale del centrosinistra. La forza centrale, appunto: e non un partito di sinistra ancora con la sindrome di esser figlio di un dio minore e alla perenne ricerca di qualche alleato moderato che lo legittimi a governare».

Ndr: e le primarie in Lombardia ?

Rifiuti vari ...

DETERMINAZIONE N° 1238 DEL 24/12/2009
Oggetto: APPROVAZIONE CONFERIMENTO CARTA/CARTONE - DIMOCART SAS - ANNO 2010
... in base alle attuali quotazioni di mercato, di riconoscere all'Amministrazione Comunale, € 40,00 per ogni tonnellata di rifiuto a loro conferito;

DETERMINAZIONE N° 1239 DEL 24/12/2009
Oggetto: IMPEGNO DI SPESA PER SMALTIMENTO VARIE FRAZIONI DI RIFIUTI SOLIDI URBANI PRESSO L’IMPIANTO DELLA DITTA BLUAMBIENTE – ANNO 2010
- Estintori a polvere (C.E.R. 160505) al costo di 800,00 €/tonn (oltre I.V.A. del 10%)
- Bombolette spray (C.E.R. 200127) al costo di 2.000,00 €/tonn (oltre I.V.A. del 20%)
- Vernici e inchiostri(C.E.R. 200127) al costo di 650,00 €/tonn (oltre I.V.A. del 20%)
- Medicinali scaduti (C.E.R. 200132) al costo di 650,00 €/tonn (oltre I.V.A. del 10%);

DETERMINAZIONE N° 1240 DEL 24/12/2009
Oggetto: ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER SMALTIMENTO RIFIUTI INGOMBRANTI, TERRE DI SPAZZAMENTO E PNEUMATICI – RI.ECO. – ANNO 2010
- residui della pulizia stradale (C.E.R. 20.03.03) al costo di 95,00 €/tonn (oltre I.V.A. del 10%)
- rifiuti ingombranti (C.E.R. 20,03.07) al costo di 105,00 €/tonn (oltre I.V.A. del 10%)
- pneumatici fuori uso (C.E.R. 160103) al costo di 110,00 €/tonn (oltre I.V.A. del 10%)

DETERMINAZIONE N° 1237 DEL 24/12/2009
Oggetto: ACQUISTO CONTENITORI PER LA RACCOLTA DELLE DEIEZIONI CANINE
... 20 contenitori per la raccolta delle deiezioni canine dotati di dispenser per sacchetti (con sistema di fissaggio a palo e con sistema di fissaggio su proprio basamento) e n. 10 scatole (contenenti cad. 2000 sacchetti), ad un costo di € 4.730,00 (Iva esclusa);

DETERMINAZIONE N° 1234 DEL 24/12/2009
Oggetto: ACQUISTO E FORNITURA CESTINI PER IL TERRITORIO COMUNALE
... n. 30 cestini mod. Bravo per un importo di € 65 cad

DETERMINAZIONE N° 1236 DEL 24/12/2009
Oggetto: APPROVAZIONE CONFERIMENTO ROTTAMI IN FERRO E IMBALLAGGI METALLICI PRESSO LA PIATTAFORMA RICONOSCIUTA CNA - ANNO 2010
... riconoscere all'Amministrazione Comunale per l’anno 2010, per ogni
tonnellata di rifiuto a loro conferito la somma di 126 € per i rottami in ferro (CER 200140) e la
somma di 38 € per gli imballaggi metallici (CER 150104), oltre al corrispettivo garantito dalla
convenzione stipulata con il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in
Acciaio (CNA);

DETERMINAZIONE N° 1227 DEL 24/12/2009
Oggetto: SMALTIMENTO RIFIUTI CIMITERIALI

DETERMINAZIONE N° 1228 DEL 24/12/2009
Oggetto: IMPEGNO DI SPESA PER LO SMALTIMENTO VARIE FRAZIONI DI RIFIUTI SOLIDI URBANI (R.S.U.) PRESSO IMPIANTI SELEZIONATI DALLA SOCIETA' AIMERI - ANNO 2010
- Olio minerale (C.E.R. 13.02.05) a costo zero
- Inerti (C.E.R. 17.09.04) al costo di 10 €/ton (oltre I.V.A. del 10%)
- Oli vegetali (C.E.R. 20.01.25) a costo zero

DETERMINAZIONE N° 1235 DEL 24/12/2009
Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO PER EFFETTUAZIONE SERVIZIO DI RACCOLTA
DOMICILIARE DIFFERENZIATA DI CARTUCCE PER STAMPANTI ESAURITE - ANNO 2010
... premesso che la Caritas, nell’ambito del Progetto RI.CA.RI.CA. (patrocinato da Regione Lombardia, Legambiente Lombardia e W.W.F. Lombardia) attraverso il Consorzio "Farsi Prossimo", ha già avviato progetti riguardanti il recupero delle cartucce per stampanti esaurite presso altre Amministrazioni comunali lombarde, destinando il ricavato ad iniziative a favore di
soggetti deboli e svantaggiati;
... CONSIDERATO l’elevato numero di aziende che in questi anni stanno usufruendo gratuitamente del servizio a domicilio di ritiro delle cartucce esauste e che il numero di tali aziende cresce ogni anno, tanto che siamo passati da 55 aziende nel 2007 a 78 nel 2009, a dimostrazione dell’efficacia e dell’efficienza del servizio;
... DETERMINA ... di rinnovare fino al 31/12/2010 l’affidamento alla Cooperativa Sociale ... , per l’effettuazione del servizio di raccolta differenziata domiciliare delle cartucce per stampanti esaurite presso Uffici pubblici, Enti vari, Scuole ed Aziende presenti sul territorio comunale di Buccinasco e successivo smaltimento presso centri autorizzati, come previsto dal D.Lgs. 152/06,..., dietro corresponsione di un canone mensile pari a € 750,00 (I.V.A. 20% esclusa);

DETERMINAZIONE N° 1234 DEL 24/12/2009
Oggetto: ACQUISTO E FORNITURA CESTINI PER IL TERRITORIO COMUNALE
... n. 30 cestini mod. Bravo per un importo di € 65 cad

domenica 10 gennaio 2010

Tre anni

Questo blog festeggia oggi i tre anni di vita.
Ringrazio tutti coloro che mi hanno fermato dicendomi "ho letto sul tuo blog che ..." , ed anche quelli che aggiungono "... ma perché i media non riportano o danno così poco spazio a molte delle cose di cui tu parli?"

Spero di poter affrontare presto il lungo discorso del controllo dei media e della stampa con con qualche proposta interessate e condivisibile.

Per ora ringrazio tutti dell'affetto col quale mi seguite.

Potete continuare ad inviarmi i vostri consigli via blog o via mail all'indirizzo famigliagatti AT yahoo.it

P.S.: Nell'immagine spiego quanto NON voglio fare con questo blog: non vedere, non sentire e non parlare ...

sabato 9 gennaio 2010

Acquisti per la Protezione Civile

DETERMINAZIONE N° 1244 DEL 24/12/2009
Oggetto: Acquisto materiali di Protezione Civile – Impegno di spesa
€ 5.000,00
DETERMINAZIONE N° 1245 DEL 24/12/2009
Oggetto: ACQUISTO MACCHINA TURBINA SPALANEVE MOD. FERRARI 330 TRENDY
€ 3.480,00 IVA inclusa
DETERMINAZIONE N° 1246 DEL 24/12/2009
Oggetto: ACQUISTO DI BORSONI DA CAMPO PER GLI OPERATORI DI PROTEZIONE CIVILE.
€ 600.00 IVA

venerdì 8 gennaio 2010

Buon appetito !

GOVERNO: PRANZO BERLUSCONI-TREMONTI
(AGI) - Roma, 25 nov. - A villa San Martino ad Arcore si e' tenuto un pranzo di lavoro tra Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti. L'incontro e' durato circa due ore. (AGI) .
Tratto da: http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/201001081702-pol-rom0130-governo_pranzo_berlusconi_tremonti

Questo è il tipo di notizia per la quale è necessario fare un comunicato stampa !
Non, per esempio, per l'aumento della pubblicità nelle fasce orarie destinate ai programmi per bambini ... http://francogatti.blogspot.com/2010/01/epifania-anche-il-governo-fa-un-regalo.html

Cessione di ramo d'azienda: sartoria, trucco e acconciatura

Tratto da: http://www.ilgiornale.it/spettacoli/le_truccatrici_sciopero_non_vogliamo_andar_via/08-01-2010/articolo-id=412134-page=0-comments=1

Le truccatrici in sciopero: non vogliamo andar via - di Redazione

I dipendenti Mediaset che si occupano di sartoria, trucco e acconciatura hanno proclamato uno sciopero il 10 e 11 gennaio con diverse modalità. I lavoratori protestano perché da febbraio saranno ceduti a un’altra azienda: in sostanza non saranno più alle dirette dipendenze di Cologno, ma di una società esterna. Coinvolti sono 56 addetti di cui 26 a Cologno Monzese, 4 a Milano due e 26 a Roma. Videotime intende procedere alla cessione del ramo d’azienda poiché non considera i servizi di sartoria, trucco e acconciatura «attività caratteristica del processo produttivo televisivo». Di contro, i sindacati di categoria ribadiscono la loro contrarietà a ipotesi di esternalizzazione che riguardino attività o reparti del Gruppo Mediaset. I lavoratori hanno anche scritto una lettera aperta a Silvio Berlusconi, a Fedele Confalonieri e a Piersilvio Berlusconi «Molte di noi - scrivono le truccatrici - hanno percorso tutte le tappe della storia Mediaset, lavorando dietro le quinte, ma sempre con grande orgoglio e impegno, alla crescita della azienda. Riteniamo che la strada della espulsione dalla azienda delle risorse umane, in favore di soluzioni fragili e precarie, sia sbagliata e controproducente. Siamo e vogliamo restare parte di Mediaset». La del Tg5 ha espresso solidarietà.


  • N.B. La notizia è tratta da "il giornale", non da un quotidiano qualunque ...
  • la cessione di ramo d'azienda è relativo ad alcune figure chiave ...
  • che potrebbero avere avuto un ruolo anche nella "politica spettacolo" degli ultimi 18 anni ...

Una buona iniziativa che continua

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N° 254 DEL 22-12-2009
Oggetto: MANIFESTAZIONE FIERISTICA “PULCI...E NON SOLO” PER IL 2010 - INDIRIZZI
delibera ... di dare atto che la suddetta manifestazione si terrà ogni seconda domenica del mese e, quando presente, anche la quinta domenica (agosto escluso), dalle ore 07.00 alle ore 18.00;
... di dare atto che l’Associazione “PULCI E…NON SOLO” dovrà corrispondere quanto
dovuto per la tassa di occupazione suolo pubblico e tassa smaltimento rifiuti, secondo quanto previsto dai rispettivi regolamenti comunali;
... di precisare che lo svolgimento della manifestazione di cui trattasi, avrà luogo in Buccinasco lungo le vie Emilia, Grandi e Gobetti

Sito web: www.pulcienonsolo.it
Da 18 anni Pulci e non solo è una delle realtà più importanti, nell'hinterland milanese, per gli appassionati di cose antiche, vecchie, le curiosità.

Appuntamento Domenica 10 Gennaio a Buccinasco

AGGIORNAMENTO DEL 10 Gennaio 2010:
Nonostante quanto scritto nella delibera, oggi al mercatino numerosi avvisavano che nel 2010 in caso di 5a domenica del mese (come il 31 Gennaio) il mercatino non sarà a Buccinasco, ma a San Donato Milanese.
La turnazione esatta sarà quindi:
1a e 3a Domenica a Corsico
2a a Buccinasco
4a ed eventuale 5a a San Donato Milanese
(Secondo il calendario, nel 2010 i mesi con 5 Domeniche sono: Gennaio. Maggio, Agosto (?), Ottobre)

giovedì 7 gennaio 2010

Downshifting, downshifter

Downshifting: stile di vita mirante ad una maggiore semplicità.
Si esprime attraverso la scelta da parte di lavoratori bene integrati nel sistema, usualmente con redditi notevoli, di giungere ad una libera, volontaria e consapevole autoriduzione del salario bilanciata da un minore impegno in termini di ore dedicate alle attività professionali, in maniera tale da godere di maggiore tempo libero (famiglia, relax, hobby, ecc.).
Downshifter: è colui sceglie una maggiore disponibilità di tempo libero al miraggio di possibili brillanti carriere professionali.


Il concetto del downshifting è anche oggetto di una mail dal titolo "Desiderio di una bambina" o "Danza lenta", che circola da alcuni anni, e che racccoglierebbe i desideri di una bambina malato di cancro.
Purtroppo in questo caso, oltre alla meritoria indicazione di dedicare più tempo ai propri cari, c'è la bufala di una presunta raccolta di fondi che potrebbe avvenire spammando il mail verso i propri contatti. (maggiori informazioni nei commenti).

Consiglio quindi, come sempre, di interrompere la catena di spam, salvandone eventualmente solo il valore "umano" ...

Tram del '28, ghiaccio e neve

La curiosità Atm, i tram del ’28 per tenere puliti scambi e rotaie
di Redazione, Mercoledì 23 Dicembre 2009, 07:00
In gergo li chiamano «vettura carrelli» e risalgono al 1928. Sono venti e girano tutta la notte. Hanno attraversato la città in lungo e in largo ieri, e lo stesso hanno fatto la notte precedente. Nei giorni di emergenza neve Atm mette in campo questo semplice quanto utile accorgimento. Far girare ventiquattro ore su ventiquattro una vettura per linea: ciò permette che binari e scambi non si riempiano di neve e non gelino, fornendo contemporaneamente un monitoraggio in tempo reale della situazione. Perché si usano le vetture carrelli? I tram più vecchi sono quelli più alti, quindi possono circolare anche dove i binari attraversano prati, sono più agili perché costituiti da una sola vettura e non sono riscaldati in modo che la mattina le carrozze più confortevoli per i passeggeri siano pronte ad entrare in servizio.

mercoledì 6 gennaio 2010

Se ne parla all'estero: Cimurro in Svizzera

Tratto da Ticinonline: http://www.tio.ch/ Notizia del 05/01/2010 - 12:30
GRIGIONI - Il cimurro dilaga tra le volpi e i tassi in Val Poschiavo

COIRA - Lo scorso autunno il cimurro ha fatto la sua ricomparsa nei Grigioni. Nelle ultime settimane, in Val Poschiavo sono morti numerosi tassi e volpi a causa dell'infezione virale, ha comunicato oggi l'Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali.
Il virus, contagioso per gli animali ma non per l'uomo, è giunto in territorio elvetico attraverso l'Austria e il Liechtenstein. Sovente gli animali malati presentano un comportamento insolito. Qualora si osservino casi sospetti, è quindi opportuno segnalarli al guardiano della selvaggina competente.
Per il momento non è ancora stato osservato un contagio da animali selvatici a cani domestici, indicano le autorità grigionesi. Tuttavia una tale eventualità non può essere esclusa: i proprietari di cani sono quindi invitati a esaminare l'opportunità di una vaccinazione, qualora non fosse già stata effettuata.
ats

Tratto da: www.elpolivalente.it/dogoargentino_ita/salute.htm
CIMURRO
Viene trasmessa per contatto diretto o mediato, colpisce i cani di tutte le età ed ha un periodo d’incubazione di tre-sette giorni.
I sintomi che si manifestano sono: secrezioni nasali e oculari, tosse con complicanze pol­monari fino alla broncopolmonite, gastroenterite, temperatura molto elevata (41°C) nella prima fase della malattia, pressoché normale durante lo stadio nervoso.
Durante questa fase si possono verificare danni al sistema nervoso irreversibili (paralisi al treno posteriore e tic ner­vosi). Questa malattia è frequentemente letale. Il metodo migliore per evitare la malattia, sono, le vaccinazioni e i richiami.

10 Uncommon Job Hunt Tactics That Work

Potete leggere la versione integrale nei commneti, o nel sito: http://newgradlife.blogspot.com/2010/01/get-job-with-10-uncommon-job-hunt.html

10 Uncommon Job Hunt Tactics That Work
Posted by: Terrance Williams, Posted: Tue, 05 Jan 2010 00:10:00 PST12:10 AM

Before you can get a job, you need to know which job search strategies work and which do not. Take a look at these tips to find out how to make your job hunt more effective.

1. Hire a cold caller.
Cold calling to get a job really works–if you're good at it. Your ability to sell yourself on the phone shows exceptional sales skills, self-confidence, drive, and commitment. But most cold calls are executed poorly for the job hunt.
...
2. Use proactive recommendations.
Instead of waiting for a hiring manager to ask for job references, have your job reference call immediately. This works well if you have a heavy-weight reference, like a well-known CEO or someone who knows the hiring manager. But it also works well if you have little career experience. In fact, if you are just starting out with your job search it's a great tool.
...
3. Stay organized with job hunt software.
How many times have you put the wrong name on a cover letter? Forgotten where you applied? Forgotten what the job was? You need to be organized right off the bat – maintain an Excel spreadsheet with all your contacts. This essential for the job hunt.
...
4. Turn a non-job into a job.
Many companies use temp agencies as recruiting firms. Instead of going through the interview process, companies sift through temp workers until they find one they like. So when you find yourself temping at a company you like, give a star performance; even if the work doesn't require much skill, personality matters a lot in this sort of situation, so be fun and charming. And don't be shy about asking for full-time work.
...
5. Use social networking sites.
Some, like LinkedIn, are full of professionals who understand that a good job hunt is not an event but a way of life. Most of these people are good networkers and emphatic about making sure they are in a job they love; definitely the types you should be hanging out with, so sign up and create your own profile.
...
6. Date someone with a network.
Ubiquitous job hunting question: What if I don't have a good network? Match with someone who does and use theirs.
...
7. Use U.S. mail.
You're probably not going to get past the automated resume scanner at a big corporation. Even qualified candidates don't get through. So don't even think about getting through if you're not a perfect match.
Instead, circumvent the system with snail mail. That's right. Go to Kinko's and buy some of that bonded resume paper that you always wondered who was using. Find the name of the hiring manager and send the letter directly to her. Chances are she receives 200 emails a day and one or two pieces of physical mail a day. So at least you know she'll see what you sent.
...
8. Write a blog.
Don't tell yourself that blogs are for kids. They're not. They're for professionals to get noticed.
...
9. Comment on blogs.
Realistically, most people don't have the time or mental energy to maintain a blog. But you can target people you would like to work for and start commenting on their blog. Bloggers notice the people who regularly send great comments. This is a way to enter into a conversation with someone you want to notice you.
...
10. Be nice.
People who are perceived as nice get hired more frequently," says Robin Koval, co-author of The Power of Nice: How to Conquer the Business World with Kindness.
...

Epifania. Anche il Governo fa un regalo ai nostri figli

Oggi, giorno dell'Epifania, è giusto ricordare un regalo che il viceministro Paolo Romani ed il Governo hanno fatto ai nostri figli.
Su proposta del viceministro Romani, il Governo Italiano ha aumentato la pubblicità nelle fasce orarie destinate ai programmi per bambini e previsto la possibilità di avere un totale di interruzioni pubblicitarie (tra spot e telepromozioni) del 20% l'ora per le tv commerciali in chiaro.
Consentito anche l'inserimento di marchi e prodotti nelle serie televisive.

Grazie governo ?

Fonte: http://www.altroconsumo.it/etichetta-e-pubblicita/piu-pubblicita-in-tv-anche-per-i-bambini-il-governo-cambi-rotta-s263343/NLM/1.htm

martedì 5 gennaio 2010

Nuovo PGT (ancora ...!)

Ecco quanto appare da alcuni giorni nel sito del Comune di Buccinasco: LINK

Avvio delle procedure per l’approvazione degli atti costituenti il PGT - PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO - L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i.

AVVIO DELLE PROCEDURE per l’approvazione degli atti costituenti il PGT

IL SINDACO Visto l’articolo 13, comma 2, della LR 12/2005 e s.m.i.;

RENDE NOTO che con deliberazione della Giunta comunale del 16/12/09, n. 240 è stato formalizzato l’avvio del procedimento amministrativo per l’approvazione degli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio (PGT), composto da: il documento di piano; il piano dei servizi; il piano delle regole;

che in questa fase chiunque abbia interesse, anche per la tutela degli interessi diffusi, può presentare suggerimenti e proposte mediante memorie e segnalazioni scritte, così da consentire all’Amministrazione di avere un quadro esaustivo ed aggiornato delle aspettative e delle sopravvenute esigenze in vista dei successivi provvedimenti di competenza dell’Amministrazione stessa;

INFORMA che i suggerimenti e le proposte relative agli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio (PGT), in forma scritta, dovranno essere indirizzati a:
Comune di BUCCINASCO - Ufficio di Piano – PGT - Via Roma, 2 - 20090 BUCCINASCO (Milano)
e pervenire all’Ufficio Protocollo – Comune di BUCCINASCO, entro la scadenza del 01.02.2010

Il modulo-tipo per la presentazione di suggerimenti e proposte è pubblicato sul sito del Comune: www.comune.buccinasco.mi.it o è reperibile presso l’atrio del Comune in via Roma, 2

In ogni caso, le predette segnalazioni non vincoleranno l’Amministrazione nell’assunzione di successivi adempimenti né la obbligheranno a dare puntuali risposte di merito alle stesse, non rientrando nelle fattispecie previste dalla L. 241/90 e successive modificazioni.
Allegato: Scheda_proposte... http://www.comune.buccinasco.mi.it/allegati/Scheda_proposte_PGT.pdf

******************************************************************
Quindi la Giunta Cereda ter si è riunita il 16 Dicembre 2009 ed ha scelta di rimettere mano al PGT. Poco dopo due assessori se ne sono andati, lasciando al Sindaco le deleghe sull'argomento.

Ora i cittadini entro il 1° Febbraio possono fare suggerimenti e proposte, ma l'amministrazione potrà completamente ignorarli, non essendo tenuta a dare alcuna risposta.