IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 31 gennaio 2011

100 euro/mese

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N° 18 DEL 26-01-2011
Oggetto: MISURE PER IL CONTENIMENTO DELLA SPESA PER LA TELEFONIA
MOBILE DELL’ENTE
.. SI PROPONE
1) di introdurre, dalla data di esecutività della presente deliberazione, le seguenti misure per il contenimento della spesa relativa alle linee di telefonia cellulare assegnate in dotazione ad Amministratori e dipendenti/collaboratori, ai sensi dell’art. 2, comma 594 della L. 244/07 e della deliberazione di G.C. n° 294/08:
1. Assessori/Consiglieri comunali: a ciascun Assessore/Consigliere comunale sarà riconosciuta una spesa pari ad € 100,00 (IVA esclusa) di traffico effettivo come media mensile calcolata al termine di ciascun anno; la spesa sopra indicata verrà rimborsata da ciascun utente mediante trattenuta sui compensi spettanti a titolo di indennità e/o gettone di presenza;
2. Dipendenti/Collaboratori: ai Coordinatori/Responsabili di Posizione Organizzativa, agli addetti ai Servizi Tecnici, di reperibilità e vigilanza, sarà riconosciuta una spesa pari ad € 100,00 (IVA esclusa) di traffico effettivo come media mensile, calcolata al termine di ciascun anno; la somma eccedente la spesa sopra indicata verrà rimborsata da ciascun utente mediante trattenuta sul primo
stipendio utile; ai restanti dipendenti/collaboratori la linea assegnata verrà limitata, per le chiamate in uscita, ai seguenti numeri:
numeri di telefonia mobile dell’Ente;
numeri interni della Sede Municipale.
2) di dare atto che le sopra citate limitazioni non si applicano alle linee assegnate al Sindaco ed all’Ufficio Stampa Istituzionale.



Come è andato il falò della merla ?

Leggete un commento in
http://www.prolocobuccinasco.it/home.html

giovedì 27 gennaio 2011

Dall' Albo Pretorio

ASCIUTTE NAVIGLIO 2011
Pubblicazione nr.: 2011/000072
Atto: Varie - n. 6812 del
Data affissione: 22/01/2011 - Data scadenza: 14/11/2011 - (296) giorni
Ente: COMUNE DI BUCCINASCO - VIA ROMA

DETERMINAZIONE N° 92 DEL 24/01/2011
Oggetto: RIVESTIMENTO INTEGRALE PALI SEGNALETICA STRADALE
TRIALSYSTEM (Wallcovering Pubblicità Srl)
... DETERMINA ... di approvare l’offerta tecnico/economica allegata (prot. 18588 del 09/11/2010) per la fornitura e la messa in opera di rivestimenti integrali di pali della segnaletica stradale brevetto TrialSystem;
... di impegnare la somma complessiva di € 19.998,00 ...

martedì 25 gennaio 2011

Vincenzo Ortolina e CL

L'amico Vincenzo Ortolina mi invia un articolo sulla situazione politica. Secondo me pecca di buonismo, ed alcuni giudizi sono molto (troppo) leggeri, anche se costituiscono comunque un buon spunto di riflessione.


VITTIME E CARNEFICI

La frase più significativa del noto intervento di Bagnasco, per i berlusconiani di tutte le risme, sembra essere, "ovviamente" (?), quella riferita all'"ingente mole di strumenti di indagine" utilizzata dalla magistratura. Affermazione obiettivamente un po' fuori luogo, che fa supporre, secondo taluni, l'intenzione del vertice della CEI di dare, come si suol dire, un colpo al cerchio e uno alla botte. Anche se, in realtà, il giudizio sui comportamenti del premier (e chi, se non lui, pur non citato direttamente?) è nettissimo, come pure l'invito a fare chiarezza "nelle sedi opportune". Quello che non convince è quando la Chiesa (non soltanto nella presente occasione) auspica, sostanzialmente, una sorta di "pacificazione" nazionale, dando l'impressione di non rendersi conto che ciò è del tutto impossibile, se Berlusconi non se ne va. Nella situazione data, sono infatti immaginabili altri anni di governo "tranquillo" (magari non pochi, nel caso si andasse a elezioni anticipate e costui rivincesse, nonostante tutto, anche grazie a una legge elettorale nefanda) sotto la guida di costui? Ed è questo, davvero, l'interesse del paese? Ogni persona "saggia" (a partire dagli uomini di Chiesa) non può non comprendere che no, non può essere. Più in generale, sulle note vicende, mi sorprende l’atteggiamento di “Comunione e Liberazione” (CL). O meglio, di CL quando indossa (e lo fa spesso) i panni della politica, dismettendo quelli di “movimento ecclesiale”. Le ultime apparizioni in TV dei loro massimi esponenti, sul tema, le ho trovate semplicemente penose. Qualche sera fa, al TG 3 della notte, a rappresentare di fatto la “maggioranza” c’erano Paolo Liguori, l’ex sessantottino ora estremista berlusconiano ” (che, com’è sua abitudine, è parso molto arrogante, impedendo quasi ai suoi interlocutori, di parlare), e Luigi Amigone, il direttore del mensile “ideologico” del gruppo. I due hanno, innanzitutto, ripetuto il “refrain” del centrodestra: giudici carnefici, Berlusconi vittima. L’ex “lottacontinuista” in particolare ha così attaccato con veemenza la Boccassini, la quale proprio in questi giorni, guarda caso, è nel mirino dei quotidiani “di famiglia” (e sappiamo come si muovono, questi!). Nel merito, le tesi, anche un po’ alternative, sono state: in casa sua ciascuno fa ciò che vuole. La magistratura non osi “origliare” (neppure se si commettono “reati”, a parte i “peccati”, che non le competono?). Ad Arcore, e “dépendances”, comunque, non è accaduto nulla di grave. Sono montature dei “media”. E, in ogni caso, anche se fossero vere le accuse al premier, da “cristiani” (lo ha affermato persino Formigoni, scomodando inopportunamente il Vangelo) dobbiamo semplicemente ricordarci la frase di Gesù a riguardo dell’adultera: “Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei” (Giovanni, 8, 7). Consequenziale, a questo punto, il rimando di altri cattolici non soggiogati da Berlusconi a un’altra, tremenda frase del Vangelo “E’ inevitabile che vengano scandali, ma guai a colui a causa del quale vengono. E’ meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli” (Luca17, 1, 2). In conclusione, Liguori e Amigone meglio persino dei Cicchitto, dei Capezzone, dei Gasparri e compagnia cantante, nella difesa del capo del governo. E, soprattutto, apparentemente non consapevoli che, per il mondo cattolico più sensibile, non contano tanto i singoli episodi di cui si sta parlando, ma il complessivo clima “etico” (negativo) prodotto dal berlusconismo. Questi, dunque, sono i “ciellini” che fanno politica. E’ in ragione di ciò che, da cattolico democratico, non li amo, se posso dirlo pubblicamente.

VINCENZO ORTOLINA
25 gennaio 2011

Stop al Radiobus

Segnalo un articolo sull'argomento:
http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_gennaio_21/stop-radiobus-protesta-donne-atm-181300431950.shtml

Il Comune: pronto un nuovo sistema di navette serali a fermate fisse
Stop al Radiobus, donne in rivolta
La protesta delle utenti: «Non si può più prenotare la navetta». L'Atm: è poco efficiente. Personale dimezzato
Il Comune: pronto un nuovo sistema di navette serali a fermate fisse

MILANO - «Il Radiobus non è disponibile». Prova a prenderlo: il call center rimbalza la richiesta. Non c'è per la signora che torna dal teatro, l'impiegata della casa editrice, la cuoca dell'hotel di lusso, la ragazzina che esce dal cinema. Non c'è per le donne che da dieci anni utilizzano «un mezzo di trasporto comodo, economico e sicuro». Alzano il telefono, ci provano, ma vengono lasciate a piedi. Adesso sono in rivolta: «Da due mesi - protestano - non riusciamo a prenotare il servizio». La navetta non passa più. Uscì nel 2000, alle dieci di sera, era l'innovativo servizio a chiamata di Atm disponibile fino alle 2 di notte, il minibus che funziona come un taxi e costa come un autobus (meno di 4 euro). È arrivato al capolinea: «Il sistema - dice l'azienda - non è efficiente». Quando viaggia, gira a vuoto: uno, al massimo due passeggeri per corsa, e 14 posti liberi. Ma poi, chi lo guida? Il personale, in dieci anni, è stato dimezzato: resistono meno di 50 autisti per un'ottantina di mezzi. L'ultimo esodo risale a Capodanno: 15 conducenti sono stati trasferiti nella neonata Atm servizi diversificati, la società che, tra gli altri compiti, trasporta i milanesi da San Babila a Linate. Il sindacato dà il Radiobus per «morto», sostiene che Comune e azienda «lo stanno svuotando, per poi chiuderlo». L'Atm precisa, per il presente, che «non c'è nessun cambiamento di orario né diminuzione delle corse». Quanto al futuro, «il Radiobus non sarà eliminato, ma sono allo studio soluzioni che consentano di dare un servizio migliore».

La domanda, oggi, non riesce più a incrociare l'offerta o viceversa: troppo farraginoso il modello di prenotazione, complicato allineare i tragitti dei passeggeri, dispendioso gestire una flotta low cost per «solo» 700 clienti abituali e assicurare tragitti «punto a punto» senza dissanguare i bilanci. Il Radiobus costa molto, viaggia poco e incassa meno: ogni anno, dicono fonti sindacali, «perde» oltre 4 milioni di euro. «Nel tempo si è trasformato in un servizio quasi individuale, non più collettivo» riflettono a Palazzo Marino: «Riusciamo a servire poche persone».

La svolta è vicina. Comune e Atm stanno lavorando a un progetto di ristrutturazione che potrebbe venir pronto in primavera: il sistema di navette serali sarà agganciato a una rete di fermate prestabilite, collegherà una mappa di punti di raccolta davanti a cinema, teatri, luoghi pubblici e non sarà più organizzato sulle singole esigenze di spostamento dei passeggeri. Il progetto, ancora da limare, è pensato per semplificare i percorsi, tagliare i tempi e assorbire gli sprechi. E s'inserisce in un piano più generale di «potenziamento del sistema di trasporto notturno» che intreccia le nuove linee circolari di periferia, affianca i Bus by night per la movida e «prevede l'individuazione di alcune linee "di forza" attive tutta la notte in virtù dei flussi e dei percorsi più richiesti». Al Radiobus tradizionale sarà dunque applicato il modello del bus di quartiere: le circolari chiuse, già operative a Noverasco, Bruzzano, Rogoredo e Forlanini, trasportano una media di 7-8 passeggeri. «Sono più efficienti»: da marzo-aprile copriranno altri 9 spicchi di città.

Gianni Santucci Armando Stella
21 gennaio 2011

lunedì 24 gennaio 2011

Un nuovo sito per Buccinasco: la ProLoco

Segnalo che è attivo un nuovo sito con informazioni su Buccinasco:
www.prolocobuccinasco.it

Come notizia del giorno pubblico quella sul falò della Merla di Sabato 29 Gennaio.

SABATO 29 GENNAIO LA PRIMA DEL NOSTRO
FALO' DELLA MERLA
PREVISIONI SUL 2011 DALLA SORTE DELLA MERLA

Tutto pronto per il "1° Falò della Merla". La catasta pirica, alta 5 metri è pronta per scaldare la serata del 29 gennaio. Il Falò si Svolgerà sul campo di fronte all'incrocio di Gudo Gambaredo, la proprietaria, la " Cascina Santa Marta" di Zibido, l'ha messo gentilmente a nostra disposizione. Abbiamo deciso di differenziarci dalla solita data del 17 gennaio intendendo così suggellare la notte più fredda dell'anno che segna anche il lento inizio verso il ritorno della primavera.
Attenzione! Non ci sarà invece la Santa Messa alle ore 18.00 a Gudo. (alla stessa ora ci sarà alla Parrocchia di Romano Banco, Via Marzabotto oppure ad Assago).

Il Falò verrà acceso alle 19.00 in punto. Nelle immediate vicinanze saranno disponibili caldarroste, vin brulè, cioccolata calda con latte di giornata, salamerle alla griglia e prodotti tipici, dalle 19.30 sarà disponibile la risottata preparata dalla Trattoria Santoro.
Il vin brulè è offerto dalla ProLoco le altre consumazioni saranno a pagamento; i proventi serviranno a sostenere le attività di ProLoco Buccinasco.
L'evento avrà un sottofondo musicale offerto da Peppino, musicista spesso all'opera nella vicina Trattoria Santoro. Il servizio audio del Comune di Buccinasco permetterà di spiegare gli eventi e diffondere la musica.

Verso le ore 19.30-19.45 quando il rogo sarà al suo apice, si arriverà al momento clou della serata: il volo della merla fantoccio che grazie ad una teleferica (costruita dalla famiglia Quadrio di Gudo) volerà attraverso il fuoco ad indicarci l'auspicio di un anno di prosperità (se indenne dalle fiamme) oppure i presagi di un anno difficile (se s'incendierà o s'incepperà nel suo volo).
Durante la serata sarà possibile iscriversi a ProLoco Buccinasco (20€) e sostenere così le nostre iniziative

giovedì 20 gennaio 2011

Pista da Skateboard

DETERMINAZIONE N° 53 DEL 17/01/2011
Oggetto: CENTRO SPORTIVO “G. SCIREA”. MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA PISTA DA SKATEBOARD PER L’ANNO 2011 (...)
... la realizzazione di uno skatepark, costituito da pista e rampe in compensato marino okumè, trattato con impregnante antimuffa ignifugo ... i lavori si sono conclusi in data 12/02/2010
... DATO ATTO che la pista da Skateboard all’interno del Centro Sportivo “G. Scirea” risulta, ad oggi, in stato di evidente degrado e che necessita, pertanto, di opportuna manutenzione straordinaria e periodica; (Ndr: dopo un anno ?)
... intervento di manutenzione straordinaria (sostituzione e/o regolazione degli elementi in opera) dell’importo di € 6.489,00 e di due interventi di manutenzione periodica (previsti per aprile e ottobre 2011) dell’importo di € 750,00 ciascuno
... DETERMINA ... di impegnare la somma complessiva di € 9.586,00

Il nuovo albo pretorio on line è un'ottima cosa ...

... ma qualche volta le informazioni pubblicate non sono ancora complete ...

Ad esempio non sono riuscito ad aprire la
Delibere di Giunta n.4 del 12/01/2011
MANIFESTAZIONE FIERISTICA "PULCI...E NON SOLO" PER IL 2011 - DIRETTIVE
L'anno scorso Buccinasco aveva perso alcuni di questi eventi: mentre in precedenza Buccinasco ospitava il mercatino sia la 2a Domenica del mese, sia (quando presente...) la 5a, a partire dal 2010 il mercatino della 5a domenica si è invece trasferito a San Donato.
Chissà cosa ci aspetta per il 2011? Non resta che attendere che la delibera sia accessibile !


Un'altra delibera inaccessibile è la Delibere di Giunta n.3 del 12/01/2011
CORREZIONE ERRORE MATERIALE - DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 241 DEL 24/11/2010
In questo caso posso solo ricordare che la delibera di riferimento è questa: Delibere di Giunta n.241 del 24/11/2010
PATROCINIO AL COMITATO PRESEPE VIVENTE DI GUDO GAMBAREDO PER LA REALIZZAZIONE DEL PRESEPE VIVENTE - 19 DICEMBRE 2010
Vedremo di cosa si tratta...!

martedì 18 gennaio 2011

Se ne parla all'estero: acquisto di armi da assalto

Segnalo un commento di Alexandre Stille (ed i successivi post):

Come mai uno squilibrato può comprare una pistola Glock?
tratto da: http://stille.blogautore.repubblica.it/2011/01/10/come-mai-uno-squilibrato-puo-comprare-una-pistola-glock/

lunedì 17 gennaio 2011

Ma come funziona la raccolta differenziata a Buccinasco ?

segnalo questo vademecum:
http://www.mi-lorenteggio.com/news/10647

A proposito del referendum "FIAT" ...

Luigi Saccavini sul suo blog segnala questo articolo:
http://www.lavoce.info/commenti/281002095.html

domenica 16 gennaio 2011

Un giorno dovrò rendere conto anche di questo...

Grecia: affonda imbarcazione diretta in Italia, 22 clandestini dispersi

Atene, 16 gen. (Adnkronos/Dpa) - Ventidue persone risultano disperse dopo che un'imbarcazione con a bordo centinaia di clandestini diretti in Italia e' affondata al largo dell'isola di Corfu'. La radio ellenica ha riferito che 241 immigranti sono stati tratti in salvo mentre proseguono ad opera di pattuglie navali e diversi aerei le ricerche in mare dei dispersi. Il capitano dell'imbarcazione aveva lanciato un segnale per richiedere aiuto quando la nave si trovava a 50 chilometri circa dalle coste di Corfu'.

Tratto da: http://it.notizie.yahoo.com/7/20110116/twl-grecia-affonda-imbarcazione-diretta-09e26cd.html

Il sindaco di Buccinasco difende gli 80enni accusati di fare sesso a pagamento con le minorenni. A priori.

Si è vero, il Sindaco di Buccinasco (CL - PDL) ha sentito l'impellente necessità di rilasciare un'intervista per affermare la propria solidarietà a Berlusconi.
Non ha nessun dubbio sul fatto che le accuse potrebbero essere provate. Berlusconi FA SEMPRE BENE, E' SEMPRE NEL GIUSTO, a priori.
Cattolici e laici della maggioranza sono ovviamente d'accordo, non sentono il bisogno di smarcarsi. Per la maggioranza che sostiene questo Sindaco una dichiarazione come questa è giusta e condivisibile. Anche Cereda, come Berlusconi FA SEMPRE BENE, E' SEMPRE NEL GIUSTO, a priori.

Ma al di là delle mie interpretazioni, ecco quanto ha dichiarato il Sindaco protempore di Buccinasco a http://www.mi-lorenteggio.com/news/10651:

Pubblicata il 15/01/2011 alle 15:57:00 in Politica
Bunga bunga. Il sindaco di Buccinasco solidale con Berlusconi

"La procura investe risorse per incastrare Berlusconi mentre i veri criminali continuano a commettere reati"

(mi-lorenteggio.com) Buccinasco, 15 gennaio 2011 - "Ogni giorno in Italia qualcuno muore perchè non si è stati in grado di arrestare e trattenere in prigione un assassino. - così Loris Cereda, Sindaco di Buccinasco, commenta la vicenda Ruby - Ogni giorno centinaia di donne vengono stuprate, perseguitate e magari uccisi da molestatori che tornano in libertà perchè i tempi della giustizia sono lunghi. Ogni giorno criminali veri 'la fanno franca' e continuano a delinquere mentre di loro si perdono le tracce. E allora mi chiedo: tutte queste risorse che la procura sta mettendo in campo per cercare di incastrare Berlusconi, non potrebbe indirizzarle per combattare coloro che davvero sono responsabili di gravi atti contro il vivere civile? Penso ai veri criminali liberi, a chi mette e sfrutta le ragazze sui marciapiedi e anche alle vittime...a chi perde un parente, un amico o un figlio... Mai come oggi sono stato solidale con il Presidente Berlusconi"

sabato 15 gennaio 2011

Buon compleanno Wikipedia


Molti di noi usano Wikipedia. Il quotidiano "Repubblica" dedica un articolo al suo decimo compleanno:
http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2011/01/11/news/10_anni_wikipedia-11072136/

martedì 11 gennaio 2011

Tutti i bambini di Buccinasco sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri

Il sito del PD di Buccinasco pubblica un ragionamento di di Giambattista Maiorano sui fondi destinati dal comune di Buccinasco alla scuola materna ex parrocchiale, dal titolo
MATERNAPARROCCHIALEDI ROMANO BANCO: E VIA CHE IL BILANCIO COMUNALE SI SBILANCIA
link: http://www.pdbuccinasco.it/public/post/materna-8220parrocchiale8221-di-romano-banco-e-via-che-il-bilancio-comunale-si-sbilancia-1119.asp#more

Ecco alcuni numeri:
In base al consuntivo per l’anno scolastico 2009/2010, approvato il 20 dicembre 2010, vista la riduzione dei contributi dello Stato (soldi di tutti gli italiani, amministrati da PDL, CL e Lega) e della Regione (soldi di tutti i lombardi, amministrati da PDL, CL e Lega), la Amministrazione di Buccinasco (PDL, CL ed altri...) si offre di coprire il disavanzo con soldi di tutti i buccinaschesi.
Oltre i 552.000 euro già a bilancio, ne pagheremo altri 17.812.

Secondo i calcoli di Maiorano, ogni famiglia di Buccinasco versa complessivamente, 60/70 euro alla MaternaParrocchialedi Romano Banco.

Ma quanto spende per le altre scuole materne? In questo caso i dati di Maiorano risalgono al 2005/6, e raccontano di un costo di circa 300 euro pro capite/anno per le statali, e maggiore di 1.600 euro pro capite/anno per laparrocchiale”.

Scelta politica di far pagare rette basse a chi frequenta la scuola confessionale privata, e dare servizi sempre peggiori a chi invece sceglie le scuole pubbliche.

Potremmo poi aggiungere (ma Maiorano non lo fa) la mancanza di una valutazione dei risultati della scuola privata (la famosa meritocrazia di cui si riempiono la bocca alcuni esponenti del PDL), e la mancanza di criteri conosciuti per la formazione delle graduatorie di chi sia tanto fortunato da avere una "propria" scuola a spese e danno degli altri.

Orwell scriveva: "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri".
Oggi potremmo scrivere "Tutti i bambini di Buccinasco sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri"

La dinamica interna ad alcuni partiti


Vedendo questa immagine mi sono vnute in mente certe dichiarazioni fatte da dirigenti di partito che dovrebbero avere molta esperienza alle spalle ...

lunedì 10 gennaio 2011

Finalmente !

Sarò anomalo, ma come cittadino e contribuente sono contento che Valentino Rossi non sia più il testimonial di una società telefonica italiana.
Che sia il segno che qualcosa sta cambiando nella sensibilità dei miei compatrioti ?

Link da Wikipedia: La questione fiscale
Il 3 agosto 2007 l’Ufficio di Pesaro dell’Agenzia delle Entrate contesta a Rossi compensi non dichiarati per 58.950.311 euro, relativi al periodo 2000-2004. Considerando Irpef, Irap e Iva, l’evasione fiscale è pari a 43,7 milioni di euro. Il fisco chiede anche il pagamento delle sanzioni e degli interessi, per un totale complessivo di 112 milioni di euro. Per tutti e 5 gli anni in questione, Rossi aveva presentato una dichiarazione Irpef con un reddito inferiore a quello reale. Lo stesso dicasi per l’Irap e l'Iva del 2000, mentre per il quadriennio 2001-2004 non ha presentato alcuna dichiarazione Irap e Iva.
Il pilota si è difeso affermando di aver rispettato la legge e di aver pagato tutte le imposte dovute nel Regno Unito, paese UE, dove risulta residente.
Nel febbraio del 2008 è stata resa nota la notizia che Rossi ha raggiunto un accordo con l'Agenzia delle Entrate patteggiando il pagamento di 19 milioni di euro per il periodo 2000-2004 e 16 milioni per il periodo 2005-2006: trenta milioni legati ai guadagni del periodo e 4,8 milioni legati alla mancata dichiarazione.[10] Per eliminare le sue pendenze anche nei confronti della magistratura, nel maggio del 2009 Rossi chiede alla Procura di Pesaro un patteggiamento a sei mesi di reclusione, anche se non sconterà mai tale pena né il suo nome verrà menzionato nel casellario giudiziario.

10 Gennaio 2007 - 10 Gennaio 2011

Questo blog ha 4 anni !

domenica 9 gennaio 2011

Popolo del Buongoverno: l'esempio della Metropolitana di Assago

Segnalo due articoli al riguardo, che sembrano sottolineare le (in)capacità organizzative di alcuni nostri amministratori.
Articoli da rileggere quando sentiremo parlare della "attenzione con la quale vengono utilizzati i soldi delle nostre tasse" ...

LINK 1: MM Assago la storia infinita e siamo al paradossale
http://buccinasco.cittaideale.cerca.com/1700/mmassago-la-storia-infinita-e-siamo-al-paradossale/

LINK 2: Caputo (Pd), Mm 2 Assago disastro e vergogna
http://www.rinopruiti.it/dblog/articolo.asp?articolo=2077

Il popolo lo vuole ! Dio lo vuole !

Un amico mi segnala un possibile parallelo tra la storia greca e la politica italiana di oggi.
Il personaggio che da Atene sembra essersi trasferito a Milano e Roma è il dittatore Pisistrato.
Consiglio di leggere la sua biografia al
link e link; copio qui solo alcune frasi, che sembrano molto attuali:

L'investitura popolare ...
... Per ottenere l'appoggio popolare, Pisistrato ricorse a uno stratagemma: si procurò delle ferite per mostrarle in pubblico quale prova di un'aggressione subita da parte dei propri rivali. ... Il popolo decretò per lui l'istituzione di una guardia del corpo di 300 mercenari con la quale Pisistrato occupò l'Acropoli ... prese il potere come dittatore

La seconda dittatura
... Pisistrato e Megacle ... ingannarono gli ateniesi facendo credere che Atena in persona era arrivata per proclamare Pisistrato tiranno, travestendo una tale Phye, giovane contadina alta cinque cubiti, di grande bellezza, con l'armatura della dea ... per sfilare in processione per la città su un carro, a diffondere la voce che la dea stessa consigliava agli Ateniesi di richiamare Pisistrato in città come dittatore ...

sabato 8 gennaio 2011

A proposito del costo dei carburanti (e di certe campagne promozionali / politiche...)

Torno sulla bufala dell'ipotetica iniziativa di Grillo per abbassare i prezzi dei carburanti LINK aggiungendo qualche altra informazione

a) Forse il fatto che questo SPAM sia tornato in circolazione è voluto, per tentare di creare una fama "positiva" al comico genovese, attribuendogli presunti meriti che non ha ? (e dividere le forze dell'opposizione ?)

b) Dal punto di vista economico, il file parte da un assunto sbagliato, e cioè che il prezzo dei carburanti dipenda per la maggior parte dalle compagnie petrolifere. In realtà in tutta Europa la maggior parte del costo di benzina e gasolio è per tasse, e solo una piccola parte resta alle compagnie petrolifere ed ai benzinai.

c) Molti ricorderanno il limite dei 110 km/ora messo in autostrada circa 20 anni fa.
I risultati furono:
- viaggiando tutti a velocità simili c'erano meno sorpassi --> meno incidenti
- con un traffico più fluido --> la velocità media (non quella massima !) era superiore, ed in un viaggio lungo (es. Milano - Roma) la differenza di tempo per il viaggio era di pochi minuti
- (soprattutto !) il consumo per carburanti si era ridotto di un terzo!

Meno carburanti venduti, vuol dire meno tasse, meno soldi per lo Stato che dovrebbe tagliare dei servizi ---> dopo pochi mesi "su pressione" dei cittadini il limite fu tolto.

Anche le compagnie petrolifere furono "danneggiate" dai consumi inferiori: vendendo meno carburante avevano meno incassi, ma anche meno spese. Aumentando solo di poco i margini (che sono su una percentuale piccola del costo alla pompa !) avrebbero potuto rifarsi.

d) Se vogliamo pagare meno per i carburanti possiamo usare le strategie consigliate dalle associazioni di consumatori serie:
- evitare sgommamenti e prestazioni "stupide"
- evitare di viaggiare con portapacchi e portasci
- tenere gli pneumatici gonfi correttamente
- scegliere di acquistare carburanti c/o le pompe con prezzi più bassi, come quelle indipendenti e quelle presso i grandi supermercati
- scegliere il fai da te (come normale nel resto d'Europa, dove infatti i carburanti costano meno !)
- tra i punti per fantastici premi ed uno sconto, scegliere lo sconto

Che ne pensate ?
Ciao
Franco

venerdì 7 gennaio 2011

Il miglior presidente del Consiglio degli ultimi 150 anni

Con il titolo "Disoccupazione ancora a livelli record, vola quella giovanile" Milano Finanza LINK pubblica un articolo che mostra l'abilità del nostro Presidente del Consiglio:

Ecco qualche dato:

Tasso di disoccupazione a Novembre: '8,7%, +0,4% su base annua.
Il tasso è il livello più alto dall'inizio delle serie storiche mensili, ovvero dal gennaio del 2004.
Numero di persone in cerca di lavoro in aumento del 5,3% su anno (+110.000 unità).

Tasso di disoccupazione giovanile: 28,9%, + 0,9% verso Ottobre, + 2,4% verso il 2009.

Tasso di disoccupazione degli uomini: 7,8%, - 0,1% verso ottobre ma +0,4% verso novembre 2009
Numero inattivi + 1,2% verso Ottobre, +2,5% su base annua.

Donne disoccupate: +1,5% rispetto a ottobre, +5% rispetto a novembre 2009
Tasso di disoccupazione femminile: 10% (+0,1% su mese e +0,3% su anno).
Donne inattive -0,5% su mese e -0,4% su anno
Occupazione femminile +0,7% congiunturale +1,4% tendenziale.


mercoledì 5 gennaio 2011

Libri su di noi (aggiornati al 2002)

DETERMINAZIONE N° 1382 DEL 29/12/2010
Oggetto: ACQUISTO VOLUMI "BUCCINASCO UNA STORIA"
... PREMESSO che l'Amministrazione Comunale ha patrocinato, nell’anno 2002, la
realizzazione e la pubblicazione di un libro sulla storia del Comune intitolato "Buccinasco una storia";
... DETERMINA ... di acquistare, per i motivi in premessa indicati, n.100 copie del volume "Buccinasco una storia" dalla Casa editrice Staff di Corsico al costo di € 15,00 cadauna, I.V.A. e sconto del 16,67& compresi, per una spesa totale di € 1.500,00;

2a edizione "Invito all'arte"

DETERMINAZIONE N° 1378 DEL 28/12/2010
Oggetto: REALIZZAZIONE 2° EDIZIONE PROGETTO “INVITO ALL’ARTE” RIVOLTO AGLI ALLIEVI DELLE SCUOLE ELEMENTARI DEL TERRITORIO
... in collaborazione con le Istituzioni scolastiche del territorio, destinato agli allievi del 2° ciclo delle scuole elementari, con lo scopo di diffondere la conoscenza e la capacità di comprensione dell'opera d'arte in senso lato, attraverso l'analisi e il lavoro didattico su di un artista e un'opera particolare
... CONSIDERATO che il progetto consiste nell'allestimento di una mostra delle opere su cui gli allievi lavoreranno, presso la Cascina Robbiolo, con visita guidata iniziale, durante la quale verrà consegnato ad ogni allievo un opuscolo che presenta e riproduce le opere ed una vera e propria lezione introduttiva su contenuti e tecniche pittoriche delle opere, in un discorso più generale di avvicinamento degli allievi al mondo dell'arte, che verrà approfondito nel lavoro in classe con gli insegnanti e si concluderà con la valutazione delle rielaborazioni personali degli alunni, da parte di una giuria composta dal Sindaco, dall'artista e dal responsabile proponete e la consegna ai primi 3 classificati di ciascuna delle 3 direzioni didattiche del territorio di materiale didattico relativa al disegno e in particolare scatole di pastelli acquerellabili Prismalo Caran d’Ache, prodotto unico nel suo genere per la qualità e le caratteristiche;
... VISTA la proposta dell'artista Alessandro Spadari ...
... DATO ATTO ... per la realizzazione del progetto occorre prevedere le seguenti spese:
- € 800,00 per la realizzazione della mostra delle opere oggetto del progetto per le scuole ...
- € 385,00 I.V.A. compresa, per il trasporto degli allievi alla mostra in orario curricolare...
- € 2040,00 I.V.A. compresa per la stampa di 1000 copie dell'opuscolo da consegnare agli insegnanti, agli allievi e alle famiglie, che parteciperanno al progetto e alla visita all'esposizione delle opere e di € 174,00 I.V.A. compresa, per la stampa dei 50 poster da appendere nelle classi, per un totale di € 2.214,00 I.V.A. compresa, da affidare ...
- € 872,64 per l'acquisto dei premi consistenti in n.12 scatole differenziate di matite Prismalo “Caran D’Ache, da acquistare ...

martedì 4 gennaio 2011

5 per Mille: Berlusconi e Tremonti tagliano e decidono al nostro posto

Segnalo la lettera che Marco Granelli, consigliere PD di Milano, ha scritto a proposito del 5 per Mille


Nel mille proroghe un 5 per mille ridotto:
un pessimo augurio per il 2011 anno europeo del volontariato

Il 2011, anno europeo del volontariato inizia con un regalo al contrario: la diminuzione di fatto del 25% del 5 per mille. Sul testo del Decreto mille proroghe, approvato dal Governo e pubblicato il 29 dicembre in Gazzetta Ufficiale e che inizierà l’iter di conversione in legge al Senato in gennaio, infatti i nostri sospetti sono stati chiariti e … confermati. Il 5 per mille è portato a 400 milioni, rispetto ai 100 della legge finanziaria, ma 100 milioni di questi 400 sono quelli già destinati alla ricerca e all’assistenza dei malati di SLA nel testo della finanziaria e precisamente nell’Elenco art. 1 comma 1 della legge di stabilità 2011 approvata dal Parlamento il 7 dicembre scorso.

Siamo delusi perché alle promesse dello stesso Tremonti ripetute fino al 22 dicembre scorso ci troviamo:
• un cinque per mille con un tetto a 300 milioni, 100 in meno rispetto all’anno scorso e alle indicazioni dei cittadini del 2008, che di fatto è un 3,75 per mille;
• un cinque per mille dove viene inserito un fondo di 100 milioni con destinazione vincolata dallo Stato, già presente nella legge di stabilità 2011 e che nel testo stesso fa riferimento al fondo non autosufficienza della legge finanziaria per il 2007, e che quindi è un giusto fondo statale per una giusta necessità, ma che non ha nulla a che vedere con il cinque per mille che è una libera scelta del contribuente di destinare il cinque per mille delle proprie tasse ad una realtà non-profit, da lui scelta;
• un cinque per mille sbandierato come “regalo” al volontariato, ma di fatto uno strumento di sussidiarietà fiscale che dal 2006 non è mai stato tramutato in legge seppure esista dal giugno 2009 al Senato una proposta di legge condivisa all’unanimità da tutte le forze politiche, ma bloccata dal Governo che non dà la copertura finanziaria;
• un cinque per mille in cattiva compagnia, infatti accompagnato dai tagli della finanziaria ai fondi sociali diminuiti del 63% rispetto allo scorso anno, dai tagli del 34% al servizio civile e alla lunga attesa del decreto che dovrebbe parzialmente reintrodurre (30 milioni anziché 50) le agevolazioni per il non-profit sulle tariffe postali tolte il 1 aprile 2010;
• un cinque per mille erogato di media con 2 anni di ritardo, infatti le associazioni aspettano ancora l’erogazione del cinque per mille delle dichiarazioni del 2009 e del 2010.

Chiediamo ai Senatori che da gennaio analizzeranno il Decreto per la conversione in legge di correggerlo.

Buon 2011, anno europeo del volontariato.

Marco Granelli, presidente di CSVnet


FONTI:
DECRETO-LEGGE 29 dicembre 2010 , n. 225
Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e di interventi urgenti in materia tributaria e di sostegno alle imprese e alle famiglie. (10G0251)

ESTRATTO SU 5 PER MILLE


Art. 2 - Proroghe onerose di termini

1. Le disposizioni di cui all'articolo 2, commi da 4-novies a 4-undecies, del decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2010, n. 73, relative al riparto della quota del cinque per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche in base alla scelta del contribuente, si applicano anche relativamente all'esercizio finanziario 2011 con riferimento alle dichiarazioni dei redditi 2010. Le disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 23 aprile 2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 131 dell'8 giugno 2010, si applicano anche all'esercizio finanziario 2011 e i termini ivi stabiliti relativamente al predetto esercizio finanziario sono aggiornati per gli anni: da 2009 a 2010, da 2010 a 2011 e da 2011 a 2012. Le risorse complessive destinate alla liquidazione della quota del 5 per mille nell'anno 2011 sono quantificate nell'importo di euro 400.000.000; a valere su tale importo, una quota pari a 100 milioni di euro e' destinata ad interventi in tema di sclerosi amiotrofica per ricerca e assistenza domiciliare dei malati ai sensi dell'articolo 1, comma 1264, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Alla determinazione delle risorse nell'ammontare indicato al precedente periodo, concorrono le risorse di cui alle voci indicate nell'elenco 1 previsto all'articolo 1, comma 40, della legge 13 dicembre 2010, n. 220, stanziate per le stesse finalita'. Al maggiore onere derivante dai precedenti periodi, pari a 200 milioni di euro per l'anno 2011, si provvede ai sensi dell'articolo 3.

Comprare, buttare comprare- Obsolescenza programmata delle cose e delle persone

Segnalo l'editoriale del direttore dell'Unità, pubblicato sul suo blog il 30 Dicembre.
Ne pubblico l'incipit:

Invece di Concita De Gregorio - Direttore
Il nuovo tempo

Circola un documentario, in Europa ma non in Italia, intitolato Comprare, buttare, comprare. La storia segreta dell’obsolescenza programmata. Lo ha girato Cosima Dannoritzer. L’obsolescenza programmata è il deliberato accorciamento della vita di un prodotto al fine di incrementarne il consumo. Una storia affascinante e tragica che inizia nel 1920, con un cartello creato per limitare la vita delle lampadine elettriche, e finisce per ora agli IPod. Una pratica imprenditoriale che è diventata la base dell’economia moderna: l’economia del consumo. I tempi di mortalità degli oggetti sono sempre più brevi, la loro sostituzione inevitabile. Riparare oggetti rotti è sempre meno conveniente, in certi casi impossibile: bisogna ricomprarne di nuovi. Più moderni, apparentemente meno costosi, assai più deperibili. Vale per i materassi come per i frigoriferi. In genere, naturalmente, erano meglio i vecchi: i vecchi materassi e i vecchi frigoriferi, quelli che duravano una vita. I tecnici e gli artigiani della loro manutenzione non esistono più, con loro se ne sono andate anche le parole per dirlo. Sprimacciare, per esempio, è un verbo scomparso.
Erano migliori perché la qualità degli oggetti era costituita in gran parte dalla loro costanza di rendimento. Si tramandavano di casa in casa, di generazione in generazione. Con loro si tramandava l’enorme cura, persino l’affetto alle volte, che gli umani dovevano alle cose nelle quali si incarnava una tradizione, un ricordo, una vicenda familiare. Anche solo semplicemente l’attenzione e la premura verso gli oggetti: non romperli, custodirli con metodo, mettere in moto la macchina una volta al giorno anche se non si usava, assumere su di sé una responsabilità. La responsabilità di avere qualcosa in consegna dai padri e destinarla ai figli. Più o meno, anche quando qualcosa in corso d’opera si sostituiva – una casa più piccola in città con i proventi della casa più grande in campagna o in periferia, per esempio – il principio era quello: far fruttare il patrimonio avuto in dote.

Pensavo, vedendo il documentario, che quel principio si è smarrito per le cose come per le persone. Che la fragilità del successo, la mortalità precoce e l’indifferenza alla sostituzione di un volto con un altro, un nome con un altro, l’accelerazione del consumo vale anche per gli uomini e le donne. Siano star della musica sex symbol o candidati leader. Avanti un altro. Dipende dal fatto che il cadere del senso di responsabilità individuale nelle scelte collettive ci lascia tutti in balia degli eventi che sembrano arrivare dall’esterno, come per una specie di ineluttabile avvicendarsi di stagioni alle quali si assiste osservandole, criticandole, lamentandosene, mai determinandole. Spettatori, non protagonisti.
E’ stato, anche questo, un programma attuato con metodo e costanza: l’obsolescenza programmata dello spirito critico, il disinnesco del principio di autodeterminazione, lo smarrimento del senso primitivo della delega. Le conseguenze sono attorno a noi, dentro di noi.

Segue al link: http://concita.blog.unita.it/il-nuovo-tempo-1.263565

lunedì 3 gennaio 2011

Domani eclisse solare

Domani mattina, martedì 4 Gennaio, la Luna si interporrà tra il Sole e la Terra proiettando la propria ombra sul nostro pianeta: il massimo della copertura (il 70% nel Nord Italia) l'avremo fra le 9 e le 9.30.
L'intero spettacolo comincerà alle 7,45 e si concluderà alle 10,40, con un massimo (a Milano) alle 9,12.
La prossima eclissi parziale sarà il 20 marzo 2015 mentre una totale è "programmata" per il 12 agosto 2026.
Attenzione: il sole sarà basso sull'orizzonte, ma occorre proteggere in modo adeguato gli occhi !
Una lente affumicata non basta, meglio un vecchio spezzone di pellicola o meglio ancora protezioni più professionali. Ho sentito a Caterpillar che esistono occhialini specifici in vendita dagli ottici al costo di pochi euro.

Inoltre sempre domattina, poco prima dell'alba, attenti alle stelle cadenti. Si tratta di uno sciame delle Quadrantidi, che prendono il nome dalla costellazione che si trova nella regione di cielo dalla quale sembrano provenire, il Quadrante Murario, tra la costellazione del Drago e la stella Mizar, nel timone del Gran Carro. Il massimo della pioggia si avrà alle 2,15.

sabato 1 gennaio 2011

Promemoria per il capodanno 2011.

Quest'anno non risponderò agli SMS con testo standard che sto ricevendo e riceverò nelle prossime ore sul mio telefono mobile.

Tenterò invece di telefonare agli amici che mi avranno inviato i loro auguri.
Forse mi ci vorrà qualche giorno, ma credo sia meglio così.

Quindi scrivetemi pure i vostri auguri, e non offendetevi se non riceverete immediatamente un SMS in risposta. Attendetevi invece una mia telefonata nei prossimi giorni.

Buon anno, grazie ed a presto
Franco

P.S. Tra l'altro questo è un ottimo sistema per mettere ordine nella rubrica del proprio telefono !