IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

giovedì 26 febbraio 2015

Continua la campagna di immagine. Ma dove è la realtà?

Questa volta si tenterà  di vendere ben 33 auto blu.  Fino ad oggi ne sono stati vendute in un anno ben 82 (OTTANTADUE!)   Un successone di immagine.  Provate a paragonare il numero OTTANTADUE con le MIGLIAIA di auto blu in circolazione..., forse si potrebbe concludere che siamo scesi persino sotto al normale tasso di ricambio per auto ormai vetuste.   Il fatto che vengano proposte, senza alcuna garanzia che siano effettivamente vendute... anche a soli 2''000 euro dovrebbe dare delle indicazioni.

Come al solito: Immagine 1 - Realtà 0  ?

Governo, all'asta su eBay altre 33 auto blu Fino a oggi incassati 702mila euro
Le auto appartengono al ministero della Difesa e vanno da 2mila a 19mila euro

26 febbraio 2015 -14:53 - Scatta una nuova asta di auto blu sullo spazio eBay del governo: 33 vetture del ministero della Difesa saranno messe in vendita, secondo quanto fa sapere l'esecutivo. Fino a questo momento Palazzo Chigi ha messo all'asta 118 veicoli e 82 sono quelli venduti. Si calcola un incasso pari a 701.987 euro, con una plusvalenza di 104.402 euro dovuta ai rilanci. Gli introiti andranno a finire in un fondo destinato al calo del deficit.

mercoledì 25 febbraio 2015

Consiglio Comunale Buccinasco Lunedì 2 Marzo 2015, ore 18,30

Si torna alla "bella " tradizione di fare Consigli Comunali fiume che cominciano alla 18,30 e terminano a notte fonda...
Leggendo l'Ordine del Giorno è facile domandarsi: perché non destinare un Consiglio Comunale al solo Bilancio di Previsione 2015, destinando ad un'altra serata gli altri argomenti?
E perché far discutere a notte fonda, in coda a tutto ed a tutti, interrogazioni, interpellanze, mozioni ed O.d.G. presentati dai Consiglieri Comunali (spesso di opposizione, che hanno quasi solo  questo modo per incidere sulle decisioni della Amministratore ed evidenziare i problemi della popolazione).
Già..., perché? 

 CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE   
  stampa articolo
LUNEDÌ 2 MARZO 2015 - ORE 18.30

Si comunica che lunedì 2 marzo 2015 alle ore 18.30 si terrà la seduta di prima convocazione del Consiglio Comunale con eventuale prosecuzione martedì 3 marzo alle ore 18.30 presso la sala consiliare di via Vittorio Emanuele n. 7 per la trattazione del seguente ordine del giorno:

1. Lettura ed approvazione dei verbali delle sedute precedenti - Deliberazioni da n. 57 a n. 65;
2. Regolamento Asili Nido Comunali - Modifiche;
3. Adesione al Consorzio Energia Veneto - C.E.V.;
4. Attestazione percentuale di copertura dei costi dei servizi a domanda individuale;
5. Verifica quantità e qualità delle aree ai sensi dell'art. 172, comma 1, lettera c), D.Lgs. n. 267/2000;
6. Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari redatto ai sensi dell'art. 58 Legge n. 133 del 6/08/2008 - Anno 2015;
7. Approvazione programma triennale dei lavori pubblici 2015-2017 ed elenco annuale delle opere pubbliche 2015;
8. Approvazione Bilancio di previsione 2015, Bilancio pluriennale 2015-2017 e Relazione previsionale e programmatica;
9. Statuto dell'Azienda Speciale Buccinasco - Modifiche;
10. Contratto di servizio tra Comune di Buccinasco e Azienda Speciale Buccinasco - Modifiche;
11. Azienda Speciale Buccinasco - Piano Programma e Bilancio preventivo 2015-2017 - Approvazione;
12. Ordine del Giorno: Intitolazione "Parco scout in memoria di Flavio Rossoni";
13. Interrogazioni, interpellanze, mozioni e o.d.g. presentati dai Consiglieri Comunali.

Tutta la cittadinanza è invitata ad assistere alla seduta.

È possibile seguire la diretta in streaming dalle ore 18.30 al seguente indirizzo:
http://www.comune.buccinasco.mi.it/stream.php

sabato 21 febbraio 2015

L'Italia pronta alla guerra (oppure no?)

Questa collezione di dichiarazioni del Ns Ministro alla Difesa (e di quello responsabile per gli Estri) sono di qualche giorno fa.
Poi per fortuna il Primo Ministro Renzi ha richiamato i propri ministri a moderare il proprio entusiasmo...

L'IPOTESI: PIÙ DEI 5 MILA UOMINI MANDATI IN AFGHANISTAN LIBIA. 
PINOTTI: ITALIA DEVE ASSUMERE IL COMANDO DELLA COALIZIONE ONU 
Sul Messaggero il ministro della Difesa ipotizza una coalizione di Paesi europei e del Nordafrica a guida italiana per fermare l'avanzata degli uomini di al Baghdadi che ormai sono a 350 km dalle coste del nostro Paese. Mezzi e regole d'ingaggio sono da discutere con l'Onu ma la prossimità del pericolo, lascia intendere, richiede un contingente superiore a quello inviato in Afghanistan. http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/libia-crisi-isis-pinotti-coalizione-onu-guidata-onu-gentiloni-de05b802-7a65-4d90-887a-9ab62b068773.html

Pinotti: «In Libia missione Onu come in Libano e l’Italia guiderà la coalizione»

ESTERI - Libia, Pinotti: «Pronti a inviare almeno 5 mila uomini»
Il ministro: «L'Italia è pronta a guidare una coalizione per fermare il Califfato».

Libia, Pinotti: l’Italia pronta a guidare una coalizione anti-Isis, è urgente
Fonte:  http://www.imolaoggi.it/2015/02/15/libia-pinotti-litalia-pronta-a-guidare-una-coalizione-anti-isis-e-urgente/

Libia: Pinotti, pronti a inviare almeno 5mila uomini

Libia, Pinotti: "Pronti a guidare la coalizione. Almeno 5mila uomini"
La Farnesina vuole guidare la coalizione. Pinotti: "In Afghanistan eravamo 5mila. Ma la Libia ci riguarda da vicino".

Ed anche:

Gentiloni: "In Libia Italia pronta a combattere"

Libia, l’Italia all’Onu: «Pronti a ruolo guida nella stabilizzazione»
Il ministro Gentiloni: «Il tempo è poco». Informativa del ministro degli Esteri sulla Libia alla Camera: «Fare presto». I media inglesi: «Ecco i piani Isis per colpire il Sud Europa»

Fino alla conclusione:

Libia, dal “pronti alla guerra” di Gentiloni allo stop di Renzi: sei giorni di confusione
Dopo la conquista di Sirte da parte dell'Isis, il 13 febbraio il ministro degli Esteri affermava che l'Italia è "pronta a combattere" e il 15 Roberta Pinotti, titolare della Difesa, annunciava di poter inviare "5.000 uomini". Poi, il 16, l'intervento del premier ("Niente isteria, né reazioni irragionevoli") e il dietrofront: "Serve un impegno politico straordinario", indietreggiava il 18 il capo della Farnesina

Informazione o disinformazione?


Si può fare informazione.
Oppure si può fare disinformazione.

Come giudicate quella esemplificata qui accanto? LINK

Riforme.  Sembra semplice.  Quali sono state approvate in modo definitivo negli ultimi 12 mesi?

Cosa si intende con "via il bicameralismo paritario": significa che è la fine della parità tra i cittadini.  Non più "una testa un voto", ma solo i "politici" hanno il diritto di scegliere i futuri senatori.  Manteniamo il Senato ma eliminiamo l'elezione a suffragio universale dei Senatori

Chiarezza Stato-Regioni vuol dire ridurre il ruolo delle regioni, ampliando i poteri dello stato centrale.  Si apre un enorme portone alle future cause delle Regioni contro lo Stato per norme imposte dall'alto, che riducono autonomia e responsabilità regionali.

Leggi più chiare e veloci: qui Renzi si riferisce probabilmente al suo slogan "una riforma al mese" col quale si è liberato di Letta, si è poi alleato e disalleato con Berlusconi...  Peccato che dovrebbero ormai essere 12, ma quasi nessuno le abbia ancora viste in pratica...

Meno politici: infatti il numero dei deputati (630) non viene diminuito.  Cambia invece il modo di eleggerli, in modo che sia ufficializzata una camera costituita da nominati, con preferenze quasi del tutto inutili

Più politica: Renzi si riferisce probabilmente ai suoi ottimi rapporti con Marchionne e Verdini...

N.B. L'immagine è tratta dal dito del PD di Buccinasco, ma non do loro alcuna colpa.   Probabilmente la LODE SPERICOLATA per il Leader fa parte dell' ABC del nuovo simpatizzante PD...


Un regalo? Grazie. Anche no!

Segnalo un interessante articolo su Buccinasco Più pubblicato dal sito "La Città Ideale"http://buccinasco.cittaideale.cerca.com/20683/buccinasco-piu-scheletro-nell%E2%80%99armadio-di-questa-giunta/

Secondo una proposta di delibera in discussione nel prossimo Consiglio Comunale di Buccinasco, noi tutti cittadini di Buccinasco, ci faremmo carico dei danni provocati da pochi ed a vantaggio di pochi.
Ciò che fino a poco tempo fa veniva chiamato "Privatizzare i guadagni e socializzare le perdite"

In dettaglio ecco come verrebbero trasferite a carico di tutti noi le ingenti spese per la bonifica della piazza di via Guido Rossa.

Nell’ambito del Programma Integrato di Intervento denominato “P.I.I. via Guido Rossa – via Roma” di cui alla convenzione rep. 9985 racc. 3844 rogito notaio Cortucci, sottoscritta in data 6/7/2004 dal Comune di Buccinasco e dalla società Finman S.p.A. , al fine di potere tempestivamente intervenire per ripristinare il decoro ed evitare ulteriori ammaloramenti e danni alla zona, acquisire in via anticipata al patrimonio del Comune la piazza antistante la via Guido Rossa, censita ai fogli mappali 222, 223, 224, 225, 226 – attualmente in stato di degrado ed abbandono – area che i curatori del fallimento Finman S.p.A. in liquidazione intendono cedere a titolo gratuito al Comune prima dei termini convenzionali prescritti.

Un regalo?  No grazie!

venerdì 20 febbraio 2015

Valutazione della performance...

It's Official: Forced Ranking is Dead
Feb 11, 2015 - Judy Romano, MBA - Strategically and Operationally Focused Senior Finance and Accounting Executive | Coach & 

The age-old question of “what methodology to use to manage performance effectively” continues to be one of the most commonly discussed questions. In the 1980s Jack Welsh implemented the Forced ranking system at GE, which was highly controversial amongst management and also employees. Many high-profile companies (like GE or Microsoft) have abandoned this system of evaluation but using the Bell Curve as an evaluation tool continues to be used in most places.

According to the “Forced Ranking is Dead” article published by The Wall Street Journal (Feb 10, 2015 US edition) “forced ranking crushed morale, stifled innovation, and let to unscrupulous competition among workers”.

giovedì 19 febbraio 2015

Il reddito degli italiani




DISUGUAGLIANZA, IL PIL PRO-CAPITE AL SUD È LA METÀ DI QUELLO DEL CENTRO-NORD
Redditi, il 26% è sotto i 10 mila euro
Oltre la metà non supera i 30 mila
Solo il 2,4% degli italiani guadagna più di 70 mila euro all’anno. 
Oltre la metà degli autonomi ha reddito pari a meno di 15 mila euro. 
Il costo medio del lavoro in Italia è 31 mila euro, al lavoratore va solo la metà
di Redazione Economia

Grandi disparità tra il Nord e il Sud dell’Italia, sia in termini di Pil pro-capite (nel Mezzogiorno è la metà che a Settentrione) sia in termini di distribuzione dei redditi. Ecco quanto emerge dalle analisi Istat: un quarto dei redditi degli italiani è sotto i 10mila euro, mentre meno di 3 su 100 sforano i 70 mila. Dati dell’Istat alla mano, nel 2012 «oltre la metà dei redditi lordi individuali (54%)» è tra 10.001 e 30.000 euro annui, il 25,8% è sotto i 10.001 e il 17,6% è tra 30.001 e 70.000. Solo il 2,4% supera i 70.000 euro», si legge nell’indagine Istat «Reddito e condizioni di vita».

martedì 17 febbraio 2015

La Riforma Costituzionale che vuole il PD. Perché sarebbe giusto fermarla.




Megapost sulla riforma costituzionale

15 febbraio 2015 - 22:56



A cura di Andrea Pertici, che così riassume la vicenda di queste settimane:
Senza metodo costituzionale. Decisamente.
Contingentamento dei tempi di discussione, seduta fiume e “Aventino” si sono concentrati nella faticosissima approvazione degli articoli di riforma della parte seconda della Costituzione.
Una riforma che non ha mai avuto un’ampia condivisione – va detto – nonostante si poggiasse sull’accorso dei leader di Pd e FI (con molte perplessità e resistenze anche nei loro gruppi parlamentari).
E infatti l’approvazione in Senato, avvenuta l’8 agosto, era stata il frutto di una forte strozzatura del dibattito e aveva visto il voto favorevole di 183 senatori, pari al 57%. Tutt’altro che un’ampia condivisione: basti ricordare che la Costituzione fu approvata con il voto favorevole di circa l’88% dei componenti l’Assemblea.
La ragione è semplice: alla Costituente il testo fu costruito nel confronto tra le diverse forze politiche, cercando su ogni aspetto la maggiore condivisone possibile. Non si votò certo su un testo presentato dal Governo, per di più con la pretesa di modificare poco e nulla di ciò che lo stesso, arbitrariamente, individuava come essenziale. Ma torniamo ad oggi. Dobbiamo registrare che, dopo le forzature del Senato per “blindare il testo”, la Camera ha fatto di più.

lunedì 16 febbraio 2015

Citati Trezzano S/N e Cessano Boscone. Chissà perché non Buccinasco

tratto da:  http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=com_content&task=view&id=2295&Itemid=39

Fabio sindaco a Trezzano. La possibilità di essere normalePDFStampaE-mail
Scritto da Nando dalla Chiesa   
Monday 16 February 2015
Il Fatto Quotidiano, 15.2.15
E alla fine è toccato a lui. Sindaco di Trezzano sul Naviglio. Perché, quando la barca rischia di affondare, bisogna chiamare i moralisti. Fabio Bottero ha una bella faccia schietta e aliena da furbizie. Lui la fama di moralista se l’è guadagnata sul campo da una decina d’anni. Da quando entrò a ventisei anni nella Sinistra giovanile (“non sono entrato ragazzino”, sorride) e iniziò a fare le pulci a quella politica un po’ opaca che amministrava il suo comune, così poco guardinga nelle scelte urbanistiche, e così ospitale per interessi che nell’hinterland sud di Milano avevano messo radici. Andava molto più d’accordo con chi localmente o nazionalmente si batteva contro il malaffare; con chi invitava a non prendere nemmeno un caffè con gli emissari dei boss siciliani o calabresi. Come avevano fatto i vecchi militanti comunisti, che nel ’76 avevano respinto al mittente, senza pensarci un attimo, l’offerta dei clan di aiutarli nella campagna elettorale.

Perché no? Perché Renzi ha sempre ragione! Ed i "Bravi Parlamentari PD" si lamentano in privato, ma alla Camera fanno sempre ciò che viene loro ordinato dal CAPO, altrimenti non saranno ricandidati!

Tratto da:  http://www.ciwati.it/2015/02/15/perche-no/

15 febbraio 2015 - 17:48

Riepiloghiamo gli emendamenti che avevo presentato e che la Camera dei deputati ha bocciato (alcuni dopo che sono stato costretto a uscire per difendere la necessità del confronto con le opposizioni, base del metodo democratico).
1. semplificare il riparto di competenze tra le due Camere (emendamenti n. 1.200; 1.201; 1.202)
2. ridurre il numero dei parlamentari: anzitutto dei deputati che la riforma – incredibilmente, dopo tanti annunci – lascia a 630 (emendamenti 1.0200; 1.0201)
3. lasciare ai cittadini la possibilità di eleggere anche i senatori (anche questi in numero ridotto) (emendamenti 2.203; 2.200 e 2.201, con l’inserimento anche di una quota di rappresentanti regionali, sul modello proposto alla Costituente);
4. ringiovanire l’elettorato del Senato (emendamento 2.200);
5. consentire un ricorso alla Corte costituzionale contro le decisioni del Parlamento sulle ineleggibilità e le incompatibilità (emendamento 7.202);
6. differenziare il ruolo delle due Camere nell’esercizio dell’attività legislativa (lasciando alla sola Camera dei deputati le leggi immediata espressione dell’indirizzo politico del Governo e mantenendo anche al Senato quelle che richiedono maggiori garanzie) (emendamento 10.200);
7. rafforzare l’iniziativa legislativa popolare, prevedendo che su questa si pronuncino direttamente gli elettori se il Parlamento non delibera entro 12 mesi) (emendamento 11.200);
8. consentire al Governo una corsia preferenziale soltanto limitatamente e secondo le norme previste dal Regolamento della Camera (emendamento 12.201);
9. potenziare il referendum abrogativo, prevedendo un quorum maggiormente accessibile (la metà più uno di coloro che hanno votato nelle ultime elezioni della Camera dei deputati) e stabilendo che la legge di attuazione favorisca la raccolta delle sottoscrizioni, anche per via elettronica, e individua gli strumenti idonei ad assicurare agli elettori una piena conoscenza della proposta (emendamento 15. 200);
10. attribuire al Senato – non più legato al Governo, considerato che la fiducia è espressa solo dalla Camera – un potere di controllo e conferma (o no) sulle nomine del Governo (emendamento 20.0200);
11. riorganizzare in modo più semplice e razionale il riparto delle competenze legislative tra Stato e Regioni (emendamento 31. 200).
Mi sembravano proposte ragionevoli, circoscritte, in grado di valorizzare meglio la partecipazione dei cittadini. Sono state considerate un mero freno, ignorate o viste con fastidio. Senza che mi fosse spiegato perché.

Prima si vota, meglio è! (prima mandiamo a casa Renzi, meglio è!)

Tratto da:  http://www.aldogiannuli.it/votare-subito-con-consultellum/

Perché è bene votare subito e con il Consultellum.

La situazione delle istituzioni è ormai degenerata oltre il limite della sopportabilità. Il Presidente del Consiglio si comporta come un piccolo malavitoso (per piacere non scomodiamo personaggi come Mussolini o Hitler, che, nella loro profonda negatività, sono stati personaggi di statura storica imparagonabili a questo piccolo mazziere), le opposizioni abbandonano le aule parlamentari, i Presidenti delle Camere offrono prove di indecente partigianeria. La Costituzione non può diventare un affare di partito e, dunque, non si può andare avanti così, bisogna votare e subito.
Certo, magari per il Presidente del Consiglio è difficile accettare una campagna elettorale nella quale si parlerà molto di Etruria e di Banche popolari, ma …se ne farà una ragione.
Obiezione: non è pronta la legge elettorale. Non è vero: la legge elettorale c’è ed è quella di prima modificata dalla Corte Costituzionale che ha cancellato quell’orrore di premio di maggioranza (che qualcuno vorrebbe reintrodurre) ed ha reintrodotto il voto di preferenza, sia pure limitatamente alla scelta di un solo nome.
Dunque, un sistema a base proporzionale, ma non del tutto proporzionale: sussistono le soglie di sbarramento che, soprattutto al Senato, sono molto alte e, dunque , lasceranno senza rappresentanza milioni di italiani, redistribuendo quei seggi fra le altre forze politiche.

Siamo nipoti di Genghis Khan?

Long Live the Y Chromosome!
02/11/2015 Rachael Moeller Gorman
Genetic remnants of a few rich, powerful men who lived hundreds or thousands of years ago still flourish. What does this mean for human evolution?

For a man’s Y chromosome to gain immortality, he needs not only fertility but also power, ensuring he has many sons who survive and thrive. Genghis Khan, founder and emperor of the Mongol Empire in the 1200s, is one example: about 0.5% of the modern world’s Y chromosomes come from him.

Geographical distribution for one decent cluster (1).

Now, new research on Y chromosomes in Asia has found10 more genetic clusters from highly productive males throughout history. The most recent clusters originated in pastoral nomadic societies, the kind that generated long-lived and far-ranging dynasties.
“It’s interesting that social selection can lead to changes in genetics,” said co-author Mark Jobling at the University of Leicester, UK. “Understanding the interaction between natural selection and social selection and sexual selection is a really interesting project.”

domenica 15 febbraio 2015

"Per l'amor di Dio, fermatevi!

Riforme: 'Il Mattinale' avverte Renzi, in nome di Dio, fermatevi

Roma, 15 feb. (AdnKronos) - "Mentre il mondo ai confini dell'Europa e dentro l'Europa è in fiamme, Matteo Renzi sta giocando a far credere che a Roma gli tocchi sbarazzarsi di gufi e sorci verdi. E che lui sia il difensore del nuovo, l'unico, il solo. Che pena e che tragedia". Lo scrive "Il Mattinale", la nota politica redatta dallo staff del gruppo Forza Italia della Camera dei deputati.
''Non siamo sprovveduti -assicura- come vuol dipingerci qualche vecchio arnese quirinalizio. I vari soffocamenti del dibattito, le frettolosità esasperate messe in campo dal governo per far passare riforma costituzionale e legge elettorale, fanno parte di un conglomerato nefasto di metodi e contenuti, che ci faranno rotolare, senza un intervento dell'Arbitro, in una voragine autoritaria".
"Per l'amor di Dio, fermatevi! Chiediamo questo. Non domandiamo inversioni ad U, né mea culpa scarnificanti a maggioranza e governo. Gli domandiamo di mettere la freccia e accostarsi al bordo della strada. Non per rinunciare a un cammino di riforme modernizzatrici e democratiche. Ma per modificare queste controriforme, sospenderne l'avanzata bullesca che spregia qualsiasi obiezione sensata e impicca ai pali della luce come reprobi chiunque eccepisca razionalmente''.

Formazione

La Formazione è importante.
Ma a  volte per partecipare a corsi di formazione sono richiesti requisiti davvero strani...

Mi hanno colpito le richieste di un corso per 

ESPERTO IN MARKETING DIGITALE 

organizzato dalla Camera di Commercio di Milano.
Soprattutto il combinato disposto di questi due requisiti OBBLIGATORI:
  • età compresa tra i 15 e i 29 anni compiuti;
  • ....
  • titolo di studio: diploma di Laurea (triennale o specialistica)
Quanti sono in Italia i giovani tra i 15 ed i 20 anni, Laureati, e senza lavoro?

Il bando ufficiale è disponibile al link:  http://www.formaper.it/index.phtml?Id_VMenu=806


sabato 14 febbraio 2015

Da far leggere ai vostri colleghi fumatori!

Smoking Shrinks Your Brain (Fumare restringe il tuo cervello)


  • Scientists from the Montreal Neurological Institute at McGill University and the University of Edinburgh report new evidence that long-term smoking could cause thinning of the brain's cortex. This outer layer of the brain is where critical cognitive functions such as memory, language, and perception take place. The researchers also note that stopping smoking helps to restore at least part of the cortex's thickness.

venerdì 13 febbraio 2015

Una lettura interessante

Determine n.52 del 09/02/2015

SECONDA INDIZIONE AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DELL'IMMOBILE COMUNALE DENOMINATO "CICLOFFICINA"
  • Ufficio: Affari generali e Controlli interni

Trascrizione verbale Commissione Consiliare di Indagine con il compito di approfondire e chiarire alcune vicende afferenti il Comune di Buccinasco

TRASCRIZIONE DEI VERBALI DELLE SEDUTE DELLA COMMISSIONE CONSILIARE D'INDAGINE DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N.37 DEL 27/03/2013 - AFFIDAMENTO - CIG ZC712E4A26

Pubblicazione nr.: 2015/000114
Atto: - n. 35 del 29/01/2015
Data affissione: 04/02/2015 - Data scadenza: 19/02/2015 - (15) giorni

Bello sapere che la Commissione si riuniva a porte chiuse, ma ora spenderemo 566,08 € per trascrivere i verbali.
Tutti i cittadini potranno leggerli?
P.S. Il nome della Commissione è quello utilizzato nella delibera.  Secondo la Treccani on line la parola AFFERENTI significa:
afferènte agg. [dal lat. affĕrens -entis, part. pres. di afferre «apportare», attrav. il fr. afférent]. – 

1. Che porta, che conduce a; usato assol., in espressioni proprie dell’anatomia: vasi a., i vasi attraverso i quali il sangue o la linfa raggiungono un determinato organo;fibre a., le fibre dei nervi di senso (la denominazione è dovuta alla direzione della conduzione dello stimolo nervoso, che procede dalla periferia al centro). 

2. Seguito da compl. (oggetto o di termine), che si riferisce a, relativo a, che spetta a: le varie questioni ail processole quote aad ogni azionista (Einaudi).

giovedì 12 febbraio 2015

Riuscirà il PD a far approvare al Parlamento una riforma elettorale che non sia anticostituzionale?

Tratto da:  http://www.aldogiannuli.it/i-problemi-di-mattarella/

I problemi di Mattarella.
Mattarella è persona equilibrata e non è un docile passacarte, su questo abbiamo abbastanza fiducia, ma si troverà in una situazione molto imbarazzante entro un mese. Come si sa, a breve la Camera voterà la versione definitiva dell’Italicum. In teoria il voto contrario di Fi, congiuntamente a quello della sinistra Pd potrebbe affossare la legge, ma, se sulla prima cosa si può ragionevolmente sperare, sul secondo non c’è da fare molto affidamento.
La “brigata conigli” di Bersani & co non avrà il coraggio neppure di presentare un emendamento e, se sperava in una modifica concordata con Renzi, Delrio ha provveduto a spazzare ogni illusione, precisando che l’elezione del Presidente non ha cambiato nulla nello stato di cose precedenti. Per cui, salvo incidenti di percorso, la legge passerà così come è. E qui iniziano i problemi del neo Presidente.

MILLE.

Il numero MILLE ha un certo fascino.

"MILLE e non più MILLE!"
"I MILLE di Garibaldi"
"Se potessi avere MILLE lire al mese"
"La MILLE miglia"
"Le MILLE bolle blu"

Anche la Amministrazione Comunale di Buccinasco è sensibile al fascino del numero MILLE, e decide quindi di piantare MILLE alberi.
Iniziativa utile, anche se forse occorrerebbe ricordare agli Amministratori che ci sono parchi che avrebbero un grande bisogno di nuovi alberi per sostituire quelli morti, che invece non riceveranno attenzioni., Nuovi alberi che sono stati chiesti a gran voce dai cittadini,   La Amministrazione ha fatto scelte diverse.  Gli elettori dovranno ricordarsene in occasione del prossimo turno elettorale.

Ciò  che invece vorrei segnalare in questo commento sono le capacità miracolose della nostra Amministrazione: pianteranno / faranno piantare MILLE alberi, ma ne hanno acquistati solo 600.
Miracolo?  Moltiplicazione delle piantine, delle canne di bamboo e persino delle reti ?
Sono davvero così bravi?
Oppure scrivono MILLE alberi perché  "suona bene", anche se dovesse essere falso?
Lo vedremo da Lunedì

Ndr.: Ci sono molte altre possibili spiegazioni oltre alla capacità di moltiplicare piantine, bastoncini di bamboo e reti di protezione.  Potrebbero esserci ancora alberi di  Natale dell'anno scorso, oppure altre donazioni, oppure residui da vecchi ordini.  Quella della moltiplicazione mi è sembrata la più affascinante,  Forse ho (ancora) troppa immeritata stima per alcuni amministratori?

Fonti:

Determine n.30 del 28/01/2015

AFFIDAMENTO FORNITURA PIANTE FORESTALI E ACCESSORI PER PIANTUMAZIONE PARCO VIVALDI - ARCHIMEDE . CIG Z9C12CC419
  • Ufficio: Affari generali e Controlli interni













mercoledì 11 febbraio 2015

Assessore: tragga le sue conclusioni!

Molto efficiente il Comune di Buccinasco!
La sera di Lunedì 9 Febbraio tornando dal lavoro ho trovato una lettera della Amministrazione di Buccinasco che mi chiedeva di pagare entro Giovedì 12 Febbraio il conguaglio per la refezione scolastica relativa al mese di Dicembre 2014.
Bello che il Comune di Buccinasco mi lasci ben TRE (diconsi 3) giorni per pagare!
Segno di una Amministrazione amica dei cittadini.  Di un grande rispetto per i contribuenti.

NON SOLO non si fida di me, e dal 2015 mi chiederà di pagare la mensa scolastica in anticipo, forse considerando cattivi pagatori tutti i cittadini di Buccinasco, a prescindere...
NON SOLO mi ha "venduto" alla società che gestirà le mense scolastiche, ed alla quale (secondo la Amministrazione Comunale) dovrei d'ora in poi pagare IN ANTICIPO il servizio mensa, pur non avendo io (e gli altri genitori di Buccinasco) alcun rapporto con essa: non la abbiamo scelta, il contratto d'appalto è stato gestito dalla Amministrazione Comunale, noi genitori ed i nostri figli siamo stati solo "merce" da vendere...
Ma ora arriviamo al ridicolo (a voler essere gentili) di conguagli delle spese di refezione chiesti mese per mese..., dando ben 3 (TRE) giorni ai cittadini per correre in posta e pagare il bollettino.
E chi lavora..... Cavoli loro!  Possono pagare on line, o andare alla banca della Tesoreria Comunale, o fare un bonifico on line, o andare in Comune e pagare con Bancomat o Carta di Credito.
Che volete che sia... abbiamo 3 (tre) giorni per correre a pagare!

E visto che siamo già al 9 Febbraio che accadrà per il pagamento della Refezione di Gennaio e Febbraio?  La Amministrazione di Buccinasco persevererà nel mandarmi bollettini di pagamento con scadenza dopo tre (3) giorni?

Avevo già invitato l'Assessore all'Istruzione a prendere atto della situazione ed a trarre le debite conclusioni.
Rinnovo l'invito.

C'è a chi piace farsi schedare...

Tratto da:  http://attivissimo.blogspot.it/search?updated-max=2015-02-07T13:46:00%2B01:00&max-results=5

Facebook adesso ti pedina ovunque su Internet

Il 30 gennaio scorso Facebook ha aggiornato le proprie regole di gestione della privacy (la Normativa sui dati) con una nuova formulazione che consente al social network di raccogliere informazioni sui suoi utenti anche quando sono scollegati da Facebook e stanno visitando altri siti o facendo ricerche nei motori di ricerca. Le nuove regole introducono inoltre loscambio di dati con WhatsApp e Instagram.

Con le nuove regole, Facebook può usare anche i segnali GPS, Bluetooth e Wi-Fi dei suoi utenti per localizzarli in qualsiasi momento, può raccogliere informazioni sui pagamenti effettuati su altri siti, e altro ancora.

Tutto questo, dice Facebook, serve a migliorare l'esperienza di utilizzare il social network mostrando soltanto pubblicità pertinenti, ma per molti la progressiva espansione della massa di dati personali rastrellati da Facebook (che possiede già la più grande collezione di foto personali del pianeta e ora sta apprestandosi ad analizzarla con il riconoscimento facciale automatico) ha un effetto molto particolare: il social network sa di loro più cose di quante ne sappiano gli amici, la famiglia e i partner sentimentali.

Se le nuove norme vi risultano strette, l'unica strada ragionevolmente percorribile è eliminare il proprio profilo e trovare un modo alternativo di comunicare.

martedì 10 febbraio 2015

Ultim'ora. La Farmacia Comunale di via Don Minzoni non aprirà neppure in Febbraio?

Il sito Città Ideale segnala le dimissioni di un componente del Consiglio di Amministrazione della Azienda Speciale di Buccinasco LINK, la società comunale che avrebbe dovuto aprire la seconda Farmacia Comunale in via don Minzoni (e la terza nei pressi di via Guido Rossa / Via Lomellina).

Apertura promessa, ripromessa, promessa ancora ma non ancora avvenuta.

Speriamo che gli Amministratori di Buccinasco traggano insegnamento da queste dimissioni, e valutino attentamente la possibilità di formalizzare anche le proprie.

E che qualcuno valuti l'opportunità delle spese effettuate dal Comune, alle quali non è corrisposto alcun beneficio per i cittadini, vista la perdurante mancata apertura delle farmacie.

I danni subiti da chi avrebbe potuto servirsi delle due farmacie e non ha potuto farlo non sono facilmente quantificabili, anche se potranno diventare VOTI alle prossime elezioni Amministrative...

Chi la ha vista?

TG di questa sera: Ucraina, ISIS, ...: si muovono la Merkel, Hollande, Cameron, Obama, persino Gentiloni...


C'è una grande assente: cosa paghiamo a fare Federica Mogherini come "Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza"?

Perché l'Europa ha rinunciato, sotto ricatto del PD italiano, a scegliere una "Alta Rappresentante" di "maggior peso internazionale?

Che destino ci attende?

Tratto da:  http://www.aldogiannuli.it/partito-unico-renziano/

Siete pronti al Pur (Partito Unico Renziano)?


Come avevamo detto, la frattura del Nazareno non era simulata ma realissima, perché si sbriciolava uno dei due assi portanti: Forza Italia. Renzi non sa cosa sia la lealtà, è un tattico ed è velocissimo. Ricordiamocelo sempre. Se cambia alleato, dopo non si lascia nemici alle spalle, ma punta in breve a radere al suolo l’ex alleato. E lo sta dimostrando con Berlusconi, che ha trovato uno peggiore e più cinico di lui.
In poche ore, dopo la rottura ufficiale del Nazareno, gli ha assestato una raffica di cazzotti da atterrare un bisonte: improvviso sblocco della questione dei diritti sul digitale (50 milioni di Euro da versare da parte della Mediaset), annuncio dello “scouting” fra i senatori di Forza Italia e Gal, cambio di posizione sul falso in Bilancio. Vedrete che rispunterà anche il conflitto di interesse e, neanche a dirlo, la mano sarà pesantissima sul caso Mediolanum che si lega al problema della Consulta.

lunedì 9 febbraio 2015

Customer relationships

The Customer Is Not Your Friend (Yet) 
The secret to genuine customer relationships that last? Don't get too chummy too soon. Follow these steps instead.
By GEOFFREY JAMES

Strong customer relationships are the key to building any business or career. According to a conversation I had a few years ago with bestselling author Jeffrey Gitomer, building a strong relationship that will last--not the cheap kind--is an easy, eight-step process:

1. Value the relationship more than the sale. This means putting the customer's interests ahead of your own, even if it means losing the sale.

2. Don't try to be too friendly too quickly. Be interested in the customer as a person and let the relationship evolve naturally and gradually.

3. Find out what the customer likes, wants and needs. Attempting to sell before having a meaningful conversation tells the customer that you don't care.

4. Help that customer get those things.  This is the core of selling. Remember: selling is never about what YOU like, want or need.

5. Don't try to be a hero. Customers don't want you to swoops down and save them from their mistakes. They want your help so that they can be the heroes!

6. Never be pushy. When you're working on a sales opportunity, think end-of-time relationship rather than end-of-month totals.

7. Be the best and sell the best. If you aren't the best at what you do, figure out how to become the best. If your company isn't the best, go find (or start) a better one.

8. Always deliver beyond what you promised.  Providing impeccable service after the sale is the bare minimum.  For the relationship to prosper, you must do even more.

Follow these eight rules and you'll build customers relationships that will last for years, through good times and bad.

sabato 7 febbraio 2015

WEB TV Buccinasco. A che punto siamo?

4 Agosto 2012:  BUCCINASCO : Progetto Web TV comunale (Work in progress)   LINK
... I clip che compongono la Tv sono video commentati da un giornalista, di una durata variabile di circa 2/5 minuti a seconda dei casi, configurati come dei veri e propri servizi  videogiornalistici con interviste, grafiche e loghi.  I servizi potrebbero riguardare tanto le iniziative pubbliche – pensiamo alle presentazioni, a  convegni, eventi e molto altro – ma anche a news più istituzionali o tecniche come la  presentazione del bilancio, dei lavori pubblici, dell’ambiente e del territorio o la presentazione di nuovi servizi...

16 Maggio 2013:  #BUCCINASCO : CERCHIAMO SPONSOR PER LA NOSTRA WEBTV   LINK
... per dare sempre più spazio e visibilità alle iniziative dell’Amministrazione comunale, delle associazioni culturali e sportive, delle Parrocchie, oltre che agli eventi teatrali, mercati ecc. ecc.
Ad esempio anche le notizie delle nostre società sportive, con i resoconti e i risultati settimana dopo settimana...

7 Luglio 2013:   #BUCCINASCO : WEBTV PARTECIPATA   LINK
... Purtroppo, per ora, non ci sono le sponsorizzazioni necessarie a finanziare completamente il servizio e non abbiamo a bilancio (perché per noi ci sono altre priorità di spesa) i soldi necessari....
... foto, filmati e altro materiale creato direttamente dai Cittadini...
... Girate il materiale e poi inviatelo al Comune, poi provvederemo noi a montarlo ed a renderlo fruibile per tutti pubblicandolo in rete....

Ndr:  Febbraio 2014:  A che punto siamo?

venerdì 6 febbraio 2015

Aspettando le dimissioni di Franceschini. Ma non le darà. Lui è del PD !

Cosa chiese Franceschini dopo i crolli a Pompei nel 2010?  Chiese le dimissioni del Ministro per la Cultura pro tempore Bondi
Cosa fa invece oggi il Ministro per la Cultura  Franceschini dopo i crolli a Pompei? 





Campagna acquisti. Il PD è un partito serio! (?)

L’ADDIO - Scelta civica trasloca nel Pd
Il passo di Lanzillotta, Ichino, Maran, Susta, Borletti Buitoni, Tinagli e Calenda. Via anche il ministro Giannini. L’ex fondatore Monti non commenta. Renzi: approdo comune

Governo, i senatori di Scelta Civica passano nel Pd. Tranne Mario Monti
Il gruppo di parlamentari va a rafforzare la maggioranza a Palazzo Madama. Matteo Renzi nell'ultima puntata di Porta a Porta aveva detto: "Scelta civica? Se esiste ancora"

È ufficiale: sette parlamentari di Scelta Civica passano al Pd. Monti: rispetto decisione. Grazie a noi Italia non è Magna Grecia