IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

giovedì 31 luglio 2014

Cottarelli pone dei dubbi sull "operato" di Renzi? Allora se ne deve andare..., magari sostituito da altri più arrendevoli ai suoi desideri!. L'Italia nel frattempo può correre verso il baratro!

LE INDISCREZIONI SU UN ADDIO A OTTOBRE
Renzi: «Cottarelli? Spending review avanti anche senza di lui»
Il commissario per la revisione della spesa: «Il lavoro continua, niente da segnalare»
di Redazione Online, LINK:  http://www.corriere.it/politica/14_luglio_31/cottarelli-il-lavoro-continua-niente-segnalare-655c9694-18a6-11e4-a9c7-0cafd9bb784c.shtml

«Rispetto e stimo Cottarelli: farà quello che crede. Ma non è Cottarelli il punto fondamentale: la spending review la facciamo anche se va via, dicendo con chiarezza che i numeri sono quelli». Così il premier Matteo Renzi interviene sull’ipotesi, circolata sulla stampa, che Carlo Cottarelli lasci l’incarico di commissario straordinario per la Revisione della spesa pubblica. «Il lavoro continua, non ho niente da segnalare» aveva commentato nella mattinata, prima che il premier parlasse, lo stesso Cottarelli.

The Economist

Il Sito Città Ideale LINK cita alcuni commenti "poco lusinghieri" della rivista "The Economist" sul nostro attuale Presidente del Consiglio.  In effetti questi interventi sono passati quasi sotto silenzio in Italia, confermando la capacità del Governo di indurre una censura sulle affermazioni "sgradite" all'ubiquitario segretario PD / Presidente del Consiglio.
In rete è possibile trovare alcuni di questi articoli:

Vendola comincia a capire dove Renzi vuole portare il Pd e l'Italia?

Oggi Vendola si accorge che il PD preferisce altri alleati a SEL.
Cosa altro doveva fare Renzi per fargli venire un dubbio?
________________________
Vendola provoca: «Non ho l’appeal di Verdini»
Il leader di Sel, intervistato da Repubblica, accusa Renzi di volere la «resa» delle opposizioni. Poi chiede cambiamenti all'Italicum: «Non rispetta la sentenza della Corte Costituzionale»
30/07/2014 - di Marco Esposito
 
Nichi Vendola attacca. A testa bassa il presidente della regione Puglia continua il suo duello a distanza con il Pd. “Il presidente del Consiglio non vuole la mediazione, vuole la resa“, dice intervistato da Repubblica. “Abbiamo visto crescere la possibilità di una mediazione ma nel mondo virtuale: nel mondo reale non c’e’ mai stata. Anche quando Vannino Chiti generosamente ha proposto di rimuovere la ghigliottina”. Eppure, è bene ricordarlo, su quella mediazione il governo e la maggioranza avevano talmente puntato che – secondo molti senatori dem – oggi la stessa maggioranza, dopo che è saltato tutto, si trova in qualche modo spaesata.
 

mercoledì 30 luglio 2014

L'intervista che ha fatto arrabbiare alcuni agiografi di Renzi

Riforme, Colombo: “Napolitano con Renzi? Ama centralismo democratico”
L'ex pm di Mani pulite sull'ostinazione e la fretta del governo nell'iter parlamentare: "Approvate modifiche alla Carta e all'Italicum, basterà a un partito essere votato da meno di 2 abitanti su 10 per decidere praticamente su tutto. Il Colle? Il 'primato della politica' ogni tanto riaffiora"
di Silvia Truzzi | 29 luglio 2014

L’ostinazione con cui si vuole procedere – senza fare prigionieri, hic et nunc – sulle riforme, desta molti sospetti. Per l’intesa sulla quale si fondano, il famoso e ancor oggi ignoto Patto del Nazareno. Per l’inopportunità del momento, visto che a metter mano alla Carta è un Parlamento delegittimato dalla sentenza della Consulta che in gennaio ha dichiarato incostituzionale il Porcellum. E poi per i contenuti rischiosi. Di tutto questo abbiamo parlato con Gherardo Colombo, ex pm di Mani pulite, oggi presidente di Garzanti e membro del cda Rai.

Stamina: forse il PD si sveglia?

Caos Stamina, altolà del Pd:  “Una legge per bloccare Brescia”
Il capogruppo dei senatori Zanda: governo timido, agiremo noi
Somministrate le infusioni a due bimbi, altre due bimbe in attesa
23/07/2014, PAOLO RUSSO, ROMA
Mentre a Brescia proseguono le infusioni di Stamina su ordine dei giudici, il Pd prova a mettere un freno alla situazione di caos, che vede i medici bresciani stritolati da ordinanze pro e contro il «metodo Vannoni». «Sarebbe meglio lo facesse il governo, ma visto il clima di incertezza proveremo noi ad individuare un decreto adatto ad inserire un emendamento che non consenta di disapplicare l’ordinanza dell’Aifa che vietava le infusioni». Ad anticipare il passo è il capogruppo Pd al Senato, Luigi Zanda.  

W Zanda! W Renzi! W il Partito Democratico!

I senatori non possono partecipare alla direzione in cui si parla del Senato
Zanda, capogruppo Pd al Senato, ha scritto ai senatori del Pd per dire loro che non potranno partecipare alla direzione nazionale di domani, perché impegnati in aula. E si tratta di una direzione in cui si parlerà della tanto mitizzata quanto pasticciata riforma del Senato.
Non è male, se ci pensate.

Ma il Governo non commenta?

Illegittima espulsione Shalabayeva
(ANSA) - ROMA, 30 LUG - Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Muktar Ablyazov, non doveva essere espulsa dall'Italia e il provvedimento di rimpatrio è viziato da "manifesta illegittimità originaria". Lo afferma la Cassazione accogliendo il ricorso della donna, giudicando 'immotivata' l'irruzione notturna nella sua abitazione. Shalabayeva, dopo aver passato qualche ora nel Cie, era stata messa su un volo per il Kazakistan insieme alla figlia Alua di soli sei anni. Ora avrà diritto a un risarcimento.
30-07-2014 18:15

Come sta nascendo la Città Metropolitana?

Commento postato sul sito Città Ideale il 28 Luglio 2014, ore 10,30, poi pubblicato il 30 Luglio 2014 alle 00,07 come articolo:  link:  http://buccinasco.cittaideale.cerca.com/18450/citta%E2%80%99-metropolitana-antidemocratica-statalista-la-casta-non-cambia/#more-18450

Grazie Luigi
Trovo "segno dei tempi" che stia passando sotto silenzio il fatto che a scrivere lo Statuto della Città Metropolitana saranno un gruppo di "minicostituenti" eletti tra e da i Consiglieri Comunali attuali, e che il Presidente pro tempore sarà il Sindaco della Città capoluogo, senza ALCUN coinvolgimento dei cittadini.

Quando abbiamo votato Sindaco e Consiglieri Comunali a Buccinasco, come negli altri Comuni, lo abbiamo fatto sperando di avere dei buoni ed onesti amministratori locali, non abbiamo certo selezionato persone idonee per valori professati e capacità giuridiche e tecniche a scrivere lo Statuto della Città Metropolitana per nostro conto!
E gli abitanti della Provincia non hanno neppure partecipato alla elezione del Comune capoluogo, per quale motivo dovrebbero riconoscerne l'autorità a divenire automaticamente il Presidente della Città Metropolitana ed a decidere per loro conto?

Gli Eletti, partecipando a questa operazione, segnano un punto a loro favore, perpetuano il proprio potere rifiutandosi di confrontarsi con gli elettori.  
Ma segnano anche una rottura tra il mandato ricevuto e ciò che stanno effettivamente facendo. Arroccandosi in difesa mostrano di avere paura del voto dei cittadini.

Mi sembra che tutta l'operazione "costituzione Città Metropolitane / eliminazione Province" sia gestito allo scopo di impedire ai cittadini di scegliere liberamente i propri amministratori, o di ritardare comunque il più possibile il loro giudizio tramite un voto liberamente espresso.

Mi sembra si stia seguendo lo stesso principio che sta guidando la riforma del Senato; si ritengono gli eletti (attuali Parlamentari, attuali Consiglieri Regionali, Provinciali, Comunali), in quanto tali, titolari di una delega data dai Cittadini per sempre e per qualunque decisione.
Un Parlamento eletto con legge incostituzionale modifica la Costituzione e crea Organi Istituzionali non elettivi, abolendo il Senato democraticamente eletto?  Renzi ripete: "che male c'è?  Il 40% del 60% degli italiani LO VUOLE!"
Non serve alcuna verifica che gli eletti godano (ancora) del favore popolare.   
Si vedrà POI, FORSE, con un eventuale referendum costituzionale abrogativo...

In nome della cosiddetta governabilità si pongono:
- soglie di sbarramento tese ad impedire la rappresentanza per partiti e movimenti non presenti in Parlamento / Consigli Regionali e Comunali, che impediscano la presenza dei piccoli / nuovi partiti (prima di tutto il M5S, ma anche la sinistra ed i non allineati di destra)
. un sistema elettorale maggioritario, che premi in modo spropositato il "vincente", mettendolo in grado, anche con solo il 25% dei voti, di comandare, eleggere Presidente della Repubblica, membri CSM e Corte Costituzionale,  decidere sull'eventuale impeachment del Presidente della Repubblica, concedere autorizzazioni per l'arresto o le intercettazioni dei Parlamentari....  Si ripete "in grande" quanto già avviene a livello locale, dove si premia con una maggioranza altissima in Consiglio Comunale il Sindaco vincente, qualsiasi sindaco, rendendo possibilmente impossibile il controllo da parte della opposizione.
- un blocco nella libera informazione, il cui compito è ridotto a quello di tessere gli elogi del "CAPO".
- maggiori difficoltà per la democrazia diretta: più firme per chiedere un referendum, nessuna garanzia che una legge di proposta popolare venga discussa.
- si rinviano le elezioni per gli organi scaduti, mantenendo artificiosamente al loro posto i vecchi (molto vecchi...) vincitori, come nel caso della Provincia di Milano, per la quale avremmo dovuto votare nella primavera del 2014...  Chi rappresentano i Consiglieri eletti nel 2009?  Pare un secolo fa...!

Un ulteriore dramma della situazione, e lo dico anche da membro fondatore del PD, ed ex membro eletto nei suoi organi dirigenti, è che in pochi all'interno di quel partito paiono accorgersi della deriva el PD verso un partito autoritario.
Non si tollerano dissidenti nei direttivi nazionali
Non si tollerano dissidenti nelle Commissioni del Parlamento
Non si tollerano dissidenti che si esprimano in Parlamento
Non si tollera che la riforma Costituzionale possa essere discussa approfonditamente e col giusto rilievo dal Parlamento, ma se ne vorrebbe una approvazione a scatola chiusa.
Ci si vanta della eliminazione delle province, quando di fatto l'unica cosa eliminata è stata il voto popolare, mente i politici mantengono artificiosamente il loro potere anche oltre la naturale scadenza.
Cari amici del PD; vi rendete conto di ciò che state preparando?

Insomma, sembra che anziché essere il potere esecutivo a dover rendere conto ai cittadini ed al Parlamento, a dover periodicamente dipendere dal Voto dei Cittadini,  siano invece cittadini e Parlamento a dover accettare (ed approvare entusiasti) qualunque decisione del rappresentante del potere esecutivo (che dovrebbe essere temporaneo...)

Occorre parlare di quanto sta avvenendo, occorre che i cittadini siano informati, occorre formare una coalizione in grado di fermare Renzi & C, nelle prossime elezioni, di qualunque livello ed in qualunque tempo esse saranno.

Franco Gatti

A Settembre per due settimane niente Consigli Comunali?

Segnalo un passaggio della delibera
PATROCINIO ALLA PARROCCHIA SS. GERVASIO E PROTASIO IN S.MARIA ASSUNTA E ALLA PARROCCHIA MARIA MADRE DELLA CHIESA PER L'ORGANIZZAZIONE DELLA FESTA PATRONALE - DAL 17 AL 22 SETTEMBRE 2014
Pubblicazione nr.: 2014/001005
Atto: - n. 164 del 24/07/2014
Data affissione: 28/07/2014 - Data scadenza: 12/08/2014 - (15) giorni
Ufficio: Affari generali e Controlli interni

Viene concesso l'utilizzo gratuito della Sala Consiliare da Lunedì 15 a Venerdì 26 Settembre 2014 per l'allestimento di una mostra.
Ricordo che qualche anno fa la sala Consiliare non fu concessa neppure per una serata ad una associazione che voleva organizzare un incontro pubblico, in quanto l'afflusso di persone avrebbe potuto danneggiare l'impianto microfonico.  Inoltre la Giunta pro tempore riteneva la Sala Consiliare un "tempio" della Democrazia, non utilizzabile per alcun evento che ne scalfisse la dignità.
Ora viene invece concessa per due settimane per organizzare una mostra.   
Un diverso approccio o un diverso regolamento di gestione delle proprietà pubbliche?

martedì 29 luglio 2014

Chissà se a qualcuno fischiano le orecchie...

#Buccinasco pista ciclabile per Gudo:
“Chiediamo risposte e tempi certi”

N.B. L'immagine NON è relativa alle piste ciclabili di Buccinasco

lunedì 28 luglio 2014

Per favore, sottoscrivete questo appello

Sì lo so che fare cambiare idea a Renzi ed ai maggiorenti del PD che lo seguono ad occhi chiusi sembra essere una missione disperata.
Si sono messi su un binario che porterà allo scontro con gli italiani, sicuri di rappresentare il 41% del 60% degli elettori, e non vogliono sentire alcuna obiezione o subire alcun rallentamento ai loro piani.
Si tratta di rallentarne la corsa verso il dirupo, di mettere un po' di zucchero nel loro motore, o un po' di sabbia nei loro ingranaggi, sperando che col tempo la sbornia possa passare, e si incominci a pensare che dopo Renzi l'Italia potrebbe esistere ancora, e le brutte leggi costituzionali potrebbero invece restare...
Uno strumento è scrivere ai Senatori ed ai deputati del PD e degli altri partiti che condividono il progetto Verdini / Berlusconi / Renzi (il loro indirizzo mail è disponibile nei siti della Camera e del Senato) e far presente che non stanno agendo nel nostro nome.
Un altro strumento è firmare le petizioni disponibili in rete: ne segnalo una proposta dal Fatto Quotidiano, al link: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/16/contro-i-ladri-di-democrazia-no-al-parlamento-dei-nominati-e-alluomo-solo-al-comando/1062498/
Provate a leggere la proposta, e se siete d'accordo con quanto proposto aderite e fate aderire i vostri amici, colleghi, parenti, compagni.
Grazie
Franco

Affascinante la chiarezza di intenti con la quale procede il Governo Renzi...

Ma che accordi hanno preso Berlusconi, Verdini e Renzi durante la riunione nella sede del PD?
Chi ha ottenuto cosa, nella negoziazione tra questi "padri della patria?
Tutto alla luce del sole..., purchè non si sappia cosa contiene il patto del Nazareno sul quale si sono accordati i tre leaders...
Riforme Costituzionali, Legge elettorale, Giustizia...: sarebbe meglio conoscere a quale patto sono vincolati (alla faccia del "senza vincolo di mandato" previsto dalla Costituzione...) i parlamentari dei due partiti..., ma non si può... bisogna fare in fretta, ed approvare di tutto prima che il popolo si accorga di essere stato espropriato dei diritti della democrazia....

IL MISTERO DI RENZI E CAVALIERE - Forza Italia, Renato Brunetta e il giallo del patto del Nazareno: "Il foglietto non l'ho visto, c'è una seconda versione":  LINK:  http://www.liberoquotidiano.it/news/11662274/Forza-Italia--Renato-Brunetta-e.html

Tra essere veloci ed essere sbrigativi c’è un po’ di differenza

La democrazia sbrigativa di Matteo Renzi (scritto sul "Fatto Quotidiano" del 26 luglio)
_________________________________
Scritto da Nando dalla Chiesa, Sunday 27 July 2014, link:  http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=content&task=view&id=2205



C’è qualcosa di stregato in questa deriva che si porta via il paese. Condannato da anni alla schizofrenia che lo sta mandando a fondo: problemi immensi (o piccoli) che lo zavorrano ogni giorno, e un parlamento che sfacciatamente discute sempre di altro, che eleva a questioni di vita o di morte, e dà scadenze, e lavora in agosto e sfida la Costituzione, su urgenze partorite solo dentro i palazzi della politica, si tratti delle leggi per Previti e Berlusconi, dell’indulto o di questa “riforma” del Senato. Una specie di maledizione. Che ricadrà su tutti, anche sui potenti di turno, come è sempre successo.
La domanda regina è semplice: può un parlamento eletto con una legge incostituzionale rifare la Costituzione a colpi di scimitarra? Un tempo qualunque parlamentare avrebbe risposto di no. Per ragioni intuitive, non c’era bisogno che avesse studiato. Glielo insegnava un’etica elementare. Oggi dicono di sì e lo stanno facendo in centinaia. E d’altra parte quella stessa legge (che si ostinano a chiamare la porcata Calderoli) l’hanno usata loro e la difendono loro. Classe politica ringiovanita e con tante più donne, ma figlia di una medesima cultura: il partito prima delle istituzioni, il leader prima del partito (saltando senza sosta da una corrente all’altra), la propria ricandidatura prima di tutto. Il resto è recita, un po’ dramma un po’ commedia. Circondato da silenzi che fanno male.

venerdì 25 luglio 2014

Se il Ministro per le riforme Maria on. Elena Boschi potesse leggere questa lettera! (2)

Faccio seguito al precedente post LINK copiando un commento trovato nello stesso sito.
Contiene riflessioni che nonostante il linguaggio un po' crudo consiglierei di stampare ed affiggere nelle sedi dei circoli del PD, perché iscritti e simpatizzanti di quel partito possano riflettere sui risultati delle "riforme" che stanno sostenendo.

kthrcds dice:

Ciò che sembra caratterizzare l’entourage di Renzi è il pressapochismo e l’incompetenza, cementati da una solida sovrastima di sé stessi. Costoro stanno lavorando su riforme scritte da altri di cui non capiscono la portata, né sono in grado di prevedere le inevitabili derive autocratiche che favoriranno – basta ascoltare i vaneggiamenti dei vari Orfini, Nardella, Taddei, Bonafè, Moretti, ecc., che duettano con giornalisti sempre più improbabili e inattendibili nel corso di quelle deprimenti fiere della propaganda che sono i talk show tv.
Ma loro sembrano contenti così: di recitare la parte dei giovani e delle giovani donne (che, sia detto una volta per tutte, sono in tutto e per tutto uguali agli uomini, in termini di presunzione, incompetenza, arroganza, faciloneria e pressapochismo) e, in forza degli 11 milioni di voti presi in virtù dell’abbandono dell’avversario, sembrano essersi davvero convinti di essere dei riformatori, degli statisti, nientemeno.

Se il Ministro per le riforme Maria on. Elena Boschi potesse leggere questa lettera! (1)

Lettera aperta al Ministro per le riforme Maria on. Elena Boschi.
Tratta dal sito di Aldo Giannuli:  http://www.aldogiannuli.it/2014/07/lettera-aperta-ministro-boschi/

Onorevole Ministro,

ho seguito lo scontro che Ella ha avuto in Parlamento con i senatori dei gruppi M5s e Sel, a proposito delle riforme istituzionali in corso d’opera. Ella ha comprensibilmente difeso il suo operato, negando che tali riforme costituiscano una svolta autoritaria caratterizzata da uno spirito illiberale. Al di fuori della polemica politica –in questo caso particolarmente accesa- vorrei sottoporLe pacatamente alcune considerazioni, a titolo puramente personale, come semplice cittadino e studioso della materia (come storico mi sono spesso occupato delle evoluzioni istituzionali del nostro paese, dal fascismo in poi). Naturalmente, non intendo attribuirLe alcun disegno autoritario e non metto in questione le intenzioni –sicuramente le migliori-, quanto piuttosto indicare alcune dinamiche oggettive che possano andare al di là delle intenzioni –sicuramente le migliori-.

Non sarebbe la prima volta che da una norma costituzionale sbagliata seguano conseguenze gravi ed estranee alla volontà del legislatore: sicuramente i costituenti di Weimar che inserirono nel testo l’art. 148 sullo stato d’eccezione, non immaginavano l’uso che ne avrebbero fatto i nazisti solo 12 anni dopo.

Il Governo contro i Segretari Comunali

A leggere l'articolo di Nando dalla Chiesa si resta ancora una volta colpiti dalla ferma volontà del Governo guidato da Matteo Renzi di eliminare i controlli sulla gestione della "res publica".
Province e città metropolitane con a capo nominati, Senato fatto da nominati, legge elettorale per mantenere un Parlamento di nominati, riforma costituzionale per dare tutto il potere al leader del partito che dovesse vincere le elezioni, senza alcun possibile controllo efficace da parte delle opposizioni.

Ora, in un comma subdolo e seminascosto, nel decreto legge 24 giugno 2014, n. 90: ‘Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari’ è stata inserita una norma che consente l'assunzione diretta  senza titoli di studio e senza concorso e con la qualifica di dirigente , di fiduciari-portaborse, al posto dei Segretari Comunali che rappresentavano lo Stato, ed avrebbero potuto vigilare sulla correttezza dell'operato dei Sindaci e delle Giunte.
Basta con lacci e laccioli!  Che siano gli stessi Sindaci a scegliersi il controllore più flessibile alle loro "esigenze"...

Giuseppe Mendicino commenta:  "Secondo me la pericolosità di questa operazione è del tutto ignota agli stessi che l’hanno pensata, credo sia solo il frutto di una superficialità sconfinata".
Non sono d'accordo.  Secondo me il Governo guidato da Matteo Renzi sta scientemente, insistentemente, caparbiamente, volutamente ponendo le basi per un futuro dove democrazia ed onestà abbiano più difficoltà ad esprimersi.

Accesso agli atti da parte dei Consiglieri Comunali

I Consiglieri Comunali del PD di Assago (all'opposizione) pubblicano sul sito del partito questa notizia relativa al proprio impegno in Consiglio Comunale:
Fonte:  http://www.pdassago.it/?p=4309

... , abbiamo subito presentato una mozione rivendicando il diritto di avere a disposizione i documenti in formato digitale, con un congruo anticipo e non i 5 giorni previsti dal regolamento consiliare.

Buona idea.
Che spero il PD di Buccinasco, dove è al Governo, faccia propria proponendo una identica mozione nel prossimo Consiglio Comunale.
O meglio ancora, il Sindaco di Buccinasco faccia propria senza alcuna ulteriore sollecitazione.

giovedì 24 luglio 2014

Nuovo Codice della Strada. Un passo avanti.

Codice strada: rivoluzione moto, le 125cc in autostrada

In futuro bici e moto su corsie bus, ok Commissione testo riforma

22 luglio, 21:12

mercoledì 23 luglio 2014

La favola del PIN...

Il Presidente del Consiglio / Segretario del PD Matteo Renzi afferma oggi che la riforma del Senato e la legge elettorale sono come il PIN che permetterà di accendere il telefono Italia.
Non sono, come invece sembrerebbe, il sistema per dare a chi vincerà le prossime elezioni (il suo amico Berlusconi) una maggioranza inattaccabile alla Camera dei Deputati, con la possibilità col voto di pochi Senatori, di scegliere i Membri della Corte Costituzionale, della Cassazione ed il prossimo Presidente della Repubblica.

Tutte le altre riforme, di cui blaterava in campagna elettorale, possono essere invece cancellate
Non avremo lotta alla evasione fiscale
Non avremo la reintroduzione del reato in falso in bilancio
Non avremo una legge sul conflitto di interessi
Non avremo una tassa patrimoniale sui grandi patrimoni parassitari
Non avremo una legge anti-corruzione funzionante
Non avremo una regolamentazione restrittiva del gioco d'azzardo
Non avremo uno Stato che paga puntualmente i propri creditori
Non avremo una riforma del sistema pensionistico che permetta anche a chi oggi ha meno di 60 anni di arrivare a pensioni basate sui contributi pagati (prima del fallimento dell'INPS...)
Non avremo sostegno alle scuole
Non avremo una sanità migliore in tutta Italia
Non avremo una riforma e velocizzazione della giustizia
Non avremo manovre per promuovere lo sviluppo
Non aiuteremo giovani e persone di mezza età a trovare / ritrovare un lavoro

ed ovviamente NON potremo scegliere i nostri Deputati e Senatori, che ci verranno proposti in liste bloccate dai padroni dei partiti, compresa la tanto importante (per alcuni di loro...) immunità per i parlamentari

D'altronde, "l'è un bel fieu, e piace tanto tanto ai media ed ai poteri che contano..."

Commento in parte ispirato da una mail di Rosario Amico Roxas

Incendio area ex Glicine. Le prime spese per l'incendio del capanno vuoto

Determine n.425 del 16/07/2014

AFFIDAMENTO INTERVENTO DI BONIFICA AMIANTO PRESSO AREA DI VIA FAGNANA ANGOLO VIA GREPPI - CIG Z58102E2F9
  • Ufficio: Affari generali e Controlli interni
Intervento di emergenza per la pulizia della strada: 500 € + IVA
Bonifica, rimozione e smaltimentodella copertura nonchè dell'intero capanno, del materiale contaminato presente nell'area immediatamente adiacente il capanno stesso, e boniufica e pulizia dell'area di sedime:  25'000 € + IVA

Ma diciamolo apertamente che il trio Renzi-Verdini-Berlusconi sta facendo una riforma costituzionale che sarebbe meglio cestinare!

Tratto da: http://www.democraticidavvero.it/
18 Luglio 2014
di Antonello Caporale - da il Fatto Quotidiano

“Si è consumata l'energia del dissenso e abbiamo consentito che venisse trasformato in un disturbo. Come una vocina sgraziata che non ci fa concentrare: chi dissente è divenuto un molestatore. Ho lottato una vita per il cambiamento, e sono stata dentro tutte le campagne di democrazia, di progresso. Non mi sono mai, dico mai, intestata una causa per la conservazione del potere. Con la parola rottamazione si è compiuto un gesto poco limpido e poco leale. Si è iniziata la rottamazione delle persone e si è giunti al punto che ora, a quanto leggo, si pensa di rottamare i principi della Costituzione. Non mi scandalizzo per il Senato delle autonomie non elettivo, ma per aver rinunciato a ispirarsi a modelli consolidati come quello tedesco e spagnolo, e per la facilità con cui si sta mettendo mano al titolo quinto. L'Italicum? Uno strumento ipermaggioritario che trasforma il bipolarismo in bipartitismo e concede al leader del partito vincente poteri soverchianti. Fa il governo, guida il partito, elegge il capo dello Stato e, attraverso il Parlamento, elegge il Csm e la Corte costituzionale. Assomiglia molto a un presidenzialismo di fatto".

Matteo Renzi in Europa

Ho aspettato qualche giorno a pubblicare questo link, ma poi ho pensato: visto che Renzi non si vergogna di quello che fa, ed invece a me tocca farlo quando sono a colloquio con colleghi stranieri..., perché dovrei (per amore di Patria) censurarlo?
https://www.youtube.com/watch?v=C2hlM9ryKcQ&feature=youtube_gdata_player

martedì 22 luglio 2014

Dove sono le dichiarazioni dei redditi?


Il sito del Comune di Buccinasco è ben fatto e puntualmente aggiornato.
Onore al merito ed alle capacità di chi lo aggiorna e delle Amministrazioni Comunali che hanno voluto e mantengono tale strumento in ottimo stato
BRAVI a tutti!

Ma..., visitando oggi la pagina dedicata al Consiglio Comunale ho trovato una composizione abbastanza diversa da quella uscita dalle urne nel Maggio 2012. Molti Consiglieri Comunali "meteora" si sono avvicendati.
Avendo essi ricoperto un ruolo pubblico, credo non possano usufruire delle leggi che permettono l'oblio, e quindi dovrebbero essere sempre disponibili anche i loro curricula e le loro dichiarazioni dei redditi, almeno quelle relative all'anno precedente ed a quello successivo rispetto all'importante incarico pubblico ricoperto.
Ebbene, almeno nella pagina dedicata al Consiglio tali informazioni non sono più disponibili.
Situazione molto diversa rispetto a quella che ho riscontrato nei siti della Camera dei Deputati, del Senato, del Parlamento Europeo: chiunque ne abbia fatto parte, anche per un giorno solo, ha la sua scheda ancora visibile.
Perché qui no?  Quali sono le norme imperative che lo impediscono?

Chi deve pagare per la bonifica di Buccinasco Più?

La risposta sembrerebbe facile: chi ha inquinato, o i proprietari. Certamente non tutta la Comunità.
Come se domandassi: chi deve tinteggiare il mio bagno, scopare il mio cortile, lavare la mia auto.  Il proprietario o chi utilizza bagno, cortile, auto.
Invece sembra che per Buccinasco più la situazione sia più complessa.  La Amministrazione Comunale potrebbe tentare di far pagare a tutti i cittadini le spese per le indagini sull'inquinamento e quelli ipotizzati per la bonifica.
Affibbiando un costo anche a chi non abita, non è proprietario di nulla in quel comprensorio, e non ha alcuna responsabilità nell'inquinamento
E stabilendo un precedente.

Meglio di me ha fatto una analisi della situazione, quasi un decalogo, Andrea Dalseno in un commento sul sito Città Ideale

#7 scritto da Andrea D. il 21 luglio 2014 18:12

La procedura è complessa, articolata e volutamente opaca (meno se ne sa meno si può parlare e meno possono emergere fatti imbarazzanti).
Da quel che si sa:
1) Questa Amministrazione sembra aver fatto promesse elettorali mirabolanti che le hanno fatto guadagnare cospicui consensi nel collegio di riferimento.
2) Il primo responsabile è colui che ha materialmente commesso il fatto, cioè la società che ha scaricato il materiale (che non sembra sia stata presa nemmeno in considerazione, o sbaglio? )
3) Questa Amministrazione, per ragioni non meglio precisate, ha deciso di cambiare la strategia processuale decisa dal Commissario prefettizio, ha cambiato gli avvocati, nominato nuovi consulenti e speso una bella “cifretta” per cosa ancora di preciso non si sa.

giovedì 17 luglio 2014

Sospensione lavaggio strade / divieto di sosta per spazzamento meccanizzato


SOSPENSIONE LAVAGGIO STRADE DAL 01/08/14 AL 31/08/14
Pubblicazione nr.: 2014/000953
Atto: - n. 37 del
Data affissione: 14/07/2014 - Data scadenza: 31/08/2014 - (48) giorni
Ente: COMUNE DI BUCCINASCO
Ufficio: POLIZIA AMMINISTRATIVA

In realtà non si tratta della sospensione del lavaggio strade, ma della sospensione del divieto di sosta in alcune strade, che quest'anno sarà più breve del solito..., ma anche le ferie lo saranno...!

mercoledì 16 luglio 2014

Le parole che mi piacciono: sbertucciare

Sbertucciare

Vocabolario on line
sbertucciare v. tr. [der. di bertuccia; per il sign. 1, cfr. sbertaresberteggiare,berteggiare; meno chiara la connessione etimologica con bertuccia del sign. 2] (io sbertùccio, ecc.), non com. – 

1. Canzonare, schernire, deridere. 

2. Maltrattare, ridurre in cattive condizioni spiegazzando, deformando e sim., con riferimento a oggetti di panno, pelle, carta o materiali analoghi: sul treno m’hanno sbertucciato il cappello nuovocome hai sbertucciato questo povero libro!; più raro con riferimento a persone che rissano: riscaldandosi sempre piùvennero dalle parole ai fattie acciuffatisi fra di lorosi graffiaronosi morsero e si sbertucciarono (Collodi). ◆ Part. pass. sbertucciato, anche come agg.: a un ricevimento ... ci va magari col suo vecchio impermeabile e col suo cappello sbertucciato (N. Ginzburg)

Il Glicine: IMMEDIATO l'intervento per la bonifica dell'area

AREA EX GLICINE IN SICUREZZA  
DOPO L’INCENDIO DI GIOVEDÌ IMMEDIATO L’INTERVENTO PER LA BONIFICA DELL’AREA

Buccinasco (14 luglio 2014) – È stata immediatamente messa in sicurezza l’area dell’ex cooperativa Il Glicine devastata da un incendio doloso nel pomeriggio di giovedì 10 luglio.
I tecnici della ditta specializzata che in questo periodo è al lavoro presso la scuola Primo Maggio, già venerdì mattina hanno effettuato un intervento d’emergenza come prescritto da ASL con la pulizia e una prima bonifica della zona: nel dettaglio sono stati raccolti i frammenti del capanno finiti sulla strada ed è stato utilizzato un prodotto ad hoc anche sul tratto di via Greppi percorso dai vigili del fuoco accorsi per spegnere l’incendio.

lunedì 14 luglio 2014

Assago e Buccinasco. Due pesi e due misure?

(foto tratta da:  http://www.mi-lorenteggio.com/news/30394)


Segnalo due articoli sui fondi del "piano Scuola" promesso dal Governo Renzi..













Delle due l'una
  • O Buccinasco ed Assago hanno ricevuto un trattamento molto diverso, e sarebbe interessante sapere perchè.
  • Oppure uno dei due commenti è viziato da pregiudizi (per i quali si vedono solo gli aspetti negativi) o una forte ed irrazionale ottimismo (per il quale si vedono solo gli aspetti positivi)
Quale sarà la verità?  
Attendiamo di leggere una presa di pesizione del Sindaco o del PD di Buccinasco...

Nel frattempo speriamo che non piova..., o la Scuola Ravizzini si allagherà ancora...

venerdì 11 luglio 2014

Stress lavoro correlato

10 Signs You’re Working Too Hard – And How to Stop

The signs of stress are easy to spot. It’s the solutions that can be hard to come by.
If you’ve stopped exercising, can’t sleep and are eating poorly, you’re heading down a road that could lead to a disastrous destination. And if you’re far enough along this destructive path that you’ve abandoned your hobbies and interests, can’t find time for friends or family and are obsessed with work day and night, you may actually need an outside intervention. Don’t be too surprised if it comes unsolicited at the hands of a doctor or lawyer.
It’s best to recognize the early warning signs and address them before someone else does. Here are 10 common signs you’re under too much stress – and suggestions for what to do about it.
1) You’re chained to your desk. An editor at the Chicago Sun-Times once said that he couldn’t take time off. He was afraid the place would fall apart without him – and he was terrified it wouldn’t. If you think the universe depends on you, you’re headed for a high-stress breakdown. Hire people who will do a better job than you ever could, and then celebrate their successes, get out of their way and recharge your batteries regularly.

Germania Vs USA: differenza di principi molto grande rispetto ai compiti dei servizi segreti dopo la guerra fredda


PoRTAVOCE DEL GOVERNO
La Germania espelle il capo degli 007 Usa a Berlino

Dopo il nuovo scandalo degli agenti dei servizi tedeschi che avrebbero venduto informazioni agli Usa. La Merkel: «Uno spreco di energia»


Dal portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel, arriva la conferma: in un comunicato Steffen Seibert annuncia l’espulsione del responsabile diplomatico degli 007 statunitensi a Berlino. «Il rappresentante dei servizi segreti Usa presso l’ambasciata degli Stati Uniti d’America è stato invitato a lasciare la Germania», ha scritto. La cooperazione tra Germania e Stati Uniti continuerà, ma «la fiducia deve essere reciproca», ha aggiunto il portavoce dopo l’annuncio. «Il governo tedesco considera questi fatti molto seri» ha detto, riferendosi alle rivelazioni secondo cui due agenti tedeschi sarebbero stati al soldo dell’intelligence americana, salvo poi assicurare che la Germania continuerà «la stretta cooperazione» con gli Stati Uniti. «Per la Germania - ha continuato il portavoce della cancelliera Angela Merkel - è imprescindibile, nella sicurezza dei suoi cittadini e delle sue missioni all’estero, cooperare in maniera stretta e con fiducia con gli alleati occidentali. Tuttavia la fiducia e la sincerità devono essere reciproche».

giovedì 10 luglio 2014

Renzi minaccia di fare in fretta le riforme costituzionali, senza permettere alcun miglioramento. Vuole fare, e forse peggio farà ...più si sentirà potente. Ma chi voterà le SUE riforme?

POLITICA,  10/07/2014

Riforme, si allunga sempre più la lista dei mal di pancia

Chi sono, e cosa vogliono, tutti i potenziali no trasversali a Renzi-Berlusconi

Se si prova a fare una piccola fotografia, partito per partito, di quale sia la compattezza e la tenuta del “patto sulle riforme” - legge elettorale e Senato, principalmente - l’immagine che viene fuori è uno scenario quasi libanizzato. Non solo ci sono improvvisi dietrofront - o, come minimo, precisazioni sostanziali, come quella di oggi della Lega - ma anche dentro i partiti principali i dissidenti sono tanti. Sia in Forza Italia, sia nel Pd. Facciamone una mappa ragionata. 

Bella eredità... Ma matteo Renzi è tanto tanto simpatico!

Tratto da:  http://news.in-dies.info/2014/07/quello-che-renzi-dimentica-i-giovani-stanno-ereditando-i-debiti/

Quello che Renzi dimentica: i giovani stanno ereditando i debiti

on 6 luglio 2014 |
Sono recenti le polemiche su debito italiano. Dopo che Matteo Renzi ha inaugurato il semestre europeo dell’Italia, con il suo discorso, che alcuni hanno definito un show, il capogruppo del Ppe, il tedesco Manfred Weber, ha osservato, replicando al Capo del Governo italiano, che i “nuovi debiti non creano futuro ma lo distruggono”.
Anche il presidente della banca centrale tedesca Jens Weidmann ha detto che “fare più debiti non è il presupposto della crescita“.
Noi, da modesti non addetti ai lavori, pensiamo che un minimo di debito può andare bene e che essere rigorosi sul pareggio del bilancio sia sbagliato (Keynes e la politica del New Deal, dopo la crisi del 1929, insegnano). Pensiamo però che il debito dell’Italia sia davvero eccessivo e che bisognerebbe (finalmente!) riportarlo a livelli ragionevoli.

martedì 8 luglio 2014

Non ci vuole comperare nessuno?

Dopo il fallimento della tanto strombazzata vendita delle auto blu (vedi post http://francogatti.blogspot.it/2014/05/la-bufala-dele-auto-blu-vendute-su-ebay.html) ...
ora sembra che anche quando mettiamo in vendita i gioielli di famiglia nessuno sia interessato ad investire in Italia.

Le riforme Costituzionali NON SONO pinzillacchere! Chi lo dice a Renzi?

Pinzillacchera


pinzillàcchera s. f. [forse alteraz. di pillacchera, con ampliamento scherz.]. – Per lo più al plur., pinzillacchere, cose di poco conto, bagatelle, sciocchezze (è voce coniata scherz. dall’attore Antonio De Curtis, in arte Totò, intorno al 1930).

Chi promuovere?

Did I make a mistake in promoting this person?!

How many times do we hear statements like “but she was my star performer and now as a manager she’s not getting the same results?” She was very competent as a (fill in the blank……sales person, supply chain specialist, quality assurance inspector, etc.) and so we promoted her. Did we make a mistake?!
Have you experienced this before or been a victim of a poorly promoted manager? Why is it that we are okay with the fact that to be technically competent you need to go to school, take a course, follow some training etc., yet when it comes to management we assume that people will just be able to figure it out!
What would happen if you ask someone to develop a budget and not give them any training or support on the “how to” of putting together a budget? Chances are they may figure it out by some mean or another; but what are the consequences of this learning process? Wrong numbers, faulty projections, skewed assumptions?

lunedì 7 luglio 2014

Renzi: prima se ne va, meglio sarà!

Ringrazio Roberto per la segnalazione LINK.  Chissa se gli amici del PD iniziano a rendersi conto di chi hanno mandato a Palazzo Chigi, e della necessità di offrire presto al Presoidente del Consiglio pro tempore un biglietto di sola andata per tornare a Firenze!

Tratto da: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/06/patto-renzi-berlusconi-il-modello-super-premier-senza-opposizione/1051713/

Patto Renzi-Berlusconi, il modello “super-premier” senza opposizione

Le riforme in 10 punti: dall'Italicum all'elezione del capo dello Stato, passando per informazione e immunità parlamentare; se il pacchetto istituzionale passerà diventa quasi certa la "svolta autoritaria" paventata dai giuristi di Libertà e Giustizia, senza più opposizione nè controlli

Unendo i puntini delle varie riforme vaganti tra governo e Parlamento, costituzionali e ordinarie, ma anche di certe prassi quotidiane passate sotto silenzio per trasformarsi subito in precedenti pericolosi, come le continue interferenze del Quirinale nell’autonomia del Parlamento, della magistratura e della stampa, viene fuori un disegno che inquieta. Una democrazia verticale, cioè ben poco democratica: sconosciuta, anzi opposta ai principi ispiratori della Costituzione, fondata invece su un assetto orizzontale in ossequio alla separazione e all’equilibrio dei poteri. Ce n’è abbastanza per dare ragione all’allarme inascoltato dei giuristi di Libertà e Giustizia sulla “svolta autoritaria”.

Costo del Servizio di Refezione Scolastica

Interessante la modifica approvata dal Consiglio Comunale
Delibere di Consiglio n.40 del 25/06/2014
ATTO DI INDIRIZZO PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA
Ufficio: Affari generali e Controlli interni

E' bello sapere che le trariffe NON aumenteranno del 5% come inizialmente proposto... ma di un TOT imprecisato.
Siamo tutti molto più tranquilli, eviteremo di rendercene conto fino a che dovremo pagare.
Magari, in un Comune diverso, qualcuno avrebbe tentato di porre dei limiti, tipo "non potrà aumentare più del 5%, del 25%, del 50%,  del 100%..., ma a Buccinasco meglio lasciare mandato alla Giunta..., e prepararsi a chiedere un anticipo sulla liquidazione (per chi lavora...).

Dall'Europa ci ricordano che "le riforme vanno fatte e non solo annunciate", e che "fare più debito non porta crescita"

Ovviamente il Governo di "parla parla" Renzi si è offeso..., e subito i media hanno dato spazio alle smentite ed alle battute di spirito del Presidente del Consiglio, evitando di riferire il senso ed i dettagli delle obiezioni.  Sia mai che l'elettore comprenda cosa si sta preparando per lui...

Fonti:

domenica 6 luglio 2014

Scozia, Whisky e Regina d'Inghilterra

Inghilterra, Elisabetta sceglie il whisky per far restare la Scozia nel regno
di Luca Lippera

Cosa non si fa, pur di salvare un regno. La regina d'Inghilterra si è “affidata” a una bottiglia di whisky per aiutare i sudditi scozzesi a convincersi che l'idea di staccarsi dal Regno Unito - a settembre si terrà il referendum sull'eventuale indipendenza della Scozia dalla Gran Bretagna - è veramente fuori luogo.
Elizabetta II, chiamata a battezzare la più grande portaerei della Marina Britannica, non solo le ha dato il nome - Her Majesty Queen Elizabeth - ma al varo ha sostituito il tradizionale champagne con una pregiata bottiglia di scotch proveniente dalla distilleria scozzese “Bowmore” sull'isola di Islay.

La Scozia, nel prosimo settembre, deciderà con un referendum se restare o meno nel Regno Unito.

sabato 5 luglio 2014

Tour de France 2014

UFO vintage

Usa: Cia rivela, gli Ufo degli anni '50 erano voli segreti di U2
Articolo pubblicato il: 04/07/2014

"Vi ricordare quelle notizie di insolite attività nei cieli negli anni cinquanta?Eravamo noi". Con una buona dose di faccia tosta la Cia sfrutta le tecnologie del nuovo millennio, Twitter, per svelare uno dei misteri della fine del millenio scorso, le apparizioni dei cosiddetti Ufo.

venerdì 4 luglio 2014

Gestione del tempo

You have 96 15 Minute Intervals in a Day



(photo by https://www.flickr.com/photos/numb3r/2394803508)