IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 27 marzo 2017

A Proposito del Regolamento di Polizia Municipale

Mi dispiace che il regolamento di Polizia Municipale sia stato approvato alla unanimità dal Consiglio Comunale.  Ci sono diversi punti che secondo me avrebbero dovuto essere scritti diversamente.
Evidenzio per esempio l’Articolo 29 – Circolazione dei cani, che temo sia stato scritto senza consultarsi con un veterinario o con una associazione che si occupi di animali.
Sto raccogliendo delle considerazioni da fonti ufficiali che spero possano portare ad un ripensamento e ad una riscrittura almeno di questo articolo
Franco Gatti

Promemoria Buccinasco Più

Articolo pubblicato dal sito Citta Ideale il giorno 4 Marzo 2017
LINK:  http://buccinasco.cittaideale.cerca.com/26645/buccinasco-piu-storia-infinita-i-pro-tempore-in-uscita-dovranno-pagare/


Buccinasco più: storia infinita: i pro tempore in uscita dovranno pagare

Quando sono andati su era il 2012: cinque anni fa. Ancora da collocare diversi appartamenti, ancora esistente la direzione lavori nominata dall’impresa capofila poi fallita, unitamente alle cooperative che un documento dell’epoca indica come aventi titolo sulla convenzione. Fin da subito hanno individuato il “colpevole” nell’unica del mazzo che è poi fallita.
D’altra parte, in quel quartiere i pro tempore poi eletti hanno lavorato in campagna elettorale, promettendo l’impossibile: far pagare tutto e solo al comune, a tutti i Cittadini, lo sconcio della discarica a cielo aperto realizzata grazie a una modifica del progetto (P.I.I.) che copriva tutto il terreno innalzandolo a “piano campagna”. Il presupposto per poi realizzarvi la discarica a cielo aperto. Senza questo P.I.I. non sarebbe stato possibile, non ci sarebbe stata discarica.
Una volta eletti, hanno subito inoltrato una diffida ma poi proceduto con il rallentatore nei confronti della poi fallita, al punto che, quando il comune ha agito sui beni dell’impresa, questa qualche giorno prima aveva fatto domanda di concordato: un anno e mezzo dopo.  Quindi tutti i beni bloccati dal tribunale: che sfortuna per Maiorano e compari! (solo sfortuna?)
Nel frattempo hanno tentato di mettere nel bilancio preventivo una prima uscita per 5 milioni destinati alla bonifica della discarica a cielo aperto. Gli è andata male, perché Città Ideale ha coinvolto i revisori facendo rilevare l’irregolarità dell’operazione. Non si può mettere a debito un importo che non è obbligato, certo e definitivo: questo si chiama rischio e va tra le partite di giro (così è stato fatto).

lunedì 20 marzo 2017

Scissioni nel PD. Ben vengano, ma in fondo a chi importa?

Non sono affatto emozionato dalle ipotesi (?) di scissione all'interno del PD che hanno occupato tante pagine nei media nelle ultime settimane.
Di che stiamo parlando?  Spesso sono Parlamentari che eletti nel PD in base al premio di maggioranza ottenuto con l'alleanza con SEL e ad un programma condiviso con gli elettori hanno fatto strame (LINK) degli impegni presi, si sono alleati con altri parlamentari che furono a loro volta eletti in altri partiti, con altre alleanze ed altri programmi, e poi tutti assieme hanno governato ed approvato cose come:
  • la Riforma Costituzionale (che non faceva parte del programma elettorale del PD), poi bocciata dal popolo Italiano col referendum del 4 Dicembre
  • la Riforma Elettorale, presentata come la migliore del mondo, poi cancellata in gran parte dalla sentenza della Corte Costituzionale
  • il Job Act (e già la definizione in inglese avrebbe dovuto allertarci...), che va contro a tutti i principi ispiratori del PD  (ed infatti sembra scritta da altri)
  • la Buona Scuola  (ne vediamo e ne vedremo i risultati...)
  • lo Sblocca Italia (via libera all'inquinamento, alle trivelle, in un mondo che sembra disegnato su concetti di rispetto ambientale degli anni '50)
  • la rielezione di Napolitano per un secondo mandato
  • personaggini presentati come leaders e maître à penser (LINK)
  • oltre a quanto scopriremo col tempo....(scandaloni, scandaletti e scandalucci...)
Capite che non mi sembra molto interessante che nel PD ci possa essere ora una scissione organizzata da Parlamentari che hanno approvato tutto questo, e che brigano per ripresentarsi agli elettori come il nuovo, come diversi dal passato di Renzi, come eredi di una cultura differente.
A tutti loro, ed a coloro che nelle Regioni, nei Comuni, nei Circoli hanno approvato e sostenuto tutto ciò, auguro una salutare lontananza dal potere che duri almeno una legislatura, in modo che possano dedicarsi ai propri affetti, lavorare e studiare.   Ritengo che se anziché prendere in giro "i professoroni" che evidenziavano la illogicità delle loro scelte, la impraticabilità e la anticostituzionalità  delle leggi da loro approvate, avessero studiato almeno un pochino, forse non avremmo perso tutto questo tempo, e non ci troveremmo con un debito pubblico aumentato a dismisura anche con mance e mancette usate per tentare di procurarsi i voti degli elettori.

Cari politici ancora nel PD, cari politici "futuri ex PD":  il mio augurio è che possiate presto andare a casa!

Democrazia, ignoranza, conoscenza

La Chimica e la Società
Citazione tratta dal blog della Società Chimica Italiana (https://ilblogdellasci.wordpress.com/2017/03/14/ci-risiamo/)
e valida anche (forse a maggior ragione) per l'Italia dello spettacolo e della politica.

E allora chiudo citando le parole che Isaac Asimov scienziato, oltre che scrittore di conosciutissimi racconti di fantascienza scrisse nel 1980 in un articolo pubblicato su Newsweek.
“ C’è una specie di culto dell’ignoranza negli Stati Uniti e c’è sempre stato. L’anti-intellettualismo si è insinuato come una traccia costante nella nostra vita politica e culturale, alimentato dal falso concetto che democrazia significhi la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza
Bisogna cercare di invertire questa tendenza senza alcun dubbio o tentennamento.




domenica 5 marzo 2017

... prolungamento della linea M4 a Buccinasco, costi quel che costi...

Quando un politico navigato, di lunghissimo corso, promette una opera pubblica scrivendo "COSTI QUEL CHE COSTI" , sicuramente ha già fatto una valutazione di come finanzierà l'opera, come e dove prenderà i soldi che serviranno.

Posso quindi immaginare che il politico in questione abbia già fatto calcoli approfonditi, ad esempio dividendo la cifra necessaria per il numero di contribuenti, o dei firmatari delle petizioni che chiedevano la fermata "costi quel che costi", e si prepari, in caso di vittoria, ad applicare tasse e sovrattasse locali, patrimoniali, espropri, mutui in grado di finanziare la promessa.

Oppure è solo (pessima) campagna elettorale, che danneggia non solo il politico in questione, ma anche i suoi alleati?

Consiglio Comunale Buccinasco 6 Marzo 2017 ore 20.30

Lunedì 6 Marzo il Consiglio Comunale di Buccinasco potrebbe approvare il Regolamento Comunale per la disciplina delle forme di partecipazione popolare ed il Regolamento di Polizia Urbana, punti 4 e 5 dell'ordine del Giorno.

Come al solito, pochissima comunicazione preventiva rivolta ai cittadini.  Sono lontani i tempi nei quali il centro sinistra organizzava assemblee informative per i cittadini come quelli di Agenda 21, o il Bilancio Partecipato, Qui non siamo mica a Cesano Boscone ! (Link: http://www.simonenegri.it/news.php?extend.225.2).  Ma noi Buccinaschesi siamo tanto fortunati da avere "la Giunta  più brava del mondo"!

Con rispetto verso le eccellenti menti che hanno scritto questi regolamenti, segnalo alcune incongruenze, forse volute, forse  programmate appositamente...
Lascio i commenti in blu


REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

TITOLO II – SPAZI ED AREE PUBBLICHE
Art. 13- Addobbi, striscioni e drappi privi di messaggi pubblicitari
1. Fatta eccezione per l’esposizione delle bandiere di stato (quali sono incluse nella definizione?), per le quali non è necessario presentare alcuna richiesta e non sussiste limitazione temporale...
2. Gli striscioni e i drappi utilizzati durante le cerimonie religiose, le bandiere di partiti politici
esposte all’esterno della sede del partito per le ricorrenze nonché per le bandiere esposte
da privati in relazione a eventi/ricorrenze sportivi (!) o istituzionali non necessitano di
comunicazione purché l’esposizione sia limitata al periodo di durata dell’evento e non si
protragga oltre il giorno successivo (!) al termine dello stesso  (se oggi i cittadini esponessero sui propri balconi la bandiera arcobaleno della pace, o le lenzuola antimafia, o una qualsiasi bandiera che non sia di Stato (?),  o lasciassero quelle di una squadra sportiva due giorni dopo la fine del campionato, ...sarebbero perseguiti dalla nostra polizia locale?)

CAPO III – TUTELA DEL TERRITORIO E AMBIENTALE
Art 23- Atti vietati nei parchi urbani, nelle aree verdi attrezzate e nei giardini pubblici o di
uso pubblico
h. collocare ... piante comunque non autorizzate dal Comune;  (che nessuno pensi, vedendo lo stato dei nostri parchi, di piantare qualche tulipano in aiole abbandonate ...)

CAPO IV- CUSTODIA E CIRCOLAZIONE DEGLI ANIMALI DOMESTICI E ADDOMESTICATI
Art. 29- Circolazione dei cani
1. ... E’ sempre obbligatorio l’uso del guinzaglio e della museruola per tutti i cani di razza pericolosa...
(Credo non esista più un elenco di razze considerate pericolose, e quindi questo comma andrebbe riscritto.  I consiglieri potrebbero verificare il punto consultando ad esempio https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_delle_razze_canine_pericolose )


REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI PARTECIPAIONE POPOLARE

Norme molto dettagliate sul numero di firme d raccogliere, sui poteri del Segretario Comunale, del Sindaco, delle Commissioni Consiliari  di archiviare quanto richiesto, sui quorum richiesti.  
La mia prima impressione è di un sistema molto conservativo, che per i cittadini sarà molto difficile da mettere in pratica.  Forse una base di partenza per miglioramenti che potrebbero essere proposti dalla nuova maggioranza dopo le Elezioni Amministrative.