IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 31 marzo 2008

EXPO 2015 a Milano

Parigi: 86 dei 151 delegati votanti del Bureau International des Expositions hanno votato per Milano come sede della Esposizione Internazionale del 2015.
Un'assegnazione salutata come un successo da tutte le parti politiche e che ha visto sconfitta la turca Smirne, l'altra città candidata.

PGT: appuntamento per Giovedì 3 Aprile

GIOVEDI’ 3 APRILE alle ore 21 presso la SALA CONSILIARE il Partito Democratico di Buccinasco organizza un incontro sul Piano di Governo del Territorio e sul ricorso che è stato presentato.

Autocertificazione se lo scontrino è muto

Secondo alcuni blog esisterebbe una circolare dall'Agenzia delle Entrate secondo la quale le spese sanitarie sostenute per l'acquisto di medicinali nel secondo semestre 2007, potranno essere certificate ai fini della deduzione o detrazione IRPEF anche tramite scontrino non parlante o incompleto. La condizione è che il contribuente lo integri indicando, anche su un foglio a parte, il codice fiscale dell'acquirente nonché natura, qualità e quantità dei farmaci acquistati.
A partire dal 1° Luglio 2007 le farmacie avrebbero dovuto fornire il cosiddetto "scontrino parlante", ma non sempre veniva proposto. Resterebbe confermato che dal primo gennaio 2008 per la certificazione delle spese sanitarie sarà indispensabile avere idonea documentazione consistente nella fattura o nello scontrino parlante.

Pubblicherò la conferma della notizia non appena possibile...

domenica 30 marzo 2008

5 per Mille al CNGEI

Quando preparate la vostra dichiarazione dei redditi non vi scordate la possibilità di devolvere il 5 per mille al CNGEI indicando il codice

80149370589

Non vi costerà nulla, e potrete fare del bene !




Il programma di governo del PD (18)

Il programma di Veltroni, un frammento alla volta... , per non dire "Io non lo sapevo ...": il programma integrale

7. CULTURA, SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA: PIÙ AUTONOMIA, PER L'EQUITÀ E L'ECCELLENZA ...

f) Modernizzare le Università e creare una nuova leva di ricercatori

1. L'università deve essere un motore essenziale della mobilità sociale e della crescita.
a. Riduzione del numero di sedi universitarie e promozione della la loro specializzazione in poche discipline, per raggiungere livelli di eccellenza.
b. Modernizzazione delle Università italiane, esaltando la loro autonomia finanziaria, ...
c. ... va riconosciuta effettiva autonomia agli atenei e promossa la loro internazionalizzazione, ...
d. ... rinnovamento del corpo docente universitario...
e. Più concorrenza dal lato della domanda e borse di studio spendibili in qualsiasi università. Sviluppare sistemi per la concessione di prestiti d’onore, la cui restituzione potrebbe essere collegata ai redditi conseguiti dopo la conclusione degli studi...
f. Potenziamento della rete di Politecnici, che funzioni da dorsale tecnologica del Paese.
g. Progettazione e realizzazione di una grande università telematica pubblica.
h. ERASMUS effettivamente accessibili a tutti gli studenti universitari italiani, sostenendo con adeguate borse di studio coloro che provengono da famiglie non abbienti.
2. Favorire la ricerca non finalizzata, ...

sabato 29 marzo 2008

Donazione e trapianto d'organi 2007

Alcuni dati sull'attività di donazione e trapianto d'organi nel 2007, forniti durante la Conferenza stampa tenutasi presso l'Auditorium del Ministero della Salute il 13 marzo. Relatori il Ministro della Salute Livia Turco, il Direttore del CNT Alessandro Nanni Costa ed il Presidente dell'AIDO Vincenzo Passarelli:
Numero di trapianti nel 2007: 3.021 (-49 rispetto al 2006).
1.573 pazienti hanno ricevuto un trapianto di rene,
1.033 hanno ricevuto il fegato,
308 il cuore,
112 il polmone
76 il pancreas,
2 l'intestino.
indice di donazione -3,3% rispetto al 2006

E' importante aumentare la sensibilità dei cittadini verso la donazione !
Il Ministro Turco ha predisposto un aggiornamento del decreto 8 aprile 2000 sulle modalità per l'espressione di volontà alla disponibilità dei propri organi, prevedendo che essa si possa effettuare anche presso i Comuni che aderiranno all'iniziativa o presso i Centri regionali di riferimento per i trapianti.
Buccinasco aderirerà ?

Il programma di governo del PD (17)

Il programma di Veltroni, un frammento alla volta... , per non dire "Io non lo sapevo ...": il programma integrale
7. CULTURA, SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA: PIÙ AUTONOMIA, PER L'EQUITÀ E L'ECCELLENZA

e) Scuola primaria e sport

Estendere a tutta la scuola primaria l’introduzione della pratica motoria nel ciclo curricolare. Adottare la legge per lo sport per tutti destinata a disciplinare, con le Regioni e gli enti locali, il miglior funzionamento del Fondo per lo sport di cittadinanza

venerdì 28 marzo 2008

Promemoria: ora legale 2008

Domenica 30 Marzo alle 2 del mattino, chi sarà ancora sveglio potrà spostare le lancette dell'orologio un'ora in avanti; gli altri potranno farlo la mattina appena svegli, o la sera prima di andare a letto.
L'ora legale resterà in vigore fino al 26 ottobre prossimo, quando verrà ripristinata l'ora solare.

Opinioni dei miei ospiti: Gianfranco Belisari parla di Walter Veltroni

Ricevo da Gianfranco Belisari un articolo apparentemente polemico verso il candidato premier del Partito Democratico Walter Veltroni. Nei commenti troverete una mia risposta a caldo. Voi che ne pensate ?

IL FATTO DEL MESE: VELTROMA

Poniamo che la Ferrari, dopo anni che si classifica terza al mondiale costruttori dietro Mercedes e BMW, venga affidata ad un manager giovane, volitivo e motivato cui vengano date tutte le possibilità economiche, l'appoggio di tutto lo staff e risorse di ogni genere per risalire la china.
Se, dopo quasi dieci anni di gestione, non solo non mantiene il terzo posto , ma si fa superare anche dalla Red Bull, sono certo che tutti converranno con me che un manager con simili credenziali verrebbe licenziato e a fatica troverebbe un altro incarico.
Sarebbe poi assolutamente impensabile che qualcuno pensasse a lui per candidarlo addirittura a guidare tutta la Formula 1!
L'esempio di cui sopra dà un'idea di quanto sta accadendo con Veltroni.
Non voglio addentrarmi in valutazioni politiche nè prendere posizione sul nascente PD: faccio solo una riflessione sul "fatto del mese" che per me è il passaggio di Veltroni da Sindaco di Roma a candidato Premier.
Persona simpaticissima e a modo, Walter Veltroni non ha fatto cose memorabili nel corso della sua carriera, però è riuscito a diventare Sindaco di Roma per ben due legislature, che non è cosa da poco.
E' vero che Roma è tradizionalmente riserva di caccia della sinistra per via dell'enorme numero di statali presente sul territorio , comunque è sempre un'impresa rimarchevole.
Ora, la mia tesi è questa: un uomo politico relativamente giovane, intelligente e ambizioso che riesce a diventare sindaco di Roma, se è bravo e capace, tra i tanti doveri, ne ha uno in particolare: deve portarla al I° posto per numero di turisti, da 3° che era ( è la "Ferrari" delle città!).
Roma è la più bella città del mondo: da 2000 anni imperatori , duci, papi e re hanno profuso ricchezze infinite per renderla bella e preziosa.
Il concentrato di monumenti e opere d'arte all' aperto che c'è a Roma, non esiste in alcun altro luogo al mondo, e la stessa cosa vale per i musei: ogni angolo trasuda storia.
Senza contare che è anche straordinariamente bella dal punto di vista naturale: "la città dei sette colli".
Roma poi ha un vantaggio incalcolabile rispetto alle altre grandi capitali: il Vaticano, il Papa!
Senza sforzo quindi, già milioni di turisti arrivano per conto loro per vedere il Santo Padre.
Veltroni ha avuto di tutto e di più a sua disposizione per realizzare i suoi obbiettivi: fondi a profusione con la famosa legge "Roma capitale".
L'appoggio di tutti i governi che si sono succeduti , di Confindustria, di tutti i palazzinari, dell'establishement economico-finanziario, della stampa: di tutto.
Pochi giorni fa ha lasciato il suo incarico di Sindaco dopo ben due legislature con un bilancio che anche lui non ha osato enfatizzare: tra tante cose buone, moltissime hanno scontentato i romani.
Traffico impossibile, baraccopoli alle periferie e lungo le rive del Tevere tanto che il fiume è diventato una cloaca, gestione delle risorse spesso a fini clientelari, "notti bianche", "festival del cinema" con lui sempre al centro dell'attenzione (che bisogno c'era di un altro Festival? C'è già
quello di Venezia! Parigi non si sognerebbe mai di fare un festival del cinema in concorrenza con Cannes).
Risultato: adesso Roma non è più terza. Da una notizia Ansa (che ho stampato) e da una notizia radiofonica, ho saputo che Berlino è diventata la terza città per numero di turisti in Europa, dopo Parigi e Londra!
Io Berlino la conosco da quando era divisa in due: c'era la parte Ovest rutilante di luci e quella Est, aldilà del "muro", tetra e disperata.
L'ho rivista dopo la riunificazione e, essendo stata rasa al suolo dalla guerra, ha dovuto essere ricostruita ex novo: è stata compiuta un'impresa mirabile ma è sempre lontana anni luce dalle bellezze e dalle attrattive estetico culturali di Roma.
Adesso ditemi: come si fa a farsi superare da Berlino per numero di turisti, quando si ha una Roma da amministrare?
Ingenuamente allora mi chiedo: ma se chi ha amministrato così Roma, anzichè ritirarsi a vita privata e andare in Africa come aveva promesso, pensa addirittura di avere i titoli per governare l'Italia, come mai Rudolph Giuliani, da tutti considerato uno dei più grandi sindaci al mondo per aver reso New York, 12 milioni di abitanti, una città modello, da caotica, sporca e insicura che era, non è stato ritenuto adatto a partecipare alla corsa per la Casa Bianca? Forse perchè noi italiani ci accontentiamo?
Ultima curiosità: se tanto mi da tanto, cosa dovrebbe chiedere di amministrare il borgomastro di Berlino: l'ONU?

Gianfranco Belisari

Incidenti stradali e giovani

Negli Stati Uniti gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per bambini e ragazzi di età compresa tra 8 e 17 anni, ed immagino che la situazione italiana sia simile.
Per i piccoli con età inferiore agli 8 anni, ci sono misure di sicurezza per il trasporto dei bambini in auto, ed i genitori sono (dovrebbero essere) attenti a rispettarle.
Con l'adolescenza aumentano le possibilità che i conducenti non siano più solo i genitori, ma altri giovani e, di conseguenza, i rischi variano.
Sono stati analizzati i database americani FARS (Fatality Analysis Reporting System) e NASS-CDS (National Automotive Sampling System Crash Data System) per il periodo 2'000 - 2005, suddividendo i soggetti per classi di età, e a seconda che fossero passeggeri o guidatori (in alcuni stati USA si può guidare a 16 anni).
Dei ragazzi morti come passeggeri, il 54,4% era a bordo di un veicolo guidato da un conducente con meno di 20 anni e i due terzi non facevano uso di sistemi di restrizione.
FontE: Winston FK et al. Risk Factors for Death Among Older Child and Teenaged Motor Vehicle Passengers. Arch Pediatr Adolesc Med. 2008; 162 (3): 253-260

Se invece parliamo di incidenti stradali provocati da adulti, segnalo un mio vecchio post sull'argomento
I nostri ragazzi spesso non si allacciano le cinture quando sono in auto con gli amici, pensando che tanto papà non vede, devo fare solo pochi chilometri, allacciare le cinture nei posti posteriori è inutile e non obbligatorio, il mio amico potrebbe pensare che non mi fido di come guida..., e rischiano di pagare GRAVE la loro fiducia.
N.B. ALLACCIARE LE CINTURE E' OBBLIGATORIO DA MOLTI ANNI SIA NEI POSTI ANTERIORI CHE IN QUELLI POSTERIORI.
NON FARLO E' SOPRATTUTTO SEGNO DI STUPIDITA'




giovedì 27 marzo 2008

Campagna elettorale 2008: le tasse ed il debito pubblico

Segnalo un link trovato nel sito http://www.piazzadibuccinasco.it/

Per chi non si intende di economia, ma paga le tasse, queste informazioni possono essere molto interessanti: http://quattrogattilse.googlepages.com/

Se ne parla all'estero: campagna elettorale

Ho trovato in ddn online (Drug Discovery News) un commento riferito alla campagna elettorale USA, interessante anche per quella italiana: ddn online commentary

Why aren’t you running for president?
Every four years I announce a run for the presidency of these United States. I define the central issues and I write a white paper or three on how I’d approach them. I announce this to my family, former graduate students and colleagues at Purdue University and life science companies. This is my forth cycle through the process.

After 16 years I’m not taken seriously, given that I’ve not received a single vote. Even I would not vote for me. Groucho Marx had it right when he said: “I would never join any club that would have me as a member.” I’ve not set up a web site to haul in donations, but the thought has crossed my mind given that even 10 million donors averaging $10 each would make for a pretty decent year and help fund a new medical device company I’m putting together. (continua nei commenti)


Orologio campanile di Gudo Gambaredo - 2'100 euro

Delibera n° 225
Approvata nella seduta del: 12/03/2008
Deliberante: Determinazioni dei Coordinatori
OGGETTO: RIPARAZIONE OROLOGIO DI GUDO GAMBAREDO
...CONSTATATA l'avaria dell'orologio del campanile di Gudo Gambaredo che ha causato il blocco totale dell'apparecchiatura ... DETERMINA ...Di approvare, per quanto esposto in premessa, i lavori di ripristino ...

So che non c'entra niente ..., ma a me è venuta in mente l'immagine di don Camillo e Peppone che litigano sull'ora "legale": meglio l'orario "democratico" indicato dall'orologio sulla torre civica, o quello "clericale" indicato dall'orologio sul campanile... Nel libro di Giovannino Guareschi venne l'alluvione a mettere tutti d'accordo..., qui è il Comune che paga la riparazione dell'orologio del campanile ...

Il programma di governo del PD (16)

Il programma di Veltroni, un frammento alla volta... , per non dire "Io non lo sapevo ...": il programma integrale

7. CULTURA, SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA: PIÙ AUTONOMIA, PER L'EQUITÀ E L'ECCELLENZA
d) Scuole belle ed aperte, anche ai nonni Lo stato di abbandono e di scarsa manutenzione degli edifici scolastici è molto grave. Il Governo Prodi ha visto giusto lanciando il programma nazionale per l’edilizia scolastica. Ci sono risorse non solo per riqualificare le strutture esistenti, ma per farne i luoghi più belli e accoglienti del quartiere, con architetture nuove, attrezzature didattiche di qualità, strumenti tecnologici e ampia dotazione di servizi. Ciò consentirà di svolgere meglio prima di tutto la funzione scolastica, accorpando nello stesso edificio diversi cicli e indirizzi formativi, in veri e propri "campus della scuola dell’obbligo". Dopo la ristrutturazione, questi patrimoni pubblici dovranno essere utilizzati al massimo grado, tenendoli aperti giorno e sera. Innanzitutto, per riportare anche i genitori e gli adulti a studiare. Possono diventare centri di iniziative contro l’evasione dell’obbligo scolastico e per il recupero di ragazzi in difficoltà. Dalla musica, al teatro, all’arte, al multimediale, tutte le forme di espressione culturale dei giovani devono trovare nel campus la propria casa di produzione. Dalla formazione di piccole orchestre e cori, all’alfabetizzazione tecnologica della cittadinanza e per l’accesso ai nuovi servizi di e-government, creando anche le condizioni di scambio tra le diverse generazioni (ad esempio, impegnando i ragazzi ad educare i nonni all’uso di internet). Cento di questi "campus" dovranno essere pronti per il 2010.

mercoledì 26 marzo 2008

Il sindaco querela

Delibera n° 126
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: Iniziativa della Giunta Comunale - Provvedimenti

... LA GIUNTA COMUNALE
Preso atto della seguente relazione del Sindaco:

"Successivamente all'insediamento di questa Giunta comunale, avvenuto nel mese di giugno 2007, si è registrata una campagna denigratoria e diffamatoria, tutt'ora in corso, nei confronti della Giunta, del Sindaco e dei singoli Assessori del Comune di Buccinasco (prov. Milano) da parte di organi di stampa. Tale campagna, alimentata da esponenti dell'opposizione, ha l'obiettivo di screditare anzitutto politicamente la Giunta comunale, tacciandola di "vicinanza" rispetto a presunti fenomeni di mafia locale, specificamente rispetto alla 'ndrangheta. La stessa ha avuto inizio, strumentalmente, prendendo occasione dal fatto che legittimamente questa Giunta non ha fatto propria una delibera della precedente Giunta comunale del 24 maggio 2007, con la quale un immobile confiscato alla criminalità di stampo mafioso era stato assegnato alla Cooperativa Sociale di solidarietà Onlus "Spazio Aperto" per la realizzazione di un ristorante pizzeria. Da qui si sono poi succeduti diversi attacchi alla Giunta, al Sindaco e ai singoli Assessori, come è esposto nell'atto di querela che viene illustrato e allegato alla presente delibera, costituendone parte integrante". Ritenuto che tale campagna denigratoria e diffamatoria è gravemente lesiva dell'immagine, del decoro e dell'onorabilità dell'Ente, del Sindaco, degli Assessori, della Giunta del Comune di Buccinasco;
Richiamati gli artt. 336 e segg. del Codice di Procedura Penale in tema di reati non perseguibili d'ufficio;
Richiamato quanto disposto dalle attuali norme che regolano l'assicurazione in corso con questa Amministrazione in particolare l'art. 13 comma 1 che recita "rivestono la qualifica di assicurati l'ente, il sindaco e gli assessori circa la identificazione dei soggetti assicurati"
Richiamato, altresì, l'art. 14 comma 4 punto 3 che prevede "la garanzia vale altresì per l'esercizio di ogni azione di risarcimento danni a persone subiti per fatti illeciti da terzi";
Visto l'art. 48 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267;
Visti, altresì, gli allegati pareri di regolarità tecnica e di regolarità contabile resi ai sensi dell'art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000;

Con voti unanimi favorevoli espressi in modo palese
DELIBERA
1) di conferire al Sindaco il potere di proporre querela…OMISSIS;
2) di conferire al Sindaco, conseguentemente, tutti i poteri di costituirsi persona offesa dal reato, parte civile, di compiere ogni atto a tutela della Giunta, nominando difensore e costituendo procuratore speciale ex artt. 100 e 101 c.p.p. per tutte le fasi del giudizio l'avv. prof. O.D. con studio in Milano, ... e delegando per il deposito dell'atto di querela l'avv. T.B. del Foro di Milano;
3) di comunicare il presente atto alla Società assicuratrice dell'amministrazione per gli adempimenti conseguenti a tale iniziativa;
4) di dare atto che il Sindaco Loris Cereda, gli Assessori Antonio Luciani, Mario Arrigoni, Alessandro Bianchi, Marco Cattaneo, Vincenzo Centola, Guido Lanati e Patrizia Seghezzi dichiarano che intendono proporre querela in proprio e in qualità di singoli componenti della Giunta per i medesimi fatti e contro le medesime persone di cui al predetto atto di querela.

ndr: l'Omissis fa parte della delibera. Non ho altre informazioni su chi siano / saranno i querelati

Ufficio stampa - 30'000 euro

Delibera n° 255
Approvata nella seduta del: 19/03/2008
Deliberante: Determinazioni dei Coordinatori
OGGETTO: UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE – CONFERIMENTO INCARICO ALLA SOCIETA' ... PER I SERVIZI DI ORGANIZZAZIONE UFFICIO STAMPA - ANNO 2008

Ricorsi PGT

Premessa: come per il punto precedente, suggerisco di leggere le delibere visitando il sito del Comune di Buccinasco. Ci sono altre delibere simili a questa, relative a ricorsi verso il cosiddetto "PGT CEREDA".

Delibera n° 88
Approvata nella seduta del: 13/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: RICORSO STRAORDINARIO AL CAPO DELLO STATO PROMOSSO DAI CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE BATTISTELLO MARCELLO, CARBONERA MAURIZIO, PANSINI CLAUDIO E MAZZARELLI CARMELA C/ COMUNE DI BUCCINASCO PER L'ANNULLAMENTO DELLA DELIBERAZIONE DI C.C. N. 91 DEL 17/12/2007 DI APPROVAZIONE DEFINITIVA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO – INCARICO AD UN LEGALE - PROVVEDIMENTI

Altre delibere ...

Premessa: suggerisco di leggerle tutte visitando il sito del Comune di Buccinasco, la mia è una scelta personale ed incompleta !

Delibera n° 105
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DEL GIARDINO BOTANICO - 490'000 euro

Delibera n° 108
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE CENTRO PRIMA INFANZIA - VIA VITTORIO EMANUELE II N. 21 - 95'000 meno 40'815 euro

Delibera n° 110
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA RISTRUTTURAZIONE ASILO NIDO DI VIA DEI MILLE - 114'820 euro

Delibera n° 116
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DELLA STRADA DI COLLEGAMENTO MEUCCI - LOMELLINA - 650'000 euro

Delibera n° 117
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale..
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DEL COLLEGAMENTO VIA LOMELLINA - STRADA PARCO - 525'000 euro

Delibera n° 119
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DI UNA PALAZZINA TECNOLOGICA (Area Pasin) - 1'000'000 euro

Delibera n° 120
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO PRELIMINARE PER LA REALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA SUPERIORE (LICEO CLASSICO) - edificio scolastico a carico della Provincia di Milano, € 4.500.000 + palestra a carico dell'Amministrazione comunale € 700.000

Delibera n° 122
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO PRELIMINARE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO SISTEMI VERDI TERRITORIALI - 2'989'720 euro

Delibera n° 123
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DI UNA STRUTTURA SOCIO – RICREATIVA PRESSO IL PARCO SCARLATTI - 450'000 euro

Delibera n° 79
Approvata nella seduta del: 10/03/2008
Deliberante: Giunta ComunaleOGGETTO: COMUNE DI BUCCINASCO C/ SIG.RA D.C.L. - TRANSAZIONE - PROVVEDIMENTI
... locali siti al piano rialzato dell'immobile di via Roma n. 6 ... Associazione Nazionale Combattenti e Reduci ... Spaccio Circolo A.N.C.R. – con somministrazione di alimenti e bevande... scadenza del rapporto locatizio ... canoni ... adeguamento... nuovo contratto di locazione ...
(difficile semplificare, suggerisco di leggere le delibere originali sull'argomento)

Delibera n° 74
Approvata nella seduta del: 05/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: REALIZZAZIONE PARCHEGGIO SCUOLA VIA DEI MILLE - Approvazione Progetto Definitivo/Esecutivo - 112'000 euro

Ampliamento Scuola di via Emilia - 350'000 euro

Delibera n° 104
Approvata nella seduta del: 18/03/2008

Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITA' PER L'AMPLIAMENTO DELLA SCUOLA MEDIA DI VIA EMILIA E REVOCA DL GC N.78 DEL 01/03/2007

Ampliamento cimitero - 4'800'000 euro

Delibera n° 102
Approvata nella seduta del: 18/03/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO PRELIMINARE PER LA REALIZZAZIONE AMPLIAMENTO CIMITERO DI VIA ROMAGNA

Aggiornamento del 14 Aprile 2008: ho aggiunto la fotografia di un cimitero militare USA in Italia. Mi hanno sempre colpito l'ordine ed il verde di questi cimiteri, così diversi dai nostri cimiteri urbani, spesso costituiti da palazzoni a più piani, stile magazzino. Spero che quello che verrà realizzato dal sindaco Cereda sia invece simile ai cimiteri parchi diffusi all'estero (come quello proposto dell'ex Sindaco Carbonera), o ai nostri cimiteri di campagna ...

Trofeo Laura Conti

Anche quest'anno le ragazze ed i ragazzi della Scuola Media Laura Conti di Buccinasco sono invitati a partecipare al Trofeo Laura Conti.

Ricordo date ed orari:
Sabato 29 marzo dalle 09,00 alle 18,00
Domenica 30 marzo dalle 09,30 alle 17,00

RINGRAZIO i genitori che si sono impegnati nell'organizzazione, e che saranno vicini ai nostri ragazzi anche durante il torneo.
BUON LAVORO A TUTTI, e divertiamoci assieme !

Pubblicato la prima volta il 20 Marzo alle 19.00

Consiglio Comunale, Giovedì 27 Marzo, ore 18,00

Il Consiglio Comunale si riunirà Giovedì 27 Marzo alle ore 18,00, con eventuale prosecuzione il giorno dopo (attenti all'ora !) , presso la sala di via Vittorio Emanuele 7, con questo ordine del giorno:
1. Comunicazioni della Presidenza;
2. Lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti - Deliberazioni da n.1 a n.18;
3. Deliberazione Assemblea Consortile C.I.M.E.P. n. 9 del 5/2/2008 - Indirizzi operativi;
4. Elenco lavori pubblici anno 2008 e programma triennale 2008-2010 - Approvazione;
5. Verifica delle aree e dei fabbricati ai sensi dell’art. 172, comma 1, lettera c, del D.Lgs. n. 267/2000;
6. Attestazione percentuale di copertura dei costi dei servizi a domanda individuale;
7. Azienda Speciale Buccinasco - Piano programma e bilancio preventivo 2008 e pluriennale 2008/2009/2010 - Approvazione;
8. Approvazione bilancio di previsione 2008;
9. Interrogazioni, interpellanze, mozioni e o.d.g. presentati dai Consiglieri Comunali.
Pubblicato la prima volta il 19 Marzo 2008, ore 20,21

Strage delle Fosse Ardeatine - alcune date

23 Marzo 1944, dopo le ore 15: in via Rasella, attacco contro le forze armate occupanti tedesche, ad opera di partigiani dei GAP Gruppi d'Azione Patriottica delle Brigate Garibaldi, emanazione del Comitato di Liberazione Nazionale.
L'esplosione uccise 33 uomini (32 inizialmente + 1 durante la notte successiva) dell'11a Compagnia del 3° Battaglione del Polizeiregiment Bozen (appartenente alla Ordnungspolizei, una delle branche delle SS, erano coscritti sudtirolesi) e due civili romani, tra cui un ragazzo di 13 anni.

24 Marzo 1944 : i tedeschi applicarono la rappresaglia 1:10, uccidendo in una cava di pozzolana (le Fosse Ardeatine) 335 persone, cioè 15 in più rispetto agli ordini, o almeno 5 in più rispetto al numero "legittimo". La maggior parte delle vittime non era collegata ai partigiani. Le famiglie delle vittime NON vennero informate del destino dei loro parenti. Dopo la strage vennero fatte brillare alcune mine, che provocarono il crollo delle volte delle cave, probabilmente allo scopo di nascondere o rendere più difficoltosa la scoperta dell'eccidio.

25 Marzo 1944: Il Messaggero pubblica un comunicato a proposito dell'attentato di via Rasella e della morte dei 32 uomini della polizia tedesca. Il comunicato si chiudeva con le parole "Il Comando tedesco ha perciò ordinato che per ogni tedesco ammazzato dieci criminali comunisti-badogliani saranno fucilati. Quest'ordine è già stato eseguito"

4 Giugno 1944: a Roma arrivano gli americani

Primi di Luglio 1944: sgombrate le frane che ostruivano l'accesso sui luoghi dell'eccidio, comincia la rimozione delle salme e l'esame medico-legale.
In base alle mie informazioni le salme identificate sono ad oggi 322 su 335. Tredici vittime sono tuttora non identificate.
(Come al solito, ringrazio sin d'ora chi vorrà segnalarmi eventuali errori nella mia ricostruzione)

Il programma di governo del PD (15)

Il programma di Veltroni, un frammento alla volta... , per non dire "Io non lo sapevo ...": il programma integrale
7. CULTURA, SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA: PIÙ AUTONOMIA, PER L'EQUITÀ E L'ECCELLENZA

c) Più ore di matematica Nel contesto di un'azione volta a rafforzare le fondamentali competenze di base, accrescere le competenze matematiche e scientifiche dei nostri studenti, anche attraverso un ampliamento delle ore di insegnamento e un programma straordinario di reclutamento di insegnanti, in modo tale da compensare, entro la Legislatura, il gap di conoscenze specifiche rispetto alla media dei Paesi OCSE. È necessario ampliare gli spazi dell'apprendimento dell'inglese e sperimentare l'insegnamento in inglese di una materia curricolare. Dovranno essere immediatamente attivati i necessari corsi di formazione degli insegnanti.

Coerenze Elettorali: il candidato premier

Dallo Statuto del PD - la teoria:
- Il Partito Democratico promuove la trasparenza e il ricambio nelle cariche politiche e istituzionali. Le candidature e gli incarichi sono regolate dal Codice etico del partito e dalle norme statutarie che, ad ogni livello organizzativo e per ogni ambito istituzionale, rendono gli incarichi contendibili, oltre a fissare un limite al cumulo e al rinnovo dei mandati.
- Tutti gli elettori e le elettrici del Partito Democratico hanno diritto di: ... partecipare alle elezioni primarie per la scelta dei candidati del partito alle principali cariche istituzionali; ...avanzare la propria candidatura a ricoprire incarichi istituzionali;

La pratica:
- Scelta dei candidati per le cariche istituzionali (Elezioni primarie del Partito Democratico): le regole valgono per i candidati alla carica di Sindaco, Presidente di Provincia e Presidente di Regione.

L'attualità:
- Il Segretario nazionale .. è proposto dal Partito come candidato all’incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri.
- La previsione secondo cui il Segretario nazionale viene indicato quale candidato del Partito
Democratico alla carica di Presidente del Consiglio dei Ministri di cui all’articolo 3, comma 1,
diviene efficace a partire dalla XVI legislatura.

Per chi si fosse perso, ...la XVI Legislatura della Repubblica Italiana inizierà il 29 Aprile 2008, in seguito alle elezioni politiche del 12 e 13 aprile causate dallo scioglimento delle Camere avvenuto il 6 Febbraio 2008 ..., cioè nel PD alcune regole valgono da ora, altre dalla prossima volta, e (a me) non è chiaro se riguardano anche i candidati al Parlamento Nazionale, quelli che con questa legge elettorale vengono non solo candidati, ma messi in ordine di elezione da parte delle segreterie dei partiti ...
Potremmo anche allargare il panorama studiando quanto è avvenuto negli altri partiti, ..., e quanta pubblicità è stata data alla formazione "democratica" delle liste dei candidati ....!


martedì 25 marzo 2008

PD, Prezzolini e la società degli Apoti, il pensiero di Gobetti ...


Parto dalla citazione di un post di Angelo Mancini, pubblicato nel sito http://www.costituentedemocratica.net/, a proposito della nascita del Partito Democratico
Il gap di democrazia sarà colmato quando si sarà formata una classe di cittadini che vogliono fare politica senza voler fare i politici. E quando i politici dentro i partiti dovranno rendere loro conto. Quindi né tessere, né elettori: cittadini.
I cittadini non fanno mai antipolitica, per definizione! Sono loro la politica, nel bene e nel male, naturalmente. Cominciamo a rimettere le cose con i piedi per terra. Il partito democratico così com'è si è già squalificato, il partito di un leader per quanto illuminato possa essere (e non sembra esserlo) non fa al caso nostro - non so al vostro...
Angelo Mancini cita Giuseppe Prezzolini, e la sua proposta di fronte al fascismo come di fronte al bolscevismo, di una “Società degli Apoti”, di “coloro che non le bevono”, che si tengono fuori della mischia.
A Prezzolini rispose ad esempio Piero Gobetti.

Gobetti prima ribadisce il senso della cultura come azione, come “elemento della vita politica”, poi affronta la più delicata questione di merito: la natura del fascismo e la necessità di una “opposizione intransigente. L’ “apatia delle coscienze” è considerato il male italiano originale, insieme con una certa inclinazione per il conformismo, l’unanimismo, la rassegnazione. Il fascismo sanciva “l’ultima rivincita dell’oligarchia patriottica, cortigiana e piccolo-borghese, che governa l'Italia da molti secoli, soffocando ogni iniziativa popolare". Gobetti denuncia nel fascismo la mancanza di prospettive; nella dottrina fascista non c’è alcun senso dell’avvenire, del futuro, del progresso: è solo un prodotto di un idealismo retorico e mistificatore dell’avvenire, del futuro, del progresso. Per Gobetti la soluzione unica è il lavoro quotidiano in vista del futuro, con l’obiettivo di “trasformare le preoccupazioni culturali in preoccupazioni di civiltà”. Sono stati proprio gli apoti a permettere la diffusione e il successo del fascismo. Gli apoti “non le avranno bevute”, certo, ma hanno aiutato il regime nella sua opera di penetrazione.
Eppure gli apoti hanno responsabilità limitate rispetto a quelle delle grandi forze in campo. Il fascismo, infatti, si è potuto giovare delle debolezze e delle resistenze, dei limiti e delle titubanze, dei liberali e dei popolari, dei socialisti e dei comunisti. Le forze della difesa dei valori democratici non hanno saputo offrire risposte adeguate di fronte all’offensiva fascista. La vecchia classe dirigente liberale non si mostrò in grado di dominare e di comprendere i fenomeni della mobilitazione di massa innescati dal conflitto mondiale. I socialisti, divisi al loro interno, rifiutarono ogni collaborazione con le forze “borghesi”, in primo luogo con i liberali ed i popolari. Gobetti, nell’analizzare la crisi politica, istituzionale e dei partiti, individuò quelle deficienze e responsabilità, recenti e antiche, all’origine del successo di Mussolini. Gobetti cercò un dialogo non con i partiti nel loro complesso, ma con quegli uomini di partito che si schieravano contro il fascismo e che cercavano di condurre su quella strada i loro movimenti, come fece Luigi Sturzo.
(liberamente tratto da: http://www.ossimoro.it/gobetti.htm, che riprendeva a sua volta un articolo del 19 Giugno 2001 di http://www.democraziarepubblicana.org, sito non più esistente)

Conclusioni: alcuni criticano aspramente le vecchie scuole di partito, io invece sento molto la mancanza di un posto dove si possano imparare queste cose.
Le discussioni avvenute tra Prezzolini e Gobetti sono ancora attuali, riguardano anche noi ora, e potrebbero aiutarci a meglio comoprendere il dibattito tra PD, PDL, Sinistra Democratica.

PERCHE' NON COSTRUIAMO QUESTA SCUOLA, QUI E ORA ?

lunedì 24 marzo 2008

Voto inutile

Lunedì pomeriggio, Radio Rai - Il Ministro della Difesa Arturo Parisi (PD) e l'ex Ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu (PDL) discutono di missioni militari all'estero, stimolati da un giornalista che sembra volere spedire ovunque nostri soldati in armi ...

A mio parere i due politici hanno fornito ottimi motivi per non votarli ..., e per scegliere candidati che si impegnino a tagliare le spese militari italiane ...

G8 - Promemoria

Segnalo un articolo di Nando dalla Chiesa pubblicato sul suo sito

Bolzaneto e Diaz. QUANDO DISSI GARAGE OLIMPO
Scritto da Nando dalla Chiesa, Monday 24 March 2008, (l'Unità)

Garage Olimpo. Usai d'istinto quest'immagine un paio di giorni dopo la "macelleria messicana" della Diaz. Su queste pagine, ancora sconvolto dalla visita alla scuola che era stata usata come dormitorio da un centinaio di giovani no-global; mentre nella colonna a fianco Giuliano Pisapia raccontava gli orrori di Bolzaneto. Venni autorevolmente rimproverato per quella metafora. Ma come? Accostare i comportamenti della nostra polizia repubblicana e democratica a quelli degli agenti di una dittatura militare? Qui si è perso il senso della misura, venne detto e scritto, anche su fogli progressisti. Ora quell'immagine è diventata senso comune. Ed è un successo della Storia, la quale alla fine pesa sempre più delle frenesie polemiche e delle omertà politiche del momento. Perché l'atto di accusa della Procura di Genova non fa che trasferire sul piano giudiziario i racconti e le testimonianze che iniziarono a giungere all'opinione pubblica internazionale già la notte di quel sabato di terrore e di follia. I giovani e i meno giovani che subirono di tutto, letteralmente di tutto, alla Diaz come a Bolzaneto, non mentivano. E, contrariamente a quel che si insinuò allora, non avevano alcun interesse a mentire. Non erano terroristi e in grandissima parte non avevano neanche partecipato agli scontri ingaggiati da non più di diecimila manifestanti su trecentomila contro le forze dell'ordine nei due giorni prima.

Continua nei commenti

S-Consigli per gli acquisti

A titolo informativo pubblicizzo un post apparso oggi sul blog di Nando dalla Chiesa.

(Serio) proponimento pasquale. Basta Esselunga
Scritto da Nando dalla Chiesa, Monday 24 March 2008

Pasquetta di sole a Milano. Mando da qui il mio sentito ringraziamento alle previsioni del tempo che annunciavano burrasca continua sulla Liguria. Grazie di cuore alla loro romantica incompetenza... Me tapino. Amici carissimi mi avevano invitato a Camogli e io non ci sono andato per non fare il pieno degli acquazzoni italici dopo quello di Roma. Così loro oggi mi telefonano: "vedessi che sole, qua gli albergatori vogliono fare causa alle previsioni del tempo, non si parla d'altro". Be', io non farò cause, mi ciuccio solo gli effetti. E ho comunque qualcosa d'altro di cui parlare.

Ho saputo infatti in questi giorni ciò che mi era sfuggito durante una delle mie assenze da Milano. La storia si ambienta in una Esselunga della parte sud della città. Protagonista e vittima, una commessa. La quale ha problemi di reni e dunque deve andare più frequentemente delle sue colleghe ad assolvere alle proprie necessità fisiologiche. Chiede dunque a un certo punto di potersi assentare dal posto di lavoro per andare in bagno. Le viene negato. Lei spiega le ragioni, esibisce perfino il certificato medico. Niente. La poverina (detto nel senso più affettuoso e solidale, sia chiaro) non resiste e vive l'umiliazione infinita di doversela fare addosso. Già questo dovrebbe indurre alla sollevazione una clientela appena sensibile alla dignità non dico del lavoratore ma della persona. Ma c'è di più. La commessa pensa, giustamente, di rivolgersi a quel punto al sindacato. Volete sapere la risposta dell'Esselunga, nella persona del suo responsabile locale (a che titolo lo sia non mi importa un fico)? La commessa viene portata in uno stanzino e riempita di botte. Non uno schiaffo, ma trenta giorni di prognosi. Avete capito bene, trenta giorni. Questo mentre altrove si danno tre giorni di malattia senza alcun controllo medico. Allora, io ho deciso quanto segue. Ho un'Esselunga vicino casa, aperta spesso nei giorni di festa. Oggi non vado neanche a vedere se è aperta, pur avendo il frigo sguarnito. Non ci andrò più. Non andrò più in nessuna Esselunga, e con me mia moglie Emilia. Meglio farsi chilometri nei dintorni che dare un euro a chi tratta così i lavoratori. Già, perché queste cose non accadono a caso; queste cose sono assolutamente ma proprio assolutamente impensabili se non entro un clima molto particolare. Proprio, fatte le debite ma non troppe differenze, come alla Diaz o a Bolzaneto. Insomma io non ci comprerò più niente. A loro non fregherà nulla, con il fatturato che hanno. Ma io voglio spendere bene anche la mia coscienza di consumatore. Se poi qualcuno la pensa come me, registrerò con piacere l'affinità elettiva. Siamo uomini o caporali?

domenica 23 marzo 2008

Pasqua di Resurrezione



sabato 22 marzo 2008

Via Odessa: l'amministrazione dice no ad una comunità educativa per minori, per privilegiare un asilo nido privato

Ripubblico un Comunicato del Partito della Rifondazione Comunista del 7 Dicembre 2007, ancora molto attuale. (Il comunicato è leggibile anche qui o qui)

Con delibera di Giunta N°326 del 21/11/2007, l’attuale Amministrazione assegna alla cooperativa “Dimora” l’immobile di via Odessa per la realizzazione di un nuovo asilo nido privato per le famiglie di Buccinasco e comuni limitrofi.
Prima di entrare nel merito della scelta fatta dall’Amministrazione ricordiamo le contestazioni fatte dal Sindaco e dalla maggioranza alla passata amministrazione in merito all’assegnazione dei locali di Via Bramante (la “Pizzeria” per intenderci) e cioè: non era stato fatto un bando pubblico; si assegnava ai soliti amici; con la pizzeria non si fa la lotta alla mafia; non era stato previsto un affitto; ecc. tutte considerazioni che avevano giustificato l’annullamento della delibera.
Ebbene, la procedura adottata per l’approvazione della delibera 326 è esattamente la fotocopia di quella annullata per la pizzeria, con l’aggravante che nel frattempo è stata istituita una commissione consiliare il cui compito doveva essere quello di individuare gli indirizzi di assegnazione e valutare le richieste per l’utilizzo degli immobili che provengono dalle confische.
Il risultato ottenuto dai voltagabbana che ora governano Buccinasco e che con questa delibera, tradendo quello che avevano detto e infischiandosene della commissione consiliare, hanno affidato, senza nessun bando pubblico e senza sentire altre cooperative per verificare eventuali migliori offerte, ai loro amici l’immobile di via Odessa per la realizzazione di un Asilo Nido privato.
Altra cosa grave e che con questa delibera si annulla anche un progetto di forte rilevanza sociale che era stato avviato dalla giunta Carbonera. In questi locali era prevista la realizzazione di una comunità educativa per minori. L’esigenza era determinata dalle difficoltà che si incontrano per l’inserimento di minori in comunità quando il tribunale indica questo percorso.
L’allontanamento temporaneo dalla famiglia del minore avviene soltanto quando gli Assistenti Sociali e il Tribunale hanno la consapevolezza che la famiglia non è in grado di tutelare il minore o si accertano maltrattamenti nei loro confronti, altro motivo può essere che il minore rimane orfano e non vi è una rete parentale in grado di accudirlo.
In tutta la nostra zona esiste una sola comunità che è ubicata a Cesano Boscone. Il problema del ricovero di minori in comunità è un problema molto serio che, oltre a comportare costi altissimi per il comune crea un forte disagio ai minori che sono costretti ad abbandonare il contesto, scolastico e di amicizie, in cui sono abituati a vivere, questo poiché le comunità sono spesso sono molto lontane dal comune di Buccinasco.
Altro fattore che aveva ispirato la decisione della passata amministrazione è che con i comuni della zona si erano ipotizzati dei criteri di divisione, definendo il tipo di servizio che ognuno poteva ospitare nel proprio territorio, evitando inutili doppioni e creando invece nella zona una rete completa di servizi.
Ritornando nello specifico della scelta fatta da questa amministrazione, vogliamo ricordare che la precedente giunta aveva ben presente il problema degli asili nido tanto che era già previsto il raddoppio dell’Asilo Scarlatti e l’apertura di un micronido nell’immobile di Via Vittorio Emanuele 21 (circa 100 mq.). Questo progetto, già finanziato dalla provincia e compatibile con la legge Regionale 28/2004 avrebbe previsto orari di apertura per soddisfare anche le esigenze dei genitori con turni lavorativi. Un progetto quindi definito e finanziato e con caratteristiche migliori di quello che si vuole realizzare in via odessa.
Insomma in qualsiasi modo la si guardi la decisione di questa giunta di centrodestra di cambiare ancora una volta una decisione della passata amministrazione, non ha nessuna motivazione positiva e logica ma risponde solo ad interessi che niente hanno a che vedere con il benessere della nostra comunità. Convinti che i locali di via odessa siano i più adeguati per il progetto di una comunità alloggio per minori chiediamo quindi che non sia variata la vecchia destinazione.

Carlo Benedetti
Partito della Rifondazione Comunista

Aggiornamento: con la delibera di Giunta nr. 70 del 05/03/2008, l'Amministrazione comunale concede "definitivamente" l'immobile confiscato di via odessa all'Associazione "Dimora" per farci un asilo privato a pagamento. Sospetto che in realtà gli spazi verranno utilizzati più come sede di rappresentanza che per ospitare bambini. Trattandosi di un edificio a più piani, mi sembrerebbe "strano" o "inappropriato" ospitare dei bambini al primo o al secondo piano !
Tornerò a parlarne quando saranno disponibili i dettagli del progetto.

Farmaci equivalenti

Le aziende produttrici di farmaci spendono in attività di marketing, in media, il doppio di quanto dedicano alla ricerca, e in alcuni casi le spese promozionali assorbono fino al 46% dell'intero budget aziendale. È quanto emerge da stime del Centro studi dell'Agenzia italiana del farmaco (AIFA).
Il risparmio acquistando un medicinale con brevetto scaduto non è sulla sua qualità, nè sulla purezza delle materie prime e la loro qualità, nè sui controlli nelle procedure di produzione, nè sulle ispezioni e sulla verifica che ogni medicinale venga prodotto secondo standard garantiti. E' anche sulle spese di Marketing.
Fatta salva la bioequivalenza dei medicinali sotto brevetto con quelli che hanno perso l'esclusività, possono sussistere ragioni mediche per cui il prescrittore preferisce continuare la cura con una particolare specialità, che possono valere come eccezione alla regola generale.
Ciò può accadere sia con i farmaci equivalenti che con gli originator e non mette in discussione le procedure di verifica della qualità del medicinale, che sono le stesse.

Liberamente adattato e ridotto da un comunicato dell'AIFA

Il programma di governo del PD (14)

Il programma di Veltroni, un frammento alla volta... , per non dire "Io non lo sapevo ...": il programma integrale
7. CULTURA, SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA: PIÙ AUTONOMIA, PER L'EQUITÀ E L'ECCELLENZA

b) Autonomia fa migliore educazione


Realizzare un nuovo salto nell'autonomia degli Istituti scolastici, facendo leva sulle capacità manageriali dei loro dirigenti, all'interno di organi di governo aperti al contesto sociale e territoriale; sulla piena responsabilità degli insegnanti nel definire - nel quadro di regole generali di funzionamento del sistema e di indirizzi nazionali - gli specifici contenuti dell'insegnamento; sulla valutazione sistematica dei risultati; sulla possibilità effettiva dei genitori di scegliere sul territorio la scuola cui iscrivere i figli e di partecipare consapevolmente alla sua gestione. Le scuole dell’autonomia devono essere più libere, condizione essenziale per poter essere valutate. Devono poter disporre della flessibilità necessaria nell’orario, nella promozione della formazione degli insegnanti (anche attraverso periodi sabbatici) e nella gestione degli organici, per reggere l’innovazione didattica e organizzativa necessaria. In questo quadro, va pienamente valorizzata la professionalità docente, avviando una vera e propria carriera professionale degli insegnanti, che valorizzi il merito e l’impegno.


Volete sapere qualche cosa della nutria ?

A chi volesse conoscere meglio la nutria, raccomando di visitare il sito Natura a Buccinasco



Ho invece preso la foto dal sito

venerdì 21 marzo 2008

Alitalia, Berlusconi: cordata italiana in pochi giorni

OGGI, 21 Marzo 2008, Silvio Berlsuconi si è detto convinto che nei prossimi giorni sarà possibile "concretizzare" una cordata italiana per salvare Alitalia, aggiungendo che il prossimo presidente del Consiglio dirà "no" all'offerta di Air France-Klm.

Cosa significa "prossimi giorni " ? 10, 20, 30 ? Non credo di più.
Prima delle elezioni vedremo quindi chi vorrà "salvare" Alitalia, e con i soldi di chi...
Salvare Alitalia significa anche ridimensionare Malpensa come aeroporto secondario rispetto a Fiumicino ?
Ancora pochi giorni, poi sapremo ...!


Campagna elettorale: chi paga ?

L'altro ieri ho visto i locali del comitato elettorale PdL in corso Vittorio Emanuele II.
Ieri mi è arrivata una lettera di Veltroni che chiede un contributo per la campagna elettorale del PD.

E' il momento di ricordarsi che per fare politica, aprire sedi, stampare volantini, organizzare serate, SERVONO SOLDI.
In genere i partiti fanno fatica a pagare le spese per le loro attività. I volontari donano il loro tempo, ma trovare soldi per finanziare le iniziative è uno dei temi importanti del dibattito politico
Gli elettori dovrebbero domandarsi DOVE si prendono i soldi per finanziare le campagne elettorali, locali e nazionali.
CHI PAGA ? Cosa vuole in cambio ?

Oggi è Venerdì Santo


giovedì 20 marzo 2008

Farmacie, scontro sugli orari

Il Consiglio Regionale della Lombardia ha discusso i nuovi orari di apertura delle farmacie.
Il centrodestra voleva modificare l'attuale sistema di turni, passando dalle 45 ore settimanali a 52.
Il Partito Democratico chiedeva invece più flessibilità, per arrivare a 66 ore e tenere aperto durante la pausa pranzo e la notte.

Risultato: le farmacie lombarde potranno chiedere alle ASL un'apertura di 54 ore settimanali.

Oggi è Giovedì Santo

Suggerisco di visitare il sito http://www.haltadefinizione.com , dove è visibile una foto ad alta definizione dell'Ultima Cena dipinta da Leonardo da Vinci. L'immagine è stata realizzata unendo 1.677 fotografie ad altissima risoluzione per un totale di 16 GIGAPIXEL.

Il programma di governo del PD (13)

Il programma di Veltroni, un frammento alla volta... , per non dire "Io non lo sapevo ...": il programma integrale

7. CULTURA, SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA: PIÙ AUTONOMIA, PER L'EQUITÀ E L'ECCELLENZA

a) Scuola: quattro obiettivi precisi
1. Assicurare il successo educativo a tutti i ragazzi fino ai sedici anni.
2. Portare al diploma almeno l’85% dei nostri ragazzi, e comunque fare sì che nessuno lasci i percorsi di istruzione senza una qualificazione spendibile sul mercato del lavoro.
3. Proseguire l’azione per ridare peso e valore, accanto ai licei, agli istituti tecnici e professionali di stato, in un sistema nazionale, articolato sul territorio, di istruzione tecnica, anche di livello superiore.
4. Integrare l'educazione all'arte, dalle scuole primarie all'università, aumentando le forme di cooperazione tra sistema dell'istruzione e sistema culturale

mercoledì 19 marzo 2008

Trofei di Milano - Ottimo piazzamento per il 2° Circolo Didattico di Buccinasco - Appuntamento per Sabato 19 Aprile

Riprendo dal blog di Rino Pruiti la notizia dell'ottimo piazzamento dei ragazzi del 2° Circolo Didattico di Buccinasco ai “Trofei di Milano” 2008 di atletica.
Siamo primi con i maschi e quarti con le femmine.
Noi genitori siamo chiamati a partecipare numerosissimi alla “maximarcia” che si svolgerà sabato 19 aprile alle ore 9, all’Arena-Brera di Milano, allorchè verranno assegnati 15 punti per ogni parente o conoscente che si iscriverà alla camminata di circa 3 km.
E’ importante portare più persone possibile !

Immagini e le classifiche complete sono consultabili ai seguenti link: http://www.sportmoviestv.com/articolo.asp?l=1&id=2576 e http://www.sportmoviestv.com/photogallery.asp

L'ANPI (Ass. Parafarmacie) si appella alla Commissione

L'ANPI (Associazione nazionale parafarmacie italiane), ha depositato un'interrogazione alla Commissione europea, nella quale lamenta violazioni della libera concorrenza.
Con le liberalizzazioni sono stati aperte in Italia 2.000 esercizi di vicinato denominati parafarmacie, che si distinguono nettamente dalla grande distribuzione. All'interno di ogni 'parafarmacia' vi è un farmacista iscritto all'Ordine, deputato al consiglio e alla vendita di farmaci da banco, prodotti omeopatici e cosmetici".
I titolari di parafarmacie lamentano discriminazioni per i farmacisti che operano al di fuori delle farmacia.

Che futuro per i negozi di vicinato ?

Mi collego alla discussione aperta su altri blogs a proposito del boicottaggio di una catena di centri commerciali, che potrebbe non rispettare i diritti dei propri dipendenti, per suggerire due argomenti di riflessione:

a) il ruolo dei negozi di vicinato
b) l'apertura dei negozi la Domenica.

Provo a dettagliare.

a) Con l’apertura dei supermercati i negozi di vicinato, come la posteria, la panetteria, il macellaio, l'ortolano sottocasa spesso entrano in crisi, e sono costretti a chiudere dopo pochi mesi /anni.
Siamo interessati a mantenere, o creare nei quartieri che ne sono privi, una rete di negozi al servizio dei cittadini ?
Volerli mantenere vivi, secondo me significa anche proteggerli, rendersi conto che non possono competere con i supermercati sul puro piano del costo delle merci, decidere per un trattamento fiscale che ne permetta la sopravvivenza.
Progettare dei quartieri dove convivano questi negozi e le abitazioni. Alcuni quartieri di Buccinasco sono purtroppo (per me) nati senza tenere conto di questa esigenza.

b) Collegato al precedente è il dibattito sulla apertura nei giorni festivi: improponibile e troppo costoso per i negozi a conduzione familiare in Italia, è invece riuscito in altre nazioni, ad esempio in Inghilterra con i negozi gestiti da immigrati.
Nel 1995 il 62,20 degli italiani hanno votato NO al referendum per l’Abrogazione della norma che impedisce la liberalizzazione degli orari dei negozi. Come altri referendum della stessa consultazione, ho l'impressione che il volere degli italiani sia stato in pratica disatteso.
Anzi credo che oggi nelle zone turistiche, come Buccinasco, Corsico o Cesano Boscone (?), sia possibile aprire la Domenica con permesso del Sindaco.
La Chiesa si è schierata contro, ma la Regione Lombardia, guidata dall'esponente PDL Formigoni si è invece mossa in direzione opposta.

SCEGLIERE di fare la spesa nel negozio sotto casa, "boicottando" il supermercato, è un modo di esprimere una scelta, è VOTARE per l'idea di città che si vorrebbe !

La foto della insegna "prestino con posteria" è di Felice, e consiglio di visitare il suo sito

Conflitto di interessi: ti ricordi la campagna elettorale del 2001 ?

Tratto da: Wikipedia

... Berlusconi, per rispondere alle critiche su un suo conflitto di interessi, pochi giorni prima delle elezioni politiche del 2001, in un'intervista al Sunday Times annunciò di aver contattato tre esperti stranieri («un americano, un britannico e un tedesco»"), di cui però non fece i nomi, che lo consigliassero nel trovare una soluzione alla questione. Pochi giorni dopo ribadì al TG5 la sua decisione, specificando che:
« In cento giorni farò quel che la sinistra non ha fatto in sei anni e mezzo: approverò un disegno di legge che regolamenterà i rapporti tra il Presidente del Consiglio e il gruppo che ha fondato da imprenditore »
a cui fecero eco le parole del presidente di AN Gianfranco Fini e di altri politici della CdL, i quali nei giorni seguenti confermarono più volte che, in caso di vittoria alle elezioni, l'intenzione del governo era quella di presentare entro i primi 100 giorni un disegno di legge per risolvere la questione tramite un blind trust. Non vennero mai resi noti i nomi dei tre esperti stranieri che si sarebbero dovuti occupare della questione, né vennero mai presentati disegni di legge del tipo di quelli annunciati prima delle elezioni ...

N.B. La necessità di una legge sul conflitto di interessi non riguarda solo la destra e il centrodestra. Ci sono candidati con lo stesso tipo di "problemi" anche nel centro, nel centro sinistra e nella sinistra. purtroppo vale il detto: "mal comune ..., nessuno interverrà per risolverlo !"

Il bilancio 2007 dell'EMEA

L'Agenzia europea del farmaco (EMEA) traccia il bilancio annuale.
90 Domande di autorizzazione all'immissione al commercio per medicinali a uso umano (+12), di cui
11 riguardavano farmaci orfani,
10 medicinali equivalenti,
10 biogenerici,
oltre a
15 richieste di autorizzazione per farmaci veterinari,
125 richieste per medicinali orfani.

martedì 18 marzo 2008

Sulla famiglia appropriazione indebita del Pdl

di Rosy Bindi, 14 Marzo 2008, tratto dal blog di Rosy Bindi

Il programma del Pdl sulla famiglia è un caso di vera e propria appropriazione indebita. L’elenco delle proposte è in realtà la brutta copia di leggi o misure adottate dal governo Prodi. Il grande piano per gli asili? E’ già stato finanziato nei mesi scorsi con quasi 800 milioni di euro. Risorse vere, mai viste prima d’ora, trasferite alle regioni che potranno così realizzare 70 mila nuovi posti in nidi pubblici, privati e aziendali e nelle sezioni primavera, una nuova opportunità per i bambini dai 2 ai 3 anni introdotta in questo anno scolastico.
La conciliazione dei tempi di vita e di lavoro? Abbiamo già modificato la legge 53, ampliando la platea di chi potrà beneficiare dei congedi parentali con più flessibilità negli orari e nuove garanzie per le madri lavoratrici nei percorsi di carriera; abbiamo triplicato le risorse per i progetti di conciliazione e riconosciuto anche ai genitori adottivi e affidatari gli stessi diritti dei genitori naturali.
Il fisco più giusto a misura di famiglia? E' quello che abbiamo cominciato a fare con un investimento di 6 miliardi di euro per gli assegni familiari ai redditi medio-bassi, con la detrazione di 1.200 euro all’anno per le famiglie numerose, con la rivalutazione degli assegni per le famiglie con disabili a carico. La Finanziaria 2008 ha ridotto fortemente il peso dell’Ici sulla prima casa, fino a eliminare l’imposta per il 40% delle famiglie, e abbiamo finanziato un piano di rilancio dell’edilizia pubblica per affrontare in modo strutturale l’emergenza casa, soprattutto per le giovani coppie.
Il Pdl annuncia pene più severe contro la violenza sulle donne e i bambini ma dovrebbe spiegare perché ha ostacolato l’approvazione del disegno di legge presentato dal governo che introduceva nuove fattispecie di reato, come lo stalking e il grooming, e una organica strategia di prevenzione. Abbiamo rafforzato la tutela della maternità per le lavoratrici precarie, investito nella buona occupazione per le donne, soprattutto nel Mezzogiorno, e rilanciato con risorse ad hoc la rete dei consultori familiari.
E’ bene ricordare che nei cinque anni di governo Berlusconi neppure un euro è andato agli asili nido, gli assegni familiari sono rimasti bloccati, il Fondo sociale è stato dimezzato e si pagava il ticket sulle medicine. L’omogeneità culturale millantata dal PDL sul tema della famiglia in realtà si riduce all’omogeneità di tante ipocrisie. Compresa quella sui Dico: a differenza del Pdl, infatti, noi non metteremo mai in contrapposizione i diritti della famiglia con quelli delle persone.

Pubblicità !

da Wikipedia
La pubblicità indiretta (in inglese product placement o product tie-in) è quel tipo di pubblicità che compare in spazi non prettamente pubblicitari, senza essere segnalata come tale.
Si usa, invece il termine di pubblicità occulta quando avviene in modo non palese e quindi il termine assume una forte connotazione negativa.
La pubblicità all'interno di film è la più comune: in molte scene si vedono spesso marchi di famose auto, sigarette, vestiario etc. LEGGI TUTTO

« La legge vieta qualsiasi “camuffamento” di un messaggio pubblicitario sotto sembianze diverse allorché la dissimulazione della natura pubblicitaria del messaggio sia di per sé idonea ad indurre in errore il destinatario, pregiudicandone il comportamento economico. »
(TAR Lazio, I^, 19.6.2003 n.5450)

lunedì 17 marzo 2008

Casa Famiglia Cometa - Como

La casa famiglia «Cometa» dei fratelli Figini accoglie a Como minori in affido. Nata nel 1987, oggi ospita, oltre ai 14 figli naturali delle quattro famiglie residenti, altri 24 ragazzi.
Silvio Berlusconi è in campagna elettorale e coglie l'occasione di presentare, proprio qui, il piano famiglia del Pdl.
Seleziono due piccoli frammenti degli articoli pubblicati. il resto si può leggere seguendo i link:
"Siete in gran parte milanisti - afferma tra gli schiamazzi - e questo vuol dire che siete stati educati molto bene, al buono, al bello, al giusto ...".
E per i non milanisti:
"... sosterremo il potere d’acquisto delle famiglie, aboliremo l’Ici sulla prima casa, aiuteremo i figli che nasceranno, garantiremo libri gratuiti fino a 18 anni e introdurremo il cosiddetto quoziente familiare in materia fiscale"

COME ?????? A spese di chi ? Tagliando quali altre spese ? Anche ai figli dei lavoratori dipendenti ? Anche alle famiglie dove si lavora in due ?


Per conoscere Cometa (che è una cosa seria, nonostante la mia premessa politico/elettorale):
Associazione Cometa, Via Madruzza 36, 22100 Como, http://www.puntocometa.org/


Elezioni amministrative francesi

I socialisti hanno vinto le elezioni amministrative Francesi: si confermano a Parigi, Lilla e Lione; conquistano Tolosa, Strasburgo, Reims, Metz, Caen, Angers, Amiens, Saint-Étienne. Perdono Calais.
La sinistra avrà la maggioranza quasi totale (20 su 22) delle regioni, dei dipartimenti e delle maggiori città della Francia.
Il potere centrale resta a destra, e a Nicolas Sarkozy.

Dopo la Spagna, la Francia ! Manca l'Italia per completare l'area "Mediterraneo" !




Il Comune di Milano sospende i sussidi alle famiglie affidatarie

Tratto da: http://www.marcogranelli.it/

Non si capisce il motivo per cui il Comune di Milano ha sospeso, da due mesi, l'erogazione del sussidio alle famiglie che si rendono disponibili per l'affido di bambini, a loro volta affidati al Comune dal Tribunale dei minori. Ogni famiglia milanese che ospita in affido dal Comune un bambino riceve dall'Amministrazione un sussidio di 516 euro mensili. Ebbene, il Comune da due mesi ha sospeso inspiegabilmente, e nonostante le ripetute sollecitazioni delle famiglie, tale erogazione. Addirittura il Comune ha sospeso, da settembre, persino il rimborso di quelle spese extra, come le spese mediche non rimborsabili dalla ASL, sostenute sempre dalle famiglie che desiderano garantire una cura medica e sociale più adeguata ai bimbi in affido. Sono quelle spese che la famiglia affidataria garantisce proprio perché ritiene che tali spese siano indispensabili alla crescita ed allo sviluppo dei bambini. Da notare che queste spese sono concordate con le assistenti sociali dei servizi territoriali e vengono successivamente valutate da una Commissione centrale dell'Assessorato. Ci domandiamo per quale motivo l'assessore Mariolina Moioli ha effettuato tale scelta. Il Piano di Zona delle politiche sociali approvato in Consiglio comunale lo scorso novembre, grazie ad un emendamento presentato dal PD, ha indicato questo servizio come prioritario, impegnando il Comune a sostenere le famiglie affidatarie con diversi strumenti innovativi e la collaborazione con le associazioni delle famiglie affidatarie. E l'assessore invece toglie i sostegni già esistenti: sarà frutto di una scelta deliberata per risparmiare o un problema di inefficienza dovuto al fallimento della riorganizzazione costata fior di migliaia di euro?
Si tratta comunque di un esito che mette in seria difficoltà, anche economica, quelle famiglie alle quali il Comune dovrebbe garantire sostegno ed appoggio in quanto da una parte, fanno risparmiare all'Amministrazione fior di quattrini e, dall'altra, garantiscono un ambiente di crescita familiare al posto di quello istituzionale.
Queste sono le considerazioni poste dal PD ed in particolare dal vicecapogruppo Andrea Fanzago, che hanno suscitato le solite reazioni stizzite dell'assessore Moioli che nega ormai anche l'evidenza e le dichiarazioni delle famiglie.
Marco Granelli, 13 marzo 2008

205 morti ogni giorno in Italia a causa della scarsa prevenzione dei tumori.

Prevenzione, il protagonista sei Tu”: è lo slogan che della VII Edizione della “Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica”, dal 21 al 30 marzo 2008.

Maggiori informazioni sono disponibili nel comunicato della ADNKronos ed il quello della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.
Riporto alcuni dati interessanti :

In Italia ci sono circa 270.000 nuovi casi di cancro all'anno. Il tasso di guaribilità è del 54%, ma potrebbe raggiungere l'80% se ognuno di noi cominciasse ad adottare stili di vita corretti e a sottoporsi con regolare periodicità a opportuni controlli clinico-strumentali. Più è precoce la diagnosi, maggiori sono le possibilità di salvarsi.
Le persone che hanno un 'vissuto' di cancro alle spalle sono un milione e 800 mila, 900 mila quelle che si stanno sottoponendo a delle cure per combatterlo e 180 mila quelli in fase terminale.
Delle 150.000 persone che muoiono di tumore ogni anno, oltre 75.000 potrebbero salvarsi: ci sono 205 morti OGNI GIORNO a causa della scarsa prevenzione.
Nell'ultimo quinquennio al 23% della popolazione maschile è stato diagnosticato un cancro e il 9% dei pazienti non ce l'ha fatta a sopravvivere; nella popolazione femminile 21% con un tasso di mortalità del 7,5%.

Farmacia 7/7, 24/24

Domani, Martedì 18 Marzo, il Consiglio Regionale Lombardo discuterà la proposta di modifica della legge regionale sugli orari e i turni di servizio delle farmacie.
Potrebbe essere l'occasione per riavere la farmacia comunale n.1 di via Caboto a Corsico aperta tutto il giorno e per 365 giorni l'anno.
Dipenderà (anche) dai consiglieri regionali ...


Intervista a Nando dalla Chiesa

Per chi non lo avesse ancora fatto, suggerisco di leggere nel sito http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=content&task=view&id=811 la auto intervista di Nando dalla Chiesa.
Alternativamente la potete trovare come commento al thread "Ritratti di NON candidati: Nando dalla Chiesa " di Martedì 11 Marzo.






Risultati sondaggio: Cosa fare col programma elettorale degli avversari ?

Cosa fare col programma elettorale degli avversari ?
3 (75%) Cercare i punti deboli e le incongruenze?
1 (25%) Cercare i punti comuni ?
0 (0%) Altro ?
Grazie a coloro che hanno partecipato al sondaggio.
Vista la scarsa partecipazione non trarrò conclusioni generali.
Colpisce lo 0% che ha votato "altro": forse gli Italiani sanno distingure tra programmi elettorali e colpi di teatro ?


domenica 16 marzo 2008

Bilancio di previsione 2008

Delibera n° 55
Approvata nella seduta del: 27/02/2008
Deliberante: Giunta Comunale
OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2008
... DELIBERA 1) di approvare l'allegato schema di bilancio di previsione 2008, comprensivo del bilancio annuale, di quello pluriennale 2008-2010 e della relazione previsionale e programmatica, con le seguenti risultanze finali:-bilancio annuale
... TOTALE COMPLESSIVO ENTRATE 46.284.200 euro
... TOTALE COMPLESSIVO SPESE 46.284.200 euro

Qualcuno mi aiuta ad interpretare i numeri ?


sabato 15 marzo 2008

Dal blog comunale: rapporti con la stampa

Gentile Ing.C.,
il problema con il Sig.R. non è "lo stile crudo e ipercritico", sono le cose che scrive, i fatti che racconta..sempre "a suo modo", secondo la sua visione delle cose spesso senza corrispondenza con la realtà. Questa non è informazione, questo non è un servizio ai cittadini, questo confonde solo le idee e genera attriti e maldicenze che nulla hanno a che fare con il "bene comune" della nostra cittadina. Non abbiamo nulla di personale nei confronti del Sig.R., che faccia pure il suo lavoro, ma che, per favore, prima di scrivere e gettare fango si informi a dovere e "senta sempre due campane" senza pregiudizi.
Il dialogo è il nostro obiettivo, ma giustamente, come dice Lei, se non è costruttivo, non ha senso.

di E. M.
(Tratto da http://blogbuccinasco.dynalias.org/testo_54.html#377 (il blog ufficiale del Comune di Buccinasco), 15/03/08 09:47:08

Gli omissis sono miei.




Boicottaggio

Il boicottaggio è un'azione individuale o collettiva coordinata avente lo scopo di ostacolare e modificare l'attività di una persona, o quella di un gruppo di persone, una azienda o un ente o anche di uno stato, in quanto ritenuta non conforme a principi etici o ai diritti universali o a convenzioni sociali. Oltre che a a tali fini moralizzatori l'azione di boicottaggio può essere posta in essere anche a scopi economici. (continua)