IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

giovedì 21 febbraio 2013

Non voterò per quest'uomo!

Come avevo anticipato l' 8 Febbraio, è dall'inizio della campagna elettorale che cerco di porre alcune domande all'avvocato Umberto Ambrosoli. , Dopo molti sforzi ho identificato alcuni indirizzi mail utili, ai quali ho spedito le mie domande (che potete leggere sotto)
La risposta è stata "si cerchi da solo le risposte nel programma".  Niente male come capacità di comucare!   Certamente un forte invito a rifiutare la scheda per le elezioni regionali o a votare un altro candidato!

Ecco le domande alle quali NON HO AVUTO RISPOSTA:


Gentile avvocato Ambrosoli 
E' dall'inizio della campagna elettorale che vorrei porre alcune domande, ma non trovavo un indirizzo utile. 
Oggi ne ho finalmente (e casualmente) identificato uno, che provo ad utilizzare. 
In base alle sue risposte, o alla mancanza di risposte, valuterò se valga la pena di votarla, anche solo come miglior peggior scelta..

Prima domanda: Cursus Honorum 
Credo che chiunque si voglia candidare per una carica pubblica debba avere acquisito esperienza e competenza negli ambiti di cui si occuperà.  Oppure in ambiti simili, 0 con impegno nel volontariato. Nel suo sito indica tra l'altro: "Ho maturato molteplici esperienze negli organismi di diverse associazioni civiche": può darmi qualche informazione in più?  Capisco che non sia mai stato eletto in organi politici, ma almeno può dirmi se ha mai partecipato (come pubblico) ad una assemblea della Assemblea regionale, o perlomeno Provinciale o Comunale?  Diffido dei "nuovi politici" che durante la prima seduta dell'Ente di cui entreranno a far parte ammettono di non avere alcuna idea dei loro compiti e dello loro regole di funzionamento  

Seconda domanda:  la Sanità
In una Sua dichiarazione ho letto che intende lasciare al loro posto i dirigenti nominati da Formigoni in base alla appartenenza al movimento di Comunione e Liberazione. Ha quindi intenzione di continuare a mantenere la attuale situazione di "privatizzazione della sanità pubblica"? Identico quesito per l'Ente Fiera e le altre nomine di responsabilità del Presidente della Regione.

Terza domanda: la Scuola 
Conferma la Sua dichiarazione che continuerà a privilegiare gli istituti privati (tra cui anche quelli confessionali), anche rispetto alla drammatica situazione della scuola pubblica?

Quarta domanda: il Titolo 
In caso di elezione, rifiuterà di farsi indicare col ridicolo titolo di "Governatore" per utilizzare invece quello corretto di Presidente?  

Quinta domanda: in caso di sconfitta.
Cosa farà se non vincerà le elezioni?  Resterà in Consiglio, o farà come hanno fatto alcuni suoi predecessori,pur vincitori di Primarie, che hanno presto abbandonato le loro responsabilità?  

Attendo le sue risposte in tempo utile per poter formulare la mia intenzione di voto, e nel caso sostenere la sua candidatura anche presso altri, o il contrario.  
Cordiali saluti 

Franco Gatti  

mail OMISSIS

2 commenti:

Franco Gatti ha detto...

Un esempio del "buon governo" degli uominin scelti da Formigoni.

http://media.mimesi.com/cacheServer/servlet/CropServer?date=20130222&idArticle=167661353&authCookie=1245782480

Franco Gatti ha detto...

Nerviano Medical: Stipendi d'oro ai Manager

Nms: stipendi d'oro per i manager del polo di ricerca
Lo scandalo del Nms: sei milioni di euro "spartiti" tra otto manager, mentre i ricercatori sono stati lasciati per mesi senza stipendio

Nerviano Medical: Stipendi d'oro ai Manager

Ricercatori senza stipendio. Emolumenti tagliati a tutti i dipendenti. Ma gli stipendi d'oro dei manager non si toccano. No, quelli non risentono della crisi. Fa niente se decine di famiglie hanno rischiato di perdere tutto.

Fa niente se alcuni ricercatori - come Massimiliano, del quale abbiamo riportato la storia qualche giorno fa - hanno deciso di abbandonare il polo di ricerca nervianese per cercare fortuna in altri paesi, lontani dagli affetti famigliari. No. Gli stipendi dei manager del Nerviano Medical Sciences non si toccano.

Il centro di ricerca in crisi paga sei milioni di euro all'anno a otto manager, lo afferma il Corsera in un suo articolo. Lo scandalo emerge da un dossier della Corte dei Conti che annualmente stende una relazione accurata sulla gestione del servizio sanitario della Lombardia.

I giudici contabili contestano le cifre troppo elevate degli stipendi e la concentrazione degli incarichi, diciotto, nella mani di pochi manager: "Le cariche distribuite all'interno della società sono attribuite a otto persone distinte, alcune delle quali sono amministratori anche in due o tre società del gruppo - si legge nel dossier -. Se si dovesse fare una media dei compensi del gruppo Nerviano, tenendo conto che non vi sono cifre precise per due delle società sopraelencate, l'importo lordo annuo si aggirerebbe intorno ai 300mila euro per amministratore".

Non si può proseguire su questa strada: "Appare chiaro - scrivono i membri della Corte dei Conti - che l'acquisizione del gruppo Nerviano da parte della Fondazione regionale per la ricerca biomedica, ente beneficiario in via continuativa di contribuzioni pubbliche, conduce all'applicazione della legislazione in tema di spending review, di incompatibilità soggettive, di divieto di cumulo e di limitazione dei compensi massimi erogabili agli amministratori di società pubbliche, di numero massimo di componenti i consigli di amministrazione". I manager del polo di ricerca nervianese, tuttavia, precisano che la sovrapposizione delle cariche è in via di risoluzione.

http://rho.milanotoday.it/stipendi-oro-manager-nerviano-medical-sciences-22-febbraio-2013.html