IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

martedì 12 novembre 2013

Diamo il massimo!

Determine n.658 del
SOCIETA' COOP. SOCIALE SCUOLA MATERNA PARROCCHIALE ROMANO BANCO - CONTRIBUTO ANNO SCOLASTICO 2013 - 2014

3 commenti:

Andrea D. ha detto...

Grazie alla convenzione, a parità di servizio reso, anche quest'anno il Comune di Buccinasco risparmia oltre un milione di euro!

Franco Gatti ha detto...

Grazie Andrea
Ovviamente, come sai benissimo, se in tutti questi anni il Comune di Buccinasco avesse finanziato la costruzione di una scuola materna pubblica, invece che "buttare" soldi in una scuola di proprietà privata, ora avremmo una scuola statale in più, ed il Comune di Buccinasco potrebbe dedicare a compiti più meritevoli una parte di quei 470'000 euro.

Non confondere, come alcuni sostenitori dell'asilo parrocchiale privato fanno, ciò che spende il Comune di Buccinasco con ciò che spende la Amministrazione Pubblica.

Il Comune di Buccinasco, cioè i cittadini di Buccinasco sono PENALIZZATI dall'avere una scuola privata da finanziare. Lo Stato non riconosce loro alcun finanziamento aggiuntivo.

I cittadini di Buccinasco sono "Cornuti e mazziati".

Lo Stato si limita (secondo me molto colpevolmente) a non perseguire penalmente gli Amministrstori che non seguono quanto previsto dalla Costituzione Italiana, che prevede un "SENZA ONERI PER LO STATO" che dovrebbe essere chiaro e non soggetto ad interpretazioni.

L'obiettivo minimo è comunque che non ci siano più famiglie OBBLIGATE a mandare i propri figli alla scuola di proprietà privata perchè non ci sono posti a sufficienza in quella pubblica.
Se dovesse accadere, mi auguro che i genitori intentino cause civili e penali contro i responsabili.

Andrea D. ha detto...

Caro Franco, come ben sai non concordo con la tua visione. Riassumo brevemente il motivo del mio dissenso:
1) Senza oneri per lo Stato non vuol dire senza finanziamenti da parte dello Stato: se finanziare la scuola paritaria (che è scuola pubblica) costa meno della gestione diretta, lo Stato ottiene un risparmio, quindi non ci sono oneri! Non è un'interpretazione è il senso letterale!
2) La distinzione tra spese del Comune e spese dello Stato è priva di fondamenti nella realtà: sai benissimo che lo Stato non copre, mediamente in Lombardia, più del 50% del fabbisogno e a Buccinasco siamo già sopra tale soglia! Quindi se il Comune avesse costruito una scuola in più, poi se la sarebbe anche dovuta gestire a proprie spese, come fa, ad esempio, Corsico, con un aggravio di spesa di oltre un milione di euro all'anno! Inoltre, ciliegina sulla torta, quella scuola non sarebbe stata statale, ma paritaria esattamente come l'attuale (solo che sarebbe stata gestita da un ente pubblico e non da una ente privato senza scopo di lucro; dubito che questa sottile distinzione valga un milione di euro all'anno).
Questa è la fotografia esatta della situazione: dai un'occhiata al bilancio di Corsico e vedrai che le cose stanno così: non è che i nostri vicini siano dei folli a gestire in proprio una scuola se lo potesse fare lo Stato al posto loro. Quei soldi se li terrebbero volentieri per destinarli ad altro, ma lo Stato non lo fa e sono costretti a spendere, molto più di noi!