IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

domenica 22 luglio 2012

A 1'500 km da Milano

LA POLIZIA SPARA PROIETTILI DI GOMMA PER DISPERDERE LA FOLLA

Spagna, migliaia in piazza: scontri e feriti

Non si fermano le manifestazioni di protesta contro il piano di austerity del governo. Statali bloccano il traffico di diverse città

Spagna sull'orlo del default. E in migliaia scendono in piazza. Già dalle prime ore di venerdì migliaia di persone si sono radunate in centro a Madrid per protestare contro i tagli imposti dal governo di Mariano Rajoy. La polizia ha sparato proiettili di gomma contro i manifestanti per cercare di disperdere la folla. Sette persone sono state fermate, sei i feriti. La giornata si preannuncia, dunque, ad altissima tensione. Da una parte l'Europgruppo che dovrà decidere sulle sorti del Paese. Dall'altra almeno 80 manifestazioni indette dai sindacati.
A MADRID - La protesta dunque non si ferma. La settimana scorsa il primo ministro Rajoy ha annunciato una manovra da 65 milioni di euro per tagliare il disavanzo pubblico. Giovedì sera oltre 100mila persone sono tornate a Puerta del Sol. Medici, studenti, precari, pompieri. Durante la notte scontri con la polizia. Almeno 26 i feriti e sette arresti. Ma Madrid non è l'unica a scendere in piazza. Cortei anche a Bilbao e Barcellona. I dipendenti statali in diverse città del Paese stanno mandando il traffico in tilt con presidi spontanei.

Nessun commento: