IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 29 settembre 2014

Ci sono notizie che fanno male

Sì fanno proprio male al cuore, alla voglia di impegnarsi, al pensare positivamente al futuro, a sperare che l'Italia possa cambiare, alla fiducia nei "politici"....

Una di questa è la percentuale dei votanti alle elezioni per la Città metropolitana che si sono svolte ieri.
Dopo avere TOLTO, RUBATO la possibilità ai cittadini di scegliersi i propri rappresentanti, decidendo che il DIRITTO DI VOTARE E DI CANDIDARSI fosse riservato ai SOLI CONSIGLIERI COMUNALI ED AI  SINDACI, che per conto loro (nostro) scriveranno lo statuto della Città Metropolitana,, ed avere scritto delle regole che rendessero difficile la candidatura delle forze "non allineate"... ora si scopre che SOLO 8 CONSIGLIERI COMUNALI SU 10 SONO ANDATI A VOTARE.   Una percentuale di votanti dell' 80,6%.
Due Consiglieri Comunali su 10, due Sindaci su 10 (in media) non hanno avuto tempo di esprimere la propria scelta.
A loro NON INTERESSA chi scriverà lo statuto della prossima Città Metropolitana, se sarà previsto il voto dei cittadini o se verrà conservato questo metodo, chiamato "elezioni di 2° livello" che RUBA ai cittadini la possibilità di scegliere da chi essere governati.
E qui non c'erano scuse, non pioveva, non nevicava, non avrebbe dovuto esserci la fisiologica astensione di persone troppo invalide o ammalate per recarsi a votare, o di chi per scelta o per principio non partecipa mai al voto.  Qui chi gli elettori erano persone che avevano PRESO L'IMPEGNO DI ESSERE AL SERVIZIO DELLA SOCIETA' PER UNA LEGISLATURA.
Se non professionisti della politica, almeno cittadini impegnati in politica.

Eppure DUE ELETTORI SU 10 NON SONO ANDATI A VOTARE.

Quando lo Statuto della Città Metropolitana sarà ufficiale, quando sarà praticamente impossibile proporre e far approvare emendamenti, quando ci troveremo un sistema che governerà la Città Metropolitana (Scuole superiori, Trasporti pubblici, Viabilità, Ambiente, Salute, Autostrade, Tangenziali, Parchi, gestione dei Rifiuti, Società municipalizzate, e forse anche Urbanizzazione, Tasse Locali e molto altro) che esautorerà i Comuni di molte delle loro prerogative, ed avremo uno statuto ed un governo della Città Metropolitana che non mi piacerà, A CHI POTRO' RIVOLGERMI?
Potrò chiedere conto della sua pigrizia a chi ieri avrebbe dovuto andare ai seggi ieri, e non ne ha avuto voglia?

P.S Ciliegina sulla torta della "democrazia"(?): siccome il Comune di Sedriano è commissariato, i suoi cittadini non hanno potuto esprimersi, neppure indirettamente, neppure con questo sistema che ha stravolto la rappresentanza e l'equivalenza del voto di tutti i cittadini.  Non contano.

Fonti:

Nessun commento: