IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

mercoledì 30 giugno 2010

Giubileo 2000, 10 anno dopo un parere sulle grandi opere

Notizia tratta da: http://avvertenze.aduc.it/comunicato/roma+veri+conti+giubileo+85+opere+previste+non_17749.php

Roma. I veri conti del Giubileo: l'85% delle opere previste non e' stato realizzato - Comunicato di Primo Mastrantoni 25 giugno 2010 12:35
Le cronache giudiziarie di questi giorni si riferiscono ad alcuni personaggi i cui nomi ricorrono anche per le opere del Giubileo del 2000. Da parte di alcuni esponenti del mondo politico si sostiene che le opere previste per quell'evento furono per buona parte realizzate. Non e' cosi'. Come abbiamo avuto modo di scrivere, 10 anni fa, senza avere il piacere di essere citati, l'85% delle opere inizialmente previste per il Giubileo a Roma non e' stato realizzato. Sembra una notizia paradossale ma dall'analisi dei documenti ufficiali (decreti ministeriali, delibere della commissione per Roma capitale e relazioni al Parlamento), il quadro della situazione appare evidente:
All'epoca furono stanziati 2.578 miliardi di lire per il Giubileo per il Comune di Roma, 2.200 dei quali riguardavano opere inizialmente programmate e non realizzate.

Ne citiamo alcune.
1. linea metropolitana C: 1.500 miliardi;
2. tram Aurelia - Stazione Termini: 141 miliardi;
3. Archeotram: 72 miliardi;
4. passante viario nord-ovest: 91 miliardi;
5. depurazione del Tevere: 40 miliardi,
6. passante dei laghi: 30 miliardi.

Si tratta di opere strutturali che avrebbero inciso in particolare sulla mobilita', che a tutt'oggi e' il maggior problema della Capitale. Nel corso del tempo questi investimenti sono stati in tutto o in parte definanziati o trasferiti su altre voci di bilancio, dando luogo a quello che piu' si temeva: i finanziamenti a pioggia. Solo cosi' si puo' dire che la maggior parte dei finanziamenti sono stati impegnati e le opere realizzate, non ricordando che i bilanci si fanno partendo dai programmi iniziali.
A completamento del danno c'e' la beffa della disinformazione che in questi anni e' stata data ai cittadini romani e ai contribuenti italiani.

Nessun commento: