IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

giovedì 24 febbraio 2011

Telefonate brevi

tratto da: http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE71M05W20110223

Telefonini, studio Usa: uso cellulare altera attività cerebrale
mercoledì 23 febbraio 2011 10:38

CHICAGO (Reuters) - Passare 50 minuti con un telefono cellulare appiccicato all'orecchio è sufficiente a modificare l'attività delle cellule cerebrali nella zona del cervello più vicina all'antenna.Ma non è ancora chiaro se questa esposizione possa creare dei danni, secondo quanto detto oggi dagli studiosi del National Institutes of Health, che hanno aggiunto che lo studio molto probabilmente non placherà i timori su un collegamento tra cellulari e cancro al cervello.
"Ciò che abbiamo dimostrato è un aumento nel metabolismo del glucosio (segnale dell'attività cerebrale) nel cervello delle persone che sono state esposte a un cellulare, nella zona più vicina all'antenna", ha detto la dottoressa Nora Volkow dell'Nih, il cui studio è stato pubblicato sul Journal of the American Medical Association.
Lo studio puntava a esaminare come reagisce il cervello ai campi elettromagnetici provocati dai segnali del telefono wireless.
Volkow ha detto di essere sorpresa che la debole radiazione elettromagnetica dei cellulari possa produrre attività cerebrale, ma ha anche detto che la scoperta non aggiunge nulla alle ricerche sulla possibilità che i cellulari causino il cancro.
"Questo studio non indica in nessun modo una cosa del genere. Ciò che fa lo studio è dimostrare che il cervello umano è sensibile alla radiazione elettromagnetica dei cellulari".
L'uso dei cellulari è aumentato esponenzialmente da quando sono entrati in commercio alla metà degli anni Ottanta, con gli attuali 5 miliardi di cellulari in tutto il mondo.

Nessun commento: