IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 20 giugno 2016

"... ci saremmo aspettati da parte della maggioranza di centrosinistra maggiore rispetto del programma e attenzione al sociale,,,"

tratto da:   https://selcorsichese.wordpress.com/
Nelle elezioni del 2014 Sinistra Ecologia Libertà con la lista Insieme per Cambiare ha contribuito alla vittoria del centrosinistra nelle elezioni amministrative Trezzanesi.
In questi due anni, nonostante la mancata rappresentanza in consiglio comunale, ha cercato di contribuire alle politiche amministrative con proposte concrete  richiamando più volte l’amministrazione comunale, e l’intera maggioranza politica, ad una maggiore condivisione  delle scelte.
 Ad oggi constatiamo il perdurare di una carenza democratica nel processo decisionale non più sopportabile dalla nostra forza politica, oltre che ad un eccessivo protagonismo della Giunta a scapito dello stesso  Consiglio Comunale che ci appare svuotato dei suoi poteri decisionali e di controllo necessari per una buona e trasparente attività politico-amministrativa.

Dopo l’ iniziale periodo di ambientamento seguito all’insediamento della Giunta,  abbiamo  sollecitato  ripetutamente,  ma inutilmente, un confronto politico  sugli obiettivi strategici. Purtroppo non abbiamo  visto   emergere  un progetto per la città che andasse oltre  la normale gestione amministrativa.
A due anni dall’insediamento non si è ancora messo mano, ad esempio, al   Piano Generale del Traffico e la stessa variante del Piano di Governo del Territorio( che non incide sull’impianto generale voluto dal centro destra)  si prospetta  carente  nella definizione delle politiche abitative rivolte agli strati più disagiati della popolazione, sui problemi del territorio e della collettività.
Anche nel merito di alcune scelte amministrative ci saremmo aspettati da parte della maggioranza di centrosinistra maggiore rispetto del programma  e attenzione al sociale; ci riferiamo, solo per citare alcuni esempi,  allo smantellamento dei servizi   sanitari di via Boito accettato supinamente dalla Giunta senza neppure sentire la necessità di un preventivo  coinvolgimento e confronto della maggioranza-coalizione  e della cittadinanza; alla metodologia seguita per affrontare la questione Rimaflow, e, più recentemente, alla convenzione  con Cusago riguardante le Polizia locale, della quale stentiamo a vedere i vantaggi per Trezzano.
Per questi motivi Sinistra Ecologia Libertà ha deciso di uscire dalla coalizione “Trezzano Bene in Comune” che ha vinto  le elezioni comunali del 2014, continuando comunque la sua attività politica nel territorio cercando il confronto con i cittadini.  In particolare ci impegneremo nella costruzione anche a livello locale di “Sinistra Italiana”, forza politica necessaria per dare voce a tutte quelle soggettività di sinistra che non trovano oggi nell’attuale panorama politico una giusta rappresentanza.
Sinistra Ecologia LibertàTrezzano sul Naviglio 30  maggio 2016

Nessun commento: