IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

sabato 22 novembre 2014

Ricorda qualcuno?

Tratto da:  http://it.wikipedia.org/wiki/Paradosso_dei_due_gelatai

Paradosso dei due gelatai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il paradosso dei due gelatai è un quesito di natura logica, spesso usato come critica ai sistemi elettorali bipolari. Il paradosso è anche noto come legge di Hotelling, dal nome del matematico Harold Hotelling, che fu il primo a proporlo. La legge di Hotelling osserva come in campo economico sia una scelta razionale per produttori concorrenti realizzare prodotti il più possibile simili tra loro. Nell'ambito della teoria della scelta razionale viene utilizzata per spiegare come durante le elezioni i candidati vengono percepiti come essenzialmente identici.

Il paradosso

Su una spiaggia lunga 1 km ci sono due gelatai. Per non farsi concorrenza dividono la spiaggia in due zone e ciascuno si pone al centro della sua, risultando così a 500 metri di distanza l'uno dall'altro. In questo modo ogni bagnante non deve fare più di 250 metri per prendere il gelato.
A questo punto un gelataio decide di avvicinarsi un po' verso il centro della spiaggia allo scopo di sottrarre al concorrente una parte dei clienti che si trovano a metà strada tra i due. Conseguentemente i bagnanti del lato esterno saranno costretti a fare più di 250 metri. L'altro gelataio se ne accorge e si sposta di pari distanza.
Il processo si ripete finché i due gelatai si trovano nello stesso punto in mezzo alla spiaggia.

Parallelismo con la politica

Questo paradosso identifica i comportamenti politici dei partiti durante le elezioni: i due gelatai rappresentano le coalizioni di destra e di sinistra, che per avere più voti (vendere più gelati) tendono a spostarsi verso il centro, in altre parole tendono ad evolvere il loro programma politico verso posizioni centriste. Inoltre, sempre restando nella metafora, i gelatai, pur di guadagnare consensi al centro, sarebbero disposti a correre il rischio che i bagnanti agli estremi della spiaggia, scoraggiati dall'eccessiva distanza, rinuncino al gelato: questo spiegherebbe il fenomeno del crescente astensionismo.

Note

Harold Hotelling, Stability in Competition in Economic Journal, vol. 39, nº 153, 1929, pp. 41–57, DOI:10.2307/2224214.

Nessun commento: