IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 25 aprile 2016

Piccola riflessione sul referendum

Quanti di noi conoscono qualcuno che avrebbe voluto andare a votare per il referendum e che poi all'ultimo minuto ha deciso di non andarci, convinto che fosse inutile, visto che il quorum era lontano.

Quindi, con la solita logica delle profezie che si auto-avverano, molti nostri compatrioti hanno deciso che sarebbero andati a votare solo se il loro voto fosse stato indispensabile, solo se "gli altri" fossero andati a votare in modo da raggiungere il 50% dei potenziali elettori, ed il loro singolo voto fosse stato quello necessario per raggiungere il quorum. 
Così alla fine non ci siamo arrivati...
MA...

MA c'è un aspetto positivo in tutto questo.

Gli italiani che erano favorevoli al referendum, o che sono contrari, o almeno scettici sull' "operato" del Governo Renzi sono molti di più di quanti pensiamo.
E mentre tutti i sostenitori "fedeli" di Renzi non sono andati a votare o se lo hanno fatto hanno votato no...
Tra gli astenuti sono nascosti molti elettori che potrebbero fare sentire la propria voce alle prossime occasioni, come le elezioni amministrative, i prossimi referendum o (mai troppo presto...!) le prossime elezioni politiche.

Quindi attenti al colpo di coda del Presidnte pro tempore...
Potrebbe continuare (a spese nostre e dei nostri figli) a chiedere flessibilità per spendere e comprarsi qualche voto.
Regali ai 18enni, regali agli amici delle lobbies, regali agli evasori fiscali, regali ed ancora regali...
tanto se il debito pubblico cresce, o i nati negli anni 80 prendono atto che potranno andare in pensione (forse) quando saranno quasi 80enni....  sono problemi che lascerà affrontare ad altri ...
Lui è per la politica spumeggiante...

Nessun commento: