IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

sabato 5 novembre 2016

Il calo dei vaccini mette in pericolo la sicurezza di tutti e potrebbero tornare malattie considerate eradicate.

Tratto da:  http://www.aboutpharma.com/blog/2016/11/03/450341/
Persone e Professioni
Ricciardi (Iss): “Ci aspettiamo i primi casi di poliomielite e difterite per calo dei vaccini”
Il presidente dell'Istituto superiore di sanità lancia l'allarma. Il calo dei vaccini mette in pericolo la sicurezza di tutti e potrebbero tornare malattie considerate eradicate. Il livello di guardia per la polio è sotto il 95% di copertura nazionale.

di Redazione Aboutpharma Online 3 novembre 2016 

“Ci aspettiamo, anche in Italia, i primi casi di poliomielite e difterite, dovuti al calo delle vaccinazioni“. L’allarme lanciato dall’Istituto superiore della sanità per bocca del suo presidente Walter Ricciardi non lascia spazio a interpretazioni. Per l’istituto il calo delle vaccinazioni porterà al ritorno di malattie un tempo considerate debellate. “I batteri circolano – ha spiegato Ricciardi – ed essendoci migliaia di bambini non protetti contro poliomielite, difterite, tetano, morbillo, parotite, rosolia è ovvio che ci saranno, oltre ai casi che noi normalmente conosciamo, nuove infezioni”.
Secondo il presidente non esiste più l’effetto gregge anche perché non c’è più l’effetto gregge (la protezione dovuta al fatto che il microrganismo non riesce a infettare molte persone perché vaccinate), che si ottiene con una copertura vaccinale almeno del 95%. E per la poliomielite siamo ad una copertura del 93,4%.

Per quanto riguarda la difterite “c’è stato già un caso di nodulo difterico a Bologna”, ha continuato Ricciardi che non si nasconde. Denuncia gli antivaccinisti e le accuse rivolte al vaccino trivalente in quanto causa dell’insorgenza dell’autismo.

La dichiarazione ha suscitato scalpore. Ricciardi ha evidenziato il problema in occasione dell’evento “Perché vaccinarsi: il ruolo dei media per una cultura della prevenzione”, organizzato nella sede del ministero della Salute, a Roma, dalla Federazione nazionale degli Ordini del medici e degli
odontoiatri (Fnomceo). In strada sono stati distribuiti volantini intestati a un “Comitato per i vaccini Covasi”, dedicati ai “presunti rapporti del professor Ricciardi, gli autori del nuovo piano vaccinale 2016-2018 e le case farmaceutiche”. Lo scontro è continuato anche in sala conferenze tra il presidente del Codacons Carlo Rienzi e Ricciardi, accusato di procurato allarme. Il tema è caldo. Il Codacons ha inviato “un esposto-dossier relativo a possibili conflitti di interesse tra medici e aziende farmaceutiche produttrici di vaccini”.

Sull’argomento è intervenuta anche il ministro della Salute Beatrice Lorenzin affermando che nel piano vaccini di quest’anno è prevista anche una campagna di sensibilizzazione in favore delle famiglie per far comprendere loro l’importanza della terapia.

Nessun commento: