IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 20 aprile 2015

Quando i Parlamentari e gli iscritti PD sapranno dire BASTA!

Con la minaccia della sostituzione di 10 commissari PD nella Commissione Affari Costituzionali della Camera perché non abbastanza allineati ai suoi ordini, il PD di Renzi ha mostrato (dimostrato) ancora una volta di cosa è capace il Segretario PD e Presidente del Consiglio pro tempore.
VIETATO pensare in modo diverso dal Capo.
Tutti DEVONO essere allineati agli ordini del CAPO, compresi soprattutto i Parlamentari.
Si butta nel cesso il programma col quale il PD ha vinto le elezioni politiche, che prometteva tutt'altro (mai più un uomo solo al comando, etc., etc.)
A me, come a molti altri elettori che si sentono INGANNATI dal PD, resta il rimpianto di avere sbagliato a votare, e l’incredulità per il comportamento di chi nel PD si accoda ubbidiente agli ordini del CAPO rinunciando ad esprimersi.
In questa situazione il mio suggerimento a chi ha ancora la possibilità di votare alle prossime regionali è semplice:  “VOTATE PER CHIUNQUE, MA NON PER IL PD!”.  NON fatevi comprare dalle promesse che il Governo farà in campagna elettorale (comprese le ultime di ieri ai terremotati mantovani....)
Fatelo per amore dei Vs figli, che non meritano di vivere i prossimi 20 anni in una nazione come quella che PD e Renzi stanno disegnando.
Fatelo per voi stessi, se non volete ripetere la mia amara esperienza, e dovervi pentire scoprendo l’inganno al quale avete abboccato.
Fatelo in memoria dei vostri padri e nonni, che sono andati a votare, hanno lavorato e sofferto perché in Italia non si ricadesse in una dittatura.
Fatelo magari anche per dimostrare che SI PUO’ ANCORA FARE, prima che vi sia tolto anche quest’ultima opportunità, come vi è già stata tolta per le elezioni provinciali, e come il Governo progetta di fare (di fatto) per Senato e Camera dei Deputati.
Ecco i nome dei 10 commissari che verranno sostituiti perché potrebbero pensare con la loro testa, e non sono corsi sul carro del (temporaneo) vincitore:
PierLuigi Bersani
Gianni Cuperlo
Rosy Bindi
Andrea Giorgis
EnzoLattuca
Alfredo D'Attorre
Barbara Pollastrini
Marilena Fabbri
Roberta Agostini
Marco Meloni.
Non verrà sostituito invece Giuseppe Lauricella che, se pur critico verso l'Italicum, già nella riunione del gruppo con Renzi aveva annunciato che avrebbe seguito la linea della maggioranza del partito in commissione.


Nessun commento: