IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

domenica 29 settembre 2013

In attesa di provvedimenti idonei a chiarire la situazione e punire i responsabili...

... segnalo un commento che Alberto Schiavone mi ha inviato, e che trovo interessante.

FACEBOOKGATE: JACK DUE FACCE

La risposta del Sindaco GB 'Jack' Maiorano all'interrogazione presentata dal Consigliere Fiorello Cortiana sugli eventi che, per comodità , chiamiamo FacebookGate è un capolavoro visionario degno di DueFacce in fuga dall'Arkham Asylum di Gotham City. Tanto che è difficile capire se questa gente davvero non ne capisce una mazza di queste cose o è disperatamente alla deriva in quel manicomio che loro chiamano maggioranza solida e coesa.

Jack nella risposta presenta due facce, inizialmente quella istituzionale di Sindaco, che illustra i pregevoli motivi che lo hanno spinto a creare una fanpage del comune su Facebook, ma assume presto quella scaltra del politico, e ,lancia in resta, galoppa sicuro verso una serie di topiche da Guinness dei primati.

Afferma, che sulla pagina FB del Comune vengono cancellati solo i post offensivi e il fake Sebastiano Poggi non ha postato commenti offensivi, entusiasmo della maggioranza, risate omeriche dall'opposizione, incredulità dai cittadini che dal 'Seba' si son sentiti offesi eccome, ci sono foto e testimoni. Bastava visionare lo storico della pagina per constatarlo, ma nessuno dei famigerati geni della rete tablet assistiti (a spese dei cittadini) ci ha pensato, e il Sindaco ne resta misteriosamente ignaro. Il mio commento, al contrario, non era assolutamente lesivo, infatti, dire che qualcuno su Facebook è un fake, non è nemmeno un insulto, non si capisce quindi chi avrei offeso.

Comunque, a scanso d'equivoci, gli amministratori  pro tempore della pagina (Pruiti&Palone) hanno cancellato, sia il mio post , sia quelli del Poggi, mettendo così sullo stesso piano chi segnala un reato e chi lo commette, loro si che sanno cos'è la legalità, certo che gente così andrà lontano , infatti, come ricompensa, il Sindaco li ha allontanati definitivamente dalla gestione della pagina!

Ecco, ma la cosa davvero strana è che i commenti di Sebastiano Poggi non sono scomparsi solo (!) dalla pagina FB del Comune, come il mio, ma da tutto il social network !!!!! È incredibile!
Insieme ad amici stavamo monitorando diverse sue conversazioni in giro per la rete e all'improvviso ... puff(!) è scomparso dappertutto. Bene (sifaperdire), per quanto ne so io, questo potere lo hanno solo i gestori di Facebook o ...il proprietario dell'account di Sebastano Poggi. Anche qui nessuno sembra accorgersi di questa circostanza straordinaria.

Così Jack, impermeabile al fatto che la vicenda somigli sempre di più ad un episodio di Ai Confini Della Realtà , prosegue spedito, affermando che non è stato impedito ad alcuno di intervenire sulla pagina, sfortunatamente (per lui) la verità è esattamente il contrario, cioè che qualcuno (cioè io) è stato bannato per almeno 36 ore. Ci sono prove fotografiche, registrazioni archiviate, commenti concordanti, in rete resta tutto. Pure un commento a proposito,  fatto dallo stesso Sindaco sul blog La Città Ideale, il 26/6/13 (tre mesi or sono, forse si è dimenticato):"Devo anche dire che le motivazioni addotte da chi lo ha “bannato” non mi sono parse del tutto peregrine." A questo punto uno si chiede legittimamente : ma che cazzo ha scritto il Sindaco? 

Con la sua chiosa finale raggiunge la vetta di questo free climbing sugli specchi, che lui chiama risposta , un momento di autentica leggenda, infatti, afferma che il Comune non ha sporto denuncia presso le autorità competenti perché i fake in questione non hanno recato offesa a nessuno (falso) , "né erano orientate ad ottenere alcun vantaggio". Aspe...Vantaggio??? Ma che c'azzecca il vantaggio? Su cosa un imbecille di passaggio dedito al trollismo vandalico dovrebbe cercare di ottenere un vantaggio? 

Ecco, magari, s'intende con vantaggio che il pirla in questione voleva soddisfare il suo ego malato nei confronti di cittadini ignari e sconosciuti insultandoli e deridendoli, oppure, oppure si può pensare che volesse ottenere un vantaggio, per terzi ovviamente visto che essendo un fake lui non esiste, nel bando di gara per la gestione della Scuola Civica di Musica, l'argomento del post, in questo caso ci sarebbero gli estremi per configurare il reato di turbativa d'asta, e se fosse così, se fosse così, la teoria 'dell'imbecille di passaggio' la possiamo pure archiviare, insieme alle offese-non-offese ai cittadini e la "bannata" fantasma al sottoscritto , perché in questo caso rivolgersi alle autorità competenti diventa un imperativo categorico da parte delle istituzioni. Vedete voi a quale delle due ipotesi credere...

A me resta solo una domanda. Ma perché il Sindaco, che nonostante la sua 'faccia' politica continuo a ritenere una brava persona, invece di fare la solita denuncia contro ignoti per vandalismo sul sito istituzionale, una roba di routine, con grande sprezzo del ridicolo, cerca in tutti i modi di scalare gli specchi, per non farlo???

"O muori da eroe, o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo" Harvey Dent/Due Facce, Il cavaliere oscuro, 2008.

Nessun commento: