IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

mercoledì 17 febbraio 2010

Il mio dramma: essere d'accordo con Calderoli...


Domenica 14 febbraio 2010 - Il Ministro per la Semplificazione Normativa - COMUNICATO STAMPA

CALDEROLI – BINETTI: "RISPETTABILE SUA SCELTA DI LASCIARE PD MA ORA SI DIMETTA DA PARLAMENTARE"
“E’ assolutamente condivisibile e rispettabilissima la scelta della Binetti di abbandonare il Partito Democratico, del resto solo gli stolti non cambiano mai idea.
Ma se vuole essere davvero coerente, per poterlo fare, la Binetti deve dimettersi da tutti i mandati ricevuti, incluso quello di parlamentare, con i voti del Partito Democratico.
Le numerose fuoriuscite di parlamentari dal Pd avvenute in questa legislatura testimoniano il malessere che sta investendo il partito di Bersani, ma anche che occorre porre un limite al trasformismo che dilaga da diverse legislature.
Nella prossima riforma costituzionale bisognerà inserire l’impossibilità per chi viene eletto con i voti di un partito di potersene andare, mantenendo una carica che ha ottenuto con i voti di elettori di un partito che ha abbandonato, perché questo esige la coerenza”.

Lo afferma il senatore Roberto Calderoli, Ministro per la Semplificazione Normativa e Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord

Nessun commento: