IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

venerdì 14 giugno 2013

Città metropolitana

Ndr: Il tema di chi "comanderà" nella città metropolitana è certamente un argomento sul quale mi piacerebbe si potesse ragionare PRIMA di trovarci con le cose fatte e non più modificabili.
Sottolineo invece che il comitato sostiene anche  l'  "effettiva parità di genere".  Spero non abbiano in mente un sistema analogo a quello attualmente in vigore nel PD, e che impone una presenza matematicamente uguale di uomini e donne in qualunque organo elettivo, persino nelle stesse liste di candidati.  E tantomeno che si voglia estendere anche qui l'imposizione della doppia preferenza (maschile e femminile) agli elettori.
Prima di tutto perchè voler dividere le persone sempre in due e solo due sessi forse non è più scientificamente corretto, e sarebbe preferibile considerare un continuum..., secondo perchè porta non alla scelta dei "migliori", ma a quella dei "meno peggio".
Di questo passo qualcuno mi imporrà di dare la doppia preferenza anche a non fumatori e fumatori, per il rispetto delle libertà individuali!

Nasce un comitato per l’elezione diretta del sindaco metropolitano
In attesa di raccogliere le firme in momenti di incontro pubblico e negli appositi banchetti, già ora è stato attivato un sito dove poter firmare la petizione

14 giugno 2013 - Emilio Battisti, Fiorello Cortiana, Marco Fumagalli, Pierfrancesco Gargano, Ilaria Li Vigni, Claudio Pirola, nel corso di un incontro con la stampa, hanno lanciato, a nome di un Comitato promotore, a cui hanno già aderito personalità della cultura, delle rappresentanze di interessi e delle istituzioni interessate, una raccolta di firme a sostegno dell'elezione diretta del Sindaco metropolitano e del Consiglio metropolitano, da prevedere già nello Statuto provvisorio di costituzione della Città metropolitana.
Un'iniziativa destinata a entrare immediatamente in polemica con l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e i 14 sindaci delle future città metropolitane che chiedono un ente di secondo grado non eletto direttamente dai cittadini residenti.

Per fare il punto e mettere a confronto le diverse responsabilità e intenzioni, il prossimo 3 Luglio, al Teatro Franco Parenti, si terrà un incontro pubblico con un confronto tra l'Assessora Daniela Benelli, delegata del Comune di Milano, e l'Assessore Franco De Angelis, delegato della Provincia di Milano, a cui sono stati invitati tutti i Sindaci dell'area interessata dalla Città Metropolitana, molti dei quali hanno già risposto affermativamente.

Tra i punti qualificanti del Comitato Promotore ci sono:

- l'elezione diretta del Sindaco metropolitano e del Consiglio metropolitano già nello Statuto provvisorio.
- le competenze assegnate dalla legge istitutiva: Sviluppo, Territorio, Infrastrutture, Trasporti, Ambiente, all'insegna di innovazione, sostenibilità, qualità.
- l'armonizzazione delle politiche tariffarie e fiscali e la definizione di una autonoma capacità impositiva;
- l'istituzione all'insegna della partecipazione informata ai processi deliberativi e alla effettiva parità di genere.

L'iniziativa si è dotata anche di un comitato scientifico che coinvolge esperienze e competenze significative, accademiche, professionali e associative, per trattare tra Settembre e Ottobre a partire da Monza, Rho-Pero, Abbiategrasso questi primi temi: - Le reti e gli incubatori di impresa, -La cintura verde e le reti/filiere agro-alimentari, - Le Reti digitali e la partecipazione informata dei cittadini - I Trasporti metropolitani, - L'Expo, durante e dopo, - Le Politiche metropolitane per la parità di genere, - Abitare, le reti dell'energia e della cittadinanza attiva
Tratto da:  http://www.milanotoday.it/economia/comitato-elezione-sindaco-metropolitano.html

Nessun commento: