IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

mercoledì 12 giugno 2013

Ho imparato tre cose nuove sulle creme solari

Il valore Spf (fattore di protezione solare) indica il rapporto tra radiazione solare filtrata e radiazione trasmessa alla pelle: Spf 30 significa che passa 1/30 della radiazione (il 3,3%), Spf 50 è uguale a 1/50 (cioè il 2%). Quindi, il primo filtra il 96,7% mentre il secondo il 98%, non una grande differenza!

Non tutte le creme proteggono anche dagli UvA: un prodotto che protegga solo da UvB, e quindi dall'ustione solare, induce a trascorrere più tempo al sole, assorbendo una quantità molto più elevata di raggi UvA, che non scottano, ma hanno un'azione rilevante per il fotoinvecchiamento e i tumori cutanei.  Quindi cercate sempre, sulla confezione il valore di protezione UvA (UvA-Pf) non solo il valore Spf che indica la protezione UvB

Applicare il prodotto solare in abbondanza. I valori Spf e UvA-Pf sono calcolati in laboratorio applicando 2mg di prodotto per centimetro quadrato, come dire un cucchiaino di crema per 2 cm di pelle. Riducendo la quantità applicata, i valori Spf e UvA-Pf calano in modo esponenziale. Acquistare una crema con alto Spf ma non applicarla nella quantità giusta è inutile


Notizie tratte da Farmacista 33, 10 Giugno 2013

Nessun commento: