IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 5 aprile 2010

Viabilità: cosa pensa il PD di Assago

Segnalo un articolo di http://www.mi-lorenteggio.com/news/7494 con le osservazioni dei nostri vicini del PD di Assago sulla viabilità che i sindaci di Assago e Buccinasco vorrebbero "regalarci" (o, a seconda delle idee..., minacciano di imporci!)

Le osservazioni del PD Assago in merito al progetto della nuova viabilità cittadina
Le perplessità del locale circolo sulla delibera approvata

(mi-lorenteggio.com) Assago, 04 aprile 2010 - In merito ai progetti del nuovo piano di viabilità per Assago, il locale Circolo del Partito Democratico, tramite la sua portavoce, Simona Piccolo, ci informa che sostiene il voto contrario alla viabilità dato dalla Lista Civica Raimondo per Assago e da Assago Viva.
"Il sindaco Musella e la sua giunta - riferisce la nota - hanno proposto e approvato un piano di intervento per la viabilità che a nostro parere non farà altro che trasformare sempre più Assago in un paese di attraversamento per i pendolari automuniti del sud Milano. Infatti, oltre a prendersi meriti per costruzioni di competenza di altri paesi (vedi scavalco sul naviglio della Bazzanella per andare a Pavia fatto e finanziato da Rozzano in quanto suo è il territorio), ha predisposto un progetto di strada di collegamento tra la futura nuova fermata della metropolitana e Buccinasco senza prendere però alcun accordo con quella amministrazione, facendo quindi i conti senza l’oste. Questo determina un pericolo per Assago, in quanto se Buccinasco non dovesse accordarsi con la giunta Musella per la costruzione di questa strada (che dovrebbe passare tra Milano Più e Buccinasco Più), il nostro sindaco sarà costretto a fare terminare il tratto sulla via Matteotti, strada attorno alla quale è stato costruito gran parte del paese e che ospita per giunta le scuole, rendendo così la vita impossibile a causa di smog, traffico e frastuono per la metà dei cittadini. Inoltre nel progetto viabilistico non sono stati previsti né una corsia preferenziale per gli autobus sulla via di Vittorio né una pista ciclabile che colleghi Assago con Milano. Gli altri interventi previsti riguardano sostanzialmente azioni di margine o progetti che hanno tempi di realizzazione lunghi (ad esempio la nuova uscita dell’autostrada), inoltre non è stata considerata la proposta della tangenzialina sud fatta a suo tempo dalla giunta Raimondo che avrebbe permesso una scissione del traffico importante dalla via di Vittorio.

Per questa serie di motivi il PD di Assago ritiene che la delibera sia insufficiente per il miglioramento della viabilità del paese e soprattutto che sia concettualmente errata in quanto presuppone un rischio molto alto per la cittadinanza di vedersi trasformare la via Matteotti nell’emulo di via di Vittorio con tutte le conseguenze del caso". - Vittorio Aggio - Pubblicata il 04/04/2010 alle 19:51:22 in Politica

Nessun commento: