IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

martedì 26 luglio 2011

Il disegno di legge di riforma costituzionale approvato dal C. dei Ministri del 22 Luglio 2011

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/riforma_senato_federale/

I punti principali della riforma:

Riduzione del numero dei parlamentari
... L’età per poter essere eletti alla Camera e al Senato viene abbassata per ambedue le Camere.


Riforma del bicameralismo e trasformazione in senso federale del Senato
Il superamento del bicameralismo perfetto ... separare le competenze e la composizione tra le due Camere. Il Senato della Repubblica diventa Senato federale della Repubblica ed è agganciato all'elezione dei Consigli regionali.

Modifiche alla ripartizione delle competenze legislative fra Stato e Regioni
... energia e ... infrastrutture strategiche che vengono ricomprese nelle materie di competenza dello Stato.

Procedimento legislativo più veloce, più garanzie per Governo e opposizioni
... solo per poche e delicate materie (come la revisione costituzionale) si procederà con il sistema bicamerale perfetto, mentre negli altri casi la competenza sarà distinta tra i due rami.
Il Governo avrà il potere di richiedere la conclusione dell’esame di disegni di legge, presso la Camera dei deputati, entro tempi certi.
Spetterà ai Regolamenti parlamentari definire più incisivi poteri del Governo in Parlamento e predisporre adeguate garanzie per le opposizioni parlamentari.

Più stabilità di Governo, rafforzamento del Premier
... Premier ... assumerà la denominazione di Primo Ministro.
La legge elettorale per la Camera dei deputati, anche attraverso l’indicazione del candidato Primo Ministro, dovrà garantire la formazione di maggioranze solide; ... il Primo Ministro sarà nominato dal Presidente della Repubblica sulla base dei risultati delle elezioni.
L’eventuale approvazione della mozione di sfiducia non comporta lo scioglimento necessario della Camera dei deputati. E’ possibile che il Presidente della Repubblica, nel rispetto dei risultati delle elezioni, nomini un nuovo Primo Ministro. E’ comunque previsto che il Primo Ministro possa chiedere al Presidente della Repubblica lo scioglimento delle Camere.
Il Primo Ministro nomina e revoca i Ministri ed i Viceministri. Può richiedere al Presidente della Repubblica lo scioglimento della Camera dei deputati.

Le istituzioni di garanzia
... Il Presidente della Repubblica rimane il supremo garante dell'equilibrio fra i poteri, intervenendo, in particolare, nella fase di scioglimento delle Camere, di promulgazione delle leggi e di emanazione degli atti aventi valore di legge e dei regolamenti.

Nessun commento: