IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

venerdì 21 dicembre 2012

Primarie PD per i parlamentari

Primarie dei parlamentari: 29 o 30 dicembre Il PD sta organizzando le primarie aperte per scegliere i propri parlamentari. La decisione è stata presa nel corso di un incontro fra il segretario Pier Luigi Bersani e i segretari regionali e definita poi nella direzione di lunedì 18 dicembre. «Sappiamo di chiedere uno sforzo eccezionale a militanti ed elettori ai limiti dell'impossibile - commenta il segretario nazionale Pier Luigi Bersani -. Ma vogliamo cambiare davvero la politica in Italia e quindi lanciamo a noi stessi questa nuova sfida».
Le primarie per la scelta dei parlamentari democratici si svolgeranno il 29 o il 30 dicembre in base alla scelta delle singole regioni. Potranno votare gli iscritti al Pd e tutti gli elettori che si sono registrati in occasione delle primarie nazionali del 25 novembre.


Per maggiori informazioni:  http://www.primarieparlamentaripd.it/

Non capisco per quale motivo dovro' essere obbligato, a pena di nullità del mio voto, ad esprimere due preferenze, una per ogni genere riconosciuto all'anagrafe.
Se quindi non trovassi tra i candidati neppure un uomo (o una donna) da votare, non potrrò esprimere neppure il mio voto per la donna (o uomo) preferito.
Penso che ciò leda il mio diritto di scegliere i candidati migliori, e danneggi il PD imponendo una formale parità, lontana però dai meriti e dalle capacità dei candidati.
Forse sarebbe utile ripassare la costituzione, che prevedeVA "pari dignità sociale" ed uguaglianza "davanti alla legge, senza distinzione di sesso..."
Franco

CORREZIONE.  Il regolamento prescrive:
. L’elettrice/ore può esprimere fino ad un massimo di due preferenze, differenti per genere. Qualora le due preferenze siano dello stesso genere, la seconda nell’ordine è nulla.

Nessun commento: