IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

venerdì 24 aprile 2009

Se ne parla all'estero: Bisfenolo A e biberon (ed altro)


Gli asili nido di Parigi hanno messo al bando i biberon di plastica. La decisione è lagata ai possibili rischi per la salute del bisfenolo A, una sostanza presente nel materiale con cui si producono bottiglie e biberon.
Il ministro della Salute francese ha rassicurato sulla sicurezza dei prodotti tradizionali, ma il responsabile parigino delle politiche per la prima infanzia ha annunciato il blocco degli acquisti dei tradizionali contenitori in plastica da parte degli asili nido del Comune. Tutti i nuovi ordinativi saranno per prodotti in vetro o plastica garantita senza bisfenolo A.
Una decisione simile era già stata presa dal Canada.

1 commento:

Franco Gatti ha detto...

Pediatria: a Parigi biberon in plastica al bando nei nido, rischi mai esclusi.
- Gli asili nido di Parigi mettono al bando i biberon di plastica. Dopo che alcuni produttori statunitensi hanno riacceso i riflettori sui rischi per la salute del bisfenolo A - sostanza presente nel materiale con cui si producono bottiglie e biberon - decidendo di non utilizzarlo più, il Comune della capitale francese ha deciso di adottare solo biberon di vetro. Una scelta fatta nonostante le rassicurazioni del ministro della Salute d'oltralpe, Roselyne Bachelot, sulla sicurezza dei prodotti tradizionali, basate sugli studi dell'agenzia nazionale per la sicurezza alimentare e sanitaria. A guidare la battaglia contro i contenitori in plastica è il responsabile parigino delle politiche per la prima infanzia, il Verde Christophe Nadjovski, che ha annunciato il blocco degli acquisti dei tradizionali contenitori in plastica da parte degli asili nido del Comune. Tutti i nuovi ordinativi saranno per prodotti in vetro o plastica garantita senza bisfenolo A. Per Nadjovsk, infatti, i rischi per la salute non sono mai stati veramente smentiti. Già il Canada, lo scorso anno, ha messo al bando i biberon e i contenitori alimentari in cui era presente questa sostanza, dopo la pubblicazione di diversi studi sui danni per la salute legati al bisfenolo A, in grado di interferire con il sistema endocrino. Recentemente poi, diversi produttori statunitensi di articoli per l'infanzia hanno deciso di eliminare il bisfneolo A - negli Usa utilizzato in percentuali maggiori nella plastica - e in Francia alcune aziende hanno scelto di seguirne l'esempio.
20 aprile, ore 16:05 - Roma, (Adnkronos Salute)
Tratto da: http://www.adnkronos.com/IGN/Salute/?id=3.0.3234375868