IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

domenica 13 maggio 2012

Basta con la libertà di voto! Ora i candidati dovranno essere scelti in base a criteri anagrafici!

Quando ci si vuole complicare volontariamente la vita, nascono proposte come quella descritta qui sotto.   Forse nasce dalla convinzione che gli elettori non sappiano scegliere da soli, e sia quindi necessario prevedere dei sistemi che impongano la presenza nei Consigli Comunali non in base al VOTO, ma a criteri anagrafici.      Quindi OBBLIGO per le donne, a cui probabilmente seguiranno analoghe regole che riguarderanno i nati nella prima decina del mese, negli anni che terminano per 2, o in giorni di pioggia.  Come per il sesso, tutti criteri che sono indipendenti dalla capacità delle persone, e quindi tutti criteri che sarebbe meglio restassero fuori dalla democrazia...

Doppia preferenza uomo/donna
Una vera riforma per attuare la Costituzione
Un'opportunità in più per eleggere consigli comunali con una forte rappresentanza femminile: questo il senso della legge approvata alla Camera che prevede la possibilità di esprimere due preferenze (anziché una, secondo la normativa vigente) per i candidati a consigliere comunale. In tal caso, però, una preferenza deve riguardare un candidato di sesso maschile e l'altra un candidato di sesso femminile della stessa lista. Un meccanismo molto semplice che ci avvicina a quel concetto di democrazia paritaria che da molto tempo invochiamo per elevare la qualità del nostro vivere civile. Un meccanismo che cerca di valorizzare la capacità e l'attivismo delle donne nei processi di partecipazione politica. La legge approvata, che auspichiamo venga ulteriormente rafforzata in Senato, è coraggiosa e rappresenta un primo passo per abbattere quelle barriere che hanno limitato la partecipazione delle donne al governo del paese. La parità di genere sarà finalmente un principio cardine ed irrinunciabile nella composizione delle liste e delle giunte locali.
Intervento e dichiarazione di voto di Sesa Amici Comunicati di Dario Franceschini, Sesa AmiciLucia Codurelli


Notizia tratta da Deputati PD news,   
Numero 102 - Venerdì 11 maggio 2012

3 commenti:

Franco Gatti ha detto...

testo della mail spedita a:
pd.comunicazione@camera.it



Ho letto la vostra gioia per la approvazione di una legge stupida come quella per la doppia preferenza

Suggerisco di ampliare la possibilità di scelta in base ai criteri anagrafici: immaginate cosa potrebbe succedere se si scoprisse che i nati nella prima decina del mese subiscono una ingiusta selezione a vantaggio dei nati nella seconda e terza decina!

Come il sesso, il fatto di essere nati nella prima.seconda o terza decina del mese non ha nulla a che fare con la capacità.
Quindi la mia proposta è logica esattamente come quella che avete approvato!

Ho dedicato un articolo al riguardo sul mio blog.
Meglio che si sappia in che cosa sono occupati i nostri parlamentari!
Chissà mai che qualcuno decida di non candidare più chi è stato capace di una tale proposta!


Arrivederci

Franco Gatti

http://francogatti.blogspot.it/

simonegri80 ha detto...

anche secondo me è una puttanata

Franco Gatti ha detto...

Ho scoperto che anche Rosy Bindi difende questa proposta...

A Buccinasco abbiamo 3 sole donne in Consiglio Comunale, su 16 Consiglieri.
Una è Presidente, un'altra è Vice Presidente del Consiglio...