IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

venerdì 4 maggio 2012

Domenica e lunedì si vota!

Concludo il ragionamento cominciato con l'articolo "Diagramma di flusso: come scegliere il candidato Sindaco migliore per Buccinasco?" nel quale avevo affrontato la scelta per il candidato Sindaco, affrontando ora gli steps 2 e 3: quale lista e quale candidato consigliere scegliere?

Secondo me i due ragionamenti devono essere abbinati: anche il candidato più "bravo" del mondo, che sbaragliasse tutti i "concorrenti" della stessa lista per numero di preferenze, che fosse però candidato per una lista che non dovesse aver eletti..., renderebbe ininfluenti le preferenze raccolte, che quindi sarebbero sprecate

Come per il Sindaco provo a farmi delle domande:


Chi rappresenta questa lista?
Sono persone unite da un percorso comune durato alcuni anni, o sono poco più di "4 amici al bar"?

Soprattutto a Buccinasco, dove bastano 200 firme per presentare una lista alle elezioni, molte faticheranno a raccogliere un numero di voti superiore a quello delle firme richieste per partecipare alle elezioni....

C'è il forte rischio che la lista che intendete votare raccolga solo i voti di genitori, mogli e mariti dei 14 candidati? C'è il rischio che dopo le prime settimane di "volemose bene". gli eletti rappresentino di fatto delle individualità, senza un messaggio comune? E che gli amici di oggi diventino i nemici di domani, e viceversa?

Cosa vuol dire governare bene e spendere bene i soldi del Comune? Probabilmente basterebbe chiederlo a due persone e si otterrebbero due risposte diverse: il rischio che per ogni rappresentante di queste liste il bene comune non vada troppo lontano dal proprio sentire personale è molto forte.

Per quanto tempo queste persone si sono confrontate tra loro PRIMA delle elezioni? Solo le poche settimane della campagna elettorale? Allora è molto probabile che ciò che li ha uniti in campagna elettorale, l'essere CONTRO qualcuno, evapori al sole estivo...

Diffidiamo anche dalle liste che non hanno espresso, diciamo almeno sei mesi prima dell'inizio della campagna elettorale, una propria visione del futuro di Buccinasco. Così come sono nate per l'occasione, moriranno in pochi mesi, e resterà solo la volontà di occupare posti di potere.


Chi sono i candidati?
Cosa abbiamo in comune con loro? Li abbiamo mai incontrati PRIMA delle elezioni? Molto probabilmente i candidati che vengono da "fuori", dopo le lezioni, siano essi tra i vincitori o tra i perdenti, torneranno ad avere il centro dei propri interessi FUORI da Buccinasco. O peggio, saranno tentati di utilizzare la posizione conquistata per crearsi crediti per il futuro. Già una parabola citava il servo infedele che rimetteva il debito ai debitori del proprio padrone per acquisire crediti...

Quindi escludiamo tutte le liste dove siano presenti un numero di oriundi superiore a due, ritenendo questo limite fisiologico, e volendo accettare come nostri rappresentanti anche persone non residenti, ma che abbiano comunque a Buccinasco il centro dei propri interessi.
Escludiamo invece i furbi, quelli che hanno la residenza altrove per motivi fiscali. Ci potrebbero essere candidati che vivono formalmente separati dal coniuge solo per risparmiare sulle tasse sulla seconda casa o le spese per la scuola materna... Come è possibile fidarsi di persone così?

Anche se "nel futur non v'è certezza", evitiamo di votare candidati che non si impegnino a dedicarsi a Buccinasco per i prossimi 5 anni

Forse alcune delle persone in lista non si rendono conto che in cambio di 30 euro al mese dovranno dedicare almeno un paio di sere alla settimana alla amministrazione pubblica. Ne sono coscienti? Riusciranno a far convivere impegni di lavoro, di famiglia, hobbies e l'impegno per il quale domenica e lunedì vi chiedono il voto?
O si preparano a giustificarsi per una lunga serie di assenze, salvo qualche presenza "strategica" quando daranno in discussione i temi che interessano ...

Per i candidati alla ricerca di un 2° mandato, ma dei quali non si ricordano interventi degni di nota negli ultimi 5 anni: che li votate a fare? Se non sono stati in grado di fare bene i consiglieri negli ultimi 5 anni, perché chiedono ancora il nostro voto?

Che tipo di persone sono? Nei santini si presentano come rappresentanti di una parte o come futuri rappresentanti di tutta la cittadinanza?

Sono competenti? Si sono preparati a comprendere il funzionamento di un comune?

Vi chiedono il voto in base a qualche caratteristica anagrafica per la quale non hanno meriti? "Sono un giovane!" "Sono una donna!" E allora? Solo per questo motivo dovrebbero poter fare meglio gli interessi di Buccinasco?

Stanno facendo tante promesse. Hanno anche detto a chi chiederanno i soldi per mantenerle? Eppure se vorranno spendere di più in un'area, dovranno poi tagliare altre voci di spesa!

Chi frequentano? Chi li appoggia? Dopo le lezioni si ricorderanno di coloro che li hanno votati?

Quanto hanno speso?

Comunque scegliate, buona fortuna!

Franco

Nessun commento: