IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

sabato 31 gennaio 2015

A che punto siamo?

19 Gennaio 2009: BUCCI-GAS: IDEA ALLA BEPPE GRILLO   LINK
...Singolare iniziativa, quella avanzata dal consigliere Rino Pruiti di Uniti per Buccinasco, che non mancherà di suscitare interesse, anche perché avrebbe riflessi diretti sulle tasche dei buccinaschesi. Pruiti propone di realizzare in città un distributore comunale di gas per autotrazione...

18 Luglio 2010: BUCCINASCO, CONSIGLIO COMUNALE DEL 16 LUGLIO 2010: SALDI ESTIVI !   LINK
... ho chiesto che si imponesse – almeno – la costruzione di una pompa a metano (clicca QUI link interno). Mi è stato risposto che non si puo’ imporre nulla a nessuno e si poteva solo scrivere in delibera una raccomandazione per l’uso del metano e di altre fonti energetiche più sostenibili per l’ambiente...

30 Novembre 2010:  BUCCINASCO: BILANCIO 2011 “CHE TRISTEZZA”   LINK
...- La proposta di fare un distributore di gas metano per autotrazione e incassare soldi favorendo nel prezzo le famiglie (altri stanno facendo l’affare)? Hanno detto di no!...

8 Maggio 2011:  BUCCINASCO-GAS S.R.L. : RIPROPONGO L’IDEA COME PROPOSTA PROGRAMMATICA   LINK
... Nel 2009 avevo proposto, trovando anche due società importanti disposte alla realizzazione, che il Comune aprisse sul suo territorio un distributore di gas metano e gpl, non concedendo semplicemente l’autorizzazione a dei privati che avrebbero fatto i soldi ma diventando “Comune-imprenditore“, cioè partecipando ad una società mista pubblico-privato con benefici sia per il pubblico (casse comunali e Cittadini) che per il privato che si sarebbe ritrovato con un distributore in esclusiva e con la benedizione e il sostegno mediatico delle Istituzioni locali. ...

4 Aprile 2012:  RINO PRUITI : (RI)PROPONGO ANCORA LA REALIZZAZIONE DI UN DISTRIBUTORE COMUNALE DI GAS/METANO/GPL   LINK
... Si tratta del cd. Marketing Istituzionale: il comune fornisce un servizio al cittadino e crea in esso  soddisfazione per il risparmio che il servizio gli offre, quindi la vendita del carburante a minore costo crea una fidelizzazione del pubblico verso la figura istituzionale e contemporaneamente un’entrata per le casse dell’amministrazione (un entrata non inferiore a quella degli altri distributori, visto il risparmio dovuto al diverso canale di approvvigionamento e all’assenza di costi per la promozione e pubblicità che invece hanno le compagnie petrolifere)...

4 Dicembre 2012:  BUCCINASCO : CONCESSIONE IN AFFITTO DI UN’AREA COMUNALE. ECCO L’OCCASIONE PER POTER AVERE UN DISTRIBUTORE DI GAS METANO SUL NOSTRO TERRITORIO   LINK
... Detto fatto, la Giunta, con delibera nr. n.112 del 29/11/2012, ha dato le direttive per L’INDIZIONE DI UNA GARA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CONCESSIONE D’USO DI AREA COMUNALE SITA IN VIA DELLE AZALEE ANG. VIA COMMERCIO, circa 7.000 metri quadrati oggi inutilizati, o utilizzati impropriamente da carovane abusive di nomadi...

15 Febbraio 2014:  #Buccinasco : ma che fine ha fatto il distributore di gpl e metano che avevamo promesso?   LINK
... Avevamo individuato l’area comunale (via commercio / azalee) che è perfetta per questo scopo essendo al confine con Trezzano S.N. di fronte alla tangenziale ovest. Gli uffici avevamo fatto il bando pubblico, purtroppo la burocrazia obbligatoria, qualche equivoco, unito ad una ‘debolezza’ imprenditoriale dei partecipanti, hanno fatto si che il tutto sia finito in NULLA. Quasi due anni persi.
Adesso bisogna SUBITO riprovarci evitando, per quanto possibile, perdite di tempo ed errori operativi. ..

Ndr.  Febbraio 2015.   A che punto siamo?
Quale è il piano economico della iniziativa, con previsioni a 12, 24, 36 e 60 mesi?
Che succede se i costi non bilanciano gli utili?
Perché il "pubblico" dovrebbe fare quello che il "privato", investendo i propri denari, ed in vista di un ritorno economico non fa?   E' compito del "pubblico" vendere metano, panettoni, salsa di pomodoro, acciaio, medicine..., o invece i privati potrebbero farlo più efficacemente?

Faremo come per la seconda (e la terza) farmacia comunale di Buccinasco, promessa, ri-promessa, promessa ancora, ma non ancora aperta?

Ed infine, se  è una iniziativa così vantaggiosa, perché (quasi) nessun altro lo ha ancora fatto, compresa la stessa giunta di cui fa parte l'assessore?

2 commenti:

Andrea D. ha detto...

Hai perfettamente ragione, Franco. Le domande, senza risposta, sono quelle che hai posto e i ragionamenti valgono, paro paro, per quanto riguarda le farmacie comunali di prossima apertura: dove sono i piani? Cosa ci si aspetta? Quali investimenti saranno necessari? Con quali ritorni? Quali gli obiettivi (monetari e non monetari)?
Una discussione, seria e approfondita, sul punto non c'è mai stata. Un confronto nel merito della questione, con la possibilità di avanzare proposte alternative (sulla base degli obiettivi prefissati, che non esistono o non sono stati esplicitati) non è stata possibile. Hanno la maggioranza e si comportano come i padroni del castello: fanno e disfano a loro piacimento senza rendere conto a nessuno. Un modo di gestire che connota scarsa trasparenza e, nella migliore delle ipotesi, incapacità al confronto e insicurezza nei propri mezzi e nelle proprie posizioni.

luigi saccavini ha detto...

Una bella storia... che è bene ripescare e mettere in ordine.
Il mercato del metano da autotrazione ha percorsi tendenzialmente diversi

buona giornata