IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

giovedì 19 marzo 2009

Nomina revocata

Papa revoca la nomina di un vescovo austriaco
lunedì 2 marzo 2009 15:39, di Philip Pullella
CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Papa Benedetto XVI oggi è stato costretto ad annullare la nomina a vescovo di un conservatore austriaco, ...
... Subito dopo la nomina di Wagner, 31 dei 39 decani della diocesi di Linz lo hanno sfiduciato, cosa che accade raramente nella Chiesa cattolica, e in pratica un atto di ribellione nei confronti del Pontefice...
Tratto da: http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE5210H020090302 - LEGGI TUTTO NEI COMMENTI

1 commento:

Franco Gatti ha detto...

Papa revoca la nomina di un vescovo austriaco
lunedì 2 marzo 2009 15:39, di Philip Pullella

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Papa Benedetto XVI oggi è stato costretto ad annullare la nomina a vescovo di un conservatore austriaco, dopo essere stato al centro delle polemiche per il caso del negazionista Richard Williamson.
Il Vaticano dice che il Pontefice ha sciolto padre Gerhard Maria Wagner dall'obbligo di accettare la promozione a vescovo, revocando di fatto la nomina che aveva sollevato un coro di polemiche in Austria.
In pratica non succede mai che il Papa sia costretto a revocare la nomina di un vescovo. La questione ha messo nuovamente in luce quello che secondo i critici è un deficit di comunicazione all'interno della Chiesa.
Il caso della nomina di Wagner a vescovo ausiliario di Linz arriva dopo che a gennaio il Papa si è attirato non poche critiche per aver tolto la scomunica a quattro vescovi tradizionalisti, tra cui il negazionista Williamson. Una vicenda su cui diversi esponenti vaticani hanno detto di non essere stati consultati.
Wagner è stato attaccato per numerose dichiarazioni fatte nel passato, inclusa quella che l'uragano Katrina nel 2005 sarebbe stata una punizione di Dio per la città di New Orleans.
Ha anche bollato come satanici i libri della serie dedicata ad Harry Potter e ha sostenuto che l'omosessualità sia curabile.
Subito dopo la nomina di Wagner, 31 dei 39 decani della diocesi di Linz lo hanno sfiduciato, cosa che accade raramente nella Chiesa cattolica, e in pratica un atto di ribellione nei confronti del Pontefice.
I leader della chiesa austriaca dicono che la decisione della nomina è stata presa senza consultarli.
Il mese scorso Wagner aveva chiesto al Papa di revocare la promozione per via della "spietata opposizione" nei suoi confronti e per il bene della Chiesa.
Tratto da: http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE5210H020090302