IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

mercoledì 4 marzo 2009

Se ne parla all'estero: ... le illusioni del potere

In molti casi la storia (o la cronaca) hanno mostrato azioni dei "potenti" che ci hanno lasciato perplessi.
Adnkronos Salute ha segnalato i risultati di uno studio della Stanford Graduate of Business e della Northwestern University, pubblicato su 'Psychological Science' sul risultato del potere sul comportamento.

Sono stati condotti quattro esperimenti per esplorare le relazioni tra potere e illusione di controllo, cioè la convinzione di avere l'abilità di influenzare risultati che sono in larga parte determinati dal caso".
I ricercatori hanno visto che basta impegnarsi nel gioco di ruolo 'manager-sottoposto', stando dalla parte del capo, per subire le illusioni legate al potere.
L'idea di essere in grado di controllare un risultato dovuto invece al caso porta a un ottimismo irrealistico e gonfia l'autostima".
Così ci si sente onnipotenti, e si finisce per perdere di vista la realtà.
I risultati della ricerca influenzano anche il modo in cui il potere, una volta raggiunto, viene mantenuto o perso. Le illusioni positive possono essere utili ai potenti nel riuscire a far sembrare possibile l'impossibile, regalano carisma e capacità di trascinare gli altri.
Ma la relazione tra potere e controllo illusorio può spingere i leader a scelte azzardate e sbagliate, scalzandoli così dal vertice. L'illusione di un controllo personale sulle cose potrebbe essere una delle strade attraverso le quali il potere provoca la sua stessa fine.

Nessun commento: