IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

giovedì 27 febbraio 2014

La Fiducia è una cosa seria


Quando il PD ha chiesto il mio voto a Febbraio 2013, era alleata con SEL e presentava un programma alternativo a quello dei partiti di "centro" e di "destra".

Poi il PD ha fatto altre scelte, ha ignorato il programma col quale aveva chiesto il mio voto, e si à alleato con partiti e gruppi coi quali mai in campagna elettorale aveva ipotizzato di governare assieme.  

Se lo avessi saputo prima, non lo avrei votato.  Non avrei accettato di essere complice di un partito che ha prima sostenuto il governo Letta, ed ora si appresta a sostenere quello Renzi.

Non sono io che ho cambiato opinione.  E' il PD che ha fatto carta straccia dei documenti e delle alleanze in base alle quali ha chiesto ed ottenuto il mio voto.
Ed ora non ha l'umiltà di chiamare al voto gli elettori per verificare se il "premio di maggioranza" guadagnato con una alleanza sia ancora meritato ora che le alleanze sono completamente diverse.

Il voto dei cittadini italiani è da alcuni ritenuto "inutile".
Il PD preferisce sostenere un governo che rappresenta solo una minoranza degli italiani.
Dove elettori che avevano votato per l'alleanza tra PD e SEL si "trovano" invece alleati di Alfano, Lupi e compagnia.
Dove elettori che avevano votato per il PDL si "trovano" alleati a parlamentari del PD.
Elettori traditi dai loro rispettivi eletti.

Per questi motivi non ho rinnovato l'iscrizione al PD nel 2013.

Per questi motivi non ho più fiducia nei rappresentanti di questo partito.

Nessun commento: