IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

martedì 1 settembre 2009

Chi si ricorda la Family card ?

Nel 2008 ( 2008 ) la Giunta Cereda aveva annunciato l'istituzione della Family card che avrebbe permesso alle famiglie numerose di godere di agevolazioni nel pagamento di servizi quali mense scolastiche, trasporti e altro.

Era una ottima iniziativa, sulla quale servirebbero aggiornamenti
Documentazione:

3 commenti:

Franco Gatti ha detto...

Tratto da: http://www.antenna3.it/notizia.php?UID=39eep6gka3bt4bvr0vd8kmmjq5&idnotizia=11863

BUCCINASCO, giovedì 31 luglio 2008

Quattro parti gemellari nei primi sette mesi del 2008 e tutti nello stesso Comune, Buccinasco,
centro di 26 mila abitanti alle porte di Milano, che ha diverse famiglie numerose, tanto da indurre l’ amministrazione comunale a prevedere delle agevolazioni per le coppie particolarmente prolifiche. Fra settembre e ottobre, comunicano dall’ ufficio stampa del
Comune, i nuclei con tre o piu’ figli riceveranno la "Family card" che permettera’ di avere sconti su alcuni servizi comunali: negli asili nido, nelle scuole (fino alle medie) e nei trasporti pubblici. In piu’ il progetto prevede convenzioni con le farmacie comunali. In tutto, spiega il Comune, sono 475 i nuclei che possono
usufruire delle agevolazioni. Da un’ analisi delle famiglie residenti a Buccinasco, infatti, attualmente ci sono 376 nuclei con tre figli, 81 con quattro bambini, 15 con cinque figli e tre
con sei. Fra i lieti eventi piu’ fecondi: un parto trigemellare di tre anni fa e quello di martedi’ scorso, quando una donna ha dato alla luce quattro gemelli. ”La famiglia" spiega il sindaco, Loris Cereda "e’ una delle nostre priorita’ e continueremo a lavorare sulla strada intrapresa, cercando cioe’ di agevolare chi ne ha piu’ bisogno”.

Maria Emma Galbassini

Franco Gatti ha detto...

Tratto da: http://www.comune.buccinasco.mi.it/articolo_4815/08/10/2008/lamministrazione_guarda_al_futuro.html

(La parte che ci interessa in questo caso è "nascosta" nelle ultime righe)

l'Amministrazione guarda al futuro

Invia l'articolo ad un amico:
Mail mittente
Mail destinatario


estinti mutui per 2.25 milioni di euro.

Un provvedimento coraggioso e in netta contro tendenza rispetto a ciò che hanno fatto le amministrazioni dal dopoguerra ad oggi a livello nazionale e che, ancora una volta, va a vantaggio della città e dei buccinaschesi. E’ di questi giorni la decisione della Giunta di Buccinasco, guidata da Loris Cereda e approvata dal consiglio comunale, di estinguere buona parte dei mutui contratti dalle passate gestioni riducendo così sensibilmente il debito pubblico del Comune stesso.

“Siamo di fronte ad un fatto straordinario – afferma il Sindaco Loris Cereda - con la decisione di estinguere i mutui contratti dalle precedenti amministrazioni, attuiamo un provvedimento coraggioso che è una risposta nuova e concreta alle difficoltà dei conti pubblici. La città e i cittadini di Buccinasco sono tutti un po’ più ricchi”.

Tra il 1980 e il 1989, infatti, il Comune di Buccinasco, come ogni altra pubblica amministrazione in Italia, ha contratto una serie di mutui a cui poi, nel 2006, se ne sono aggiunti tre decisi dall’ex sindaco Maurizio Carbonera riguardanti il campo da calcio Scirea (mutuo da 1 mln euro), interventi su marciapiedi (170.000 euro) e l’illuminazione pubblica (circa 200.000 euro).

L’attuale giunta ha deciso di estinguere tutti i mutui risalenti agli anni ‘80, mentre l’estinzione di quelli più recenti è stata rimandata perchè al momento poco vantaggiosa. L’investimento richiesto per questa estinzione anticipata è di 2,25 milioni di euro. Ma i ritorni saranno importanti: il risparmio che verrà conseguito in termini di spesa corrente annua sarà pari a circa il 10% del capitale investito per un totale di circa 250.000 euro all’anno fino al 2015 e continuerà, con importi minori, fino al 2029.

L´operazione – spiega l’assessore al Bilancio, Marco Cattaneo - è finanziata dalla vendita di un´area comunale alienata tramite asta pubblica per un importo di 3.3 milioni di euro (entrata in conto capitale che, quindi, non può essere destinata all’erogazione diretta di servizi) e nasce dalla decisione di mettere in atto politiche di bilancio che favoriscano la riduzione progressiva del disavanzo di parte corrente che, nell’ultimo bilancio di previsione approvato, ammonta a 1.8 milioni di euro, in gran parte ereditati dalla precedente amministrazione. Buccinasco riduce così il suo debito e guarda al futuro con maggiore fiducia e serenità. Il nostro obiettivo è ora la parità che vorremmo raggiungere a fine legislatura entro 4 anni”.

Buccinasco si conferma, quindi, un Comune “virtuoso” guidato da un’Amministrazione attenta in modo particolare al portafoglio dei suoi cittadini. Rientrano in quest’ottica anche il taglio degli sprechi a cominciare dalla rinuncia a privilegi quali auto aziendale, rimborsi chilometrici, carte di credito e spese di rappresentanza da parte di Sindaco e Assessori (nell’ultimo bilancio di previsione della scorsa amministrazione ammontavano a circa 7.000 euro per il solo 2006) la stipula di una polizza assicurativa gratuita per tutti i cittadini; un collegamento via pulmann con la vicina fermata della metropolitana di Bisceglie pagato dal Comune; la Family Card che permetterà alle famiglie numerose di godere di agevolazioni nel pagamento di servizi quali mense scolastiche, trasporti e altro; condizioni particolari sui mutui e il latte a prezzo ‘politico’.

Elena Mento,
Resp.Staff Comunicazione
cell 335/6162698

Franco Gatti ha detto...

Il commento #2 è tratto da Comune di Buccinasco - Primo piano - l'Amministrazione guarda al futuro - pubblicato il 08/10/2008