IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

venerdì 18 settembre 2009

Per il giallo bastano tre (3) secondi

Tratto da: http://www.quattroruote.it/News/articolo.cfm?codice=199225&CFID=54288980&CFTOKEN=3468a506c4dffef7-C4662E5F-1517-14AA-CAC5F5D555045676&jsessionid=9c301fbaba16765a1827

PER IL GIALLO BASTANO TRE SECONDI
Pubblicata il 01/09/2009

Tre secondi bastano. Dopo mesi di furibonde polemiche sulla durata della luce gialla ai semafori, "Quattroruote" è sceso in pista per una prova singolare: non la solita auto, come da nostra tradizione, ma un semaforo. Obiettivo, capire quanto deve durare il giallo. O, meglio, quanto tempo deve avere a disposizione un comune automobilista che si avvicina a un incrocio per fermarsi in condizioni di sicurezza allo scattare del giallo.
Il risultato del test non lascia spazio a dubbi: in un comune incrocio cittadino, per velocità non superiori a 50 km/h, una durata di tre secondi è sempre sufficiente, sia ad arrestarsi sia a passare con il giallo (e quindi a non essere multati se vi sono le telecamere) nel caso in cui, come prevede il codice della strada, si sia così prossimi alla linea d'arresto da non potersi più fermare in sicurezza.
"È ovvio che incroci complessi, da attraversare con mezzi pesanti richiedano durate diverse, ma", conclude il mensile, "quasi mai superiori a cinque secondi. L'importante è che prima di regolare il giallo si faccia uno studio ad hoc". "Quattroruote", insomma, boccia la recente "interpretazione" della regione Veneto che aveva suggerito ai comuni di adottare durate non inferiori a 8 secondi e conferma, invece, il parere ministeriale che prevede un giallo compreso tra 3 e 5 secondi

Nessun commento: