IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

sabato 6 luglio 2013

La pagina Facebook "ufficiale" del Comune di Buccinasco. Aggiornamento da Alberto Schiavone

Aspettando di vedere se e come reagirà il Sindaco Maiorano alle dichiarazioni della "Lista Civica Per Buccinasco"  (LINK all'articolo precedente), ricevo da Alberto Schiavone questo ulteriore commento sull'argomento.

FACEBOOK FACE OFF !

"Basta perdere tempo su Facebook" . Ecco, detto da una lista che un post su tre che pubblica su Facebook  'perde tempo' ad autoincensarsi o a dedicarlo a me ed altri, cercando di minare la nostra credibilità, con esiti in entrambi i casi, ad onor del vero, pregevolmente esilaranti, mi pare sia un consiglio decisamente poco credibile; perché è di questo che si parla in questa storia: di credibilità. E la credibilità è importante dappertutto , su un social network o nella vita reale, ma per un politico è più che importante, è fondamentale!

Eppure, è davvero strano, ma quando Jack, che poi è il Sindaco Maiorano, mi ha chiamato, non mi è sembrato assolutamente che stesse 'perdendo tempo', anzi, il suo agire , peraltro ineccepibile sia dal punto di vista personale che istituzionale, dava più l'impressione di una persona curiosa , poco pratica di cose di rete, che cerca di districassi per capire che succede e magari ,poi , togliersi anche qualche soddisfazione distribuendo una bella razione di mazzate educative a qualche alleato politico un po' troppo esuberante.

Lui (il Sindaco!) , lo capisce bene, che i responsabili NON sono quelli che segnalano violazioni, anomalie ed eventuali reati, ma quelli che ignorano tali segnalazioni e magari le cancellano pure , senza trascurare di bannare chi le ha fatte, infatti detto-fatto, ha "chiesto sia a Pruiti che a Rosa Palone di farsi da parte" dalla moderazione della pagina di Facebook del comune alla quale erano stati destinati temporaneamente, la carriera più veloce del west. Mica male per una persona che su questioni come questa "non ha alcuna autorità per agire"!

Visto i provvedimenti presi e il fatto che siano stati resi pubblici , mi domando se la motivazione fornita alla stampa dal vicesindaco Rino Pruiti, di aver cancellato la mia segnalazione di account fake attivo sulla pagina Facebook del comune per tutelare lo stesso da una eventuale causa per diffamazione, non sia proprio del tutto credibile? 

Secondo me ,infatti, il vicesindaco è sufficientemente esperto di cose di rete per saper riconoscere un fake quando ne vede uno, non gli mancano certo le competenze per controllare i falsi, come non smette di ricordare lui stesso sul suo blog personale, e un fake , ovviamente, non può fare causa al comune , perché non è una persona reale, senza contare che la sua stessa esistenza è una violazione delle regole di Facebook e di solito pure un reato! 

Naturalmente questa è solo la mia opinione personale. Ma, anche qui, curiosamente, ho avuto la sensazione che Jack, cioè sempre il Sindaco Maiorano, non la pensasse troppo diversamente da me. 

Comunque. Una cosa son le dichiarazioni rilasciate ai giornali, o i comunicati ridondanti e auto celebrativi, con l'intento , decisamente risibile, di descrivere questa vicenda interessante solo per dei perditempo, che poi sono nell'ordine : i cittadini, i bloggers locali , i giornalisti, i consiglieri comunali e , dulcis in fundo, Jack(!), aridaglie  il Sindaco Maiorano in persona, così perditempo quest'ultimo, che quando mi ha telefonato di Domenica era in Comune a lavorare!  

Decisamente tutt'altra cosa è , invece, mettere nero su bianco la risposta ad una interrogazione consigliare. Dove, se necessario , si possono cercare riscontri oggettivi per controllare la fondatezza delle risposte date.

Per esempio non si può escludere il ricorso  alla polizia postale per affermazioni molto gravi di questo fake nei miei confronti, non m'illudo di ricevere alcun risarcimento , ma almeno verrà alla luce il nome e cognome della persona che agisce con questa falsa identità , magari questo potrebbe finalmente rispondere a molte domande definitivamente, così smettiamo tutti (o quasi) di perder tempo, e cominciamo tutti (o quasi) a ridere.  ^_^ 

"Ma proprio la legalità e quindi il corretto uso di uno strumento istituzionale sono  centro dell’interrogazione presentata dalla coalizione civica questa volta in una piazza reale: il consiglio comunale. Nel documento i consiglieri chiedono se è vero quanto denunciato da un cittadino che, dopo aver segnalato le presunte false identità, si è trovato lui stesso censurato. Non solo, tra le varie domande, i consiglieri Fiorello Cortiana e Filippo Errante chiedono se sono stati effettuati tutti i controlli per verificare il caricamento dei post o accertarne la provenienza." FraSan,Il Giorno 3/07/13. 

Ecco, ci rivediamo dopo la risposta all'interrogazione consigliare ... sarà un piacere (^_^)


Nessun commento: