IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

martedì 23 luglio 2013

Sono anch'io una nota stonata

Dopo qualche giorno di attesa, sperando in una ritrattazione che non è invece ancora avvenuta, dedico qualche parola al documento sottoscritto il 16 Luglio dai partiti della maggioranza che governa Buccinasco.

Il documento comincia con l'affermare che la maggioranza è molto soddisfatta di se stessa e di quanto ha fatto nel suo primo anno di mandato.

Secondo me (ed è un parere personale, tutelato dall'art 21 della Costituzione Italiana) la maggioranza che guida il nostro paese potrebbe essere stata colpita da quella che a livello nazionale viene chiamata "sindrome del Ma io...!", del "non si poteva fare altro", del "noi lavoriamo  nonostante tutte le difficoltà che gli altri ci creano".  Una sindrome che colpisce i politici e che scontenta gli elettori.

Nonostante tutto giudico positivamente che la maggioranza (almeno Lei!) sia soddisfatta di quanto fatto.

Ciò che mi preoccupa è la seconda parte del documento, nel quale le opposizioni, assieme ai cittadini che dichiarassero di NON ESSERE SODDISFATTI di quanto fatto dalla Giunta nel suo primo anno di mandato, vengono considerati "note stonate".

Mi sembra che la maggioranza abbia preso l'abbrivio verso un atteggiamento alla "ragazzo spostati e lasciami lavorare...", con quanto implica in termini di insofferenza per le critiche, ... sul quale non posso concordare.

Quindi, di fronte ad un simile diktat..., non posso fare altro che unirmi alle "NOTE STONATE"!

Franco Gatti

P.S Curioso il fatto che il documento sia firmato da 6 partiti:
  • PARTITO DEMOCRATICO
  • LISTA CIVICA PER BUCCINASCO
  • RIFONDAZIONE COMUNISTA
  • VERDI
  • ITALIA DEI VALORI
  • UNIONE DI CENTRO
Ma dei 6 sottoscrittori

  • Solo due lo hanno pubblicato nei propri siti: Lista civica per Buccinasco (a cui si è aggiunto il sito personale del Vicesindaco) e Partito Democratico  (con un interessante commento del Capogruppo David Arboit che ne prende, parzialmente, le distanze)
  • Gli altri 4 non lo hanno fatto: Rifondazione Comunista (che pure ha un sito aggiornato) , Verdi (il cui sito non viene aggiornato da tempo), Italia dei valori (che NON ha un sito locale) e UDC Unione di Centro (il cui sito è ormai inattivo)
  • Non ne parla neppure il Sindaco Gianni Maioranonel suo sito, forse per evitare che un suo appoggio esplicito ad un simile documento potrebbe erodere la stima e la credibilità personale di cui gode. 
I destinatari ne hanno invece parlato:
Vedremo cos'altro accadrà in questa calda estate!

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Franco Gatti, sono sempre stato convinto di avere a che fare con un Cittadino per bene, che pone la propria ragione a confronto, che è in disaccordo oppure no, ma dipende da lui.
Fuori dalle convenienze personali o di gruppo, aperto al dialogo e al confronto.
Saranon molte le cose che ci dividono, ma il confronto è un valore, il primo valore di un uomo.
Grazie
Luigi Saccavini

Anonimo ha detto...

quindi Franco Gatti solidale con i diffamatori?

Franco Gatti ha detto...

Grazie Luigi per le parole di stima pubblicate qui e nel tuo sito.

Grazie anche per avere ripreso e migliorato graficamente il mio commento.

Se lo permetti, farò mio l'uso del corsivo e dei colori.
Franco


Franco Gatti ha detto...

Gentile Anonimo del commento 2,
Non essendosi scelto uno pseudonimo gliene affido temporaneamente uno io, e la chiamerò "sig. Quindi"

Gentile sig. Quindi

più che << Franco Gatti solidale con i "diffamatori" >> (preferirei porre le virgolette alla parola "diffamatori", visto che non credo ci siano sentenze neppure di primo grado al riguardo)

preferirei parlare di << Franco Gatti" ha dubbi sulla decisione della maggioranza di chiedere all'opposizione l'estromissione di una sua parte, vincolando alla avvenuta espulsione la prosecuzione del confronto politico >>.

Credo che la maggioranza abbia chiesto qualche cosa di sbagliato, e temo che la richiesta stessa sia segno di una mentalità che non condivido.

Se la maggioranza si sentisse diffamata dalle domande, dalle obiezioni, dalle ipotesi fatte da un gruppo politico di opposizione, credo abbia gli strumenti per rettificare, chiarire, ed al limite denunciare ove si sentisse diffamata.
Ha un potere comunicativo sicuramente superiore alle opposizioni.

Governare vuol dire scegliere.
Governare non è pretendere di avere sempre ragione.

Secondo me i suggerimenti delle opposizioni, come quelli degli elettori che richiamano e correggono, dovrebbero essere importanti per la maggioranza.
Non vissuti con fastidio.

La maggioranza dice di avere fatto molto.
Può darsi di sì o può darsi di no.
Può darsi che lo abbia fatto nella direzione giusta, può darsi che invece si stia muovendo in quella sbagliata.

Credo ci siano spazi per migliorare.
Affermarlo non significa diffamare, ma stimolare.

In almeno un caso, con il cambio di responsabili per il sito Facebook ufficiale del Comune, il Sindaco ha identificato spazi per miglioramenti, ed ha cambiato gestione.
Il Sindaco ha il potere di fare altri cambiamenti, anche nella composizione della Giunta.
Ha già sostituito un assessore, potrebbe sostituirne anche altri.

Lascio a lui la responsabilità (onore ed oneri) di scegliere, ma resto pronto a suggerire, domandare, proporre.

E solidarizzo con chi invece la maggioranza vorrebbe far tacere

Andrea D. ha detto...

Porgo anch'io un sentito grazie a Franco. Credo sia noto che su svariati temi Franco ed io abbiamo sensibilità profondamente diverse, ma questo non gli ha impedito di cogliere quello che alla maggioranza, prigioniera della sindrome del "ma io" e del "non si poteva fare altro" evidentemente sfugge: il tentativo di fare proposte, critiche (motivate) e suggerimenti volti a migliorare la gestione della nostra città.
Aggiungo che alle numerose obiezioni non sono state mai contrapposte delle osservazioni nel merito (se non qualche abbozzo poi lasciato cadere) e questo non è un bene.
Fa sorridere che oggi il presidente del consiglio comunale, Rosa Palone, affermi sul sito del Comune: "Per noi è fondamentale il contributo di tutti." In quei tutti è compresa anche Coalizione Civica, che ha seccamente rifiutato l'aut aut impostole, con la quale la maggioranza TUTTA ha dichiarato di non voler più avere un dialogo? Avrà forse voluto dire dire di quasi tutti o forse sottintendeva di tutti quelli che la pensano come noi?
Quanto ai commenti anonimi ...

Alessandro La Spada ha detto...

Complimenti Franco per la tua obiettività e indipendenza.

grazia ha detto...

Caro Franco, sicuramente sei obiettivo, ma mi permetto di consigliarti a salvaguardia della tua persona di indipendente di togliere sul tuo blog (tue informazioni personali):"Sono impegnato nel Partito Democratico del mio comune sin dalla sua nascita". A te tante belle cose.
Grazia