IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

martedì 31 gennaio 2012

Autorizzata convivenza coppie di pastori protestanti omosessuali

Tema delicato, e dunque è tanto più rilevante la decisione della Chiesa evangelica della Sassonia di autorizzare la convivenza di coppie omosessuali registrate, previo consenso unanime del Consiglio direttivo della Chiesa stessa.

In ambito della Chiesa Evangelica è un tema dibattuto, eppure il 21 gennaio la direzione della Chiesa regionale evangelica-luterana della Sassonia ha comunicato quanto segue: I pastori omosessuali, registrati in un'unione di fatto, possono abitare con il partner nella "casa parrocchiale", purché la decisione sia stata presa all'unanimità dal Consiglio direttivo ecclesiale. Ciò vale tanto per gli uomini che per le donne.

In un convegno, il vescovo regionale Jochen Bohl ha fatto presente quanto il tema sia controverso, e come solo con la stima reciproca e il rispetto delle varie opinioni si possano superare i punti di vista contrapposti. Egli spera "che le cristiane e i cristiani delle comunità ecclesiali della nostra Chiesa regionale vogliano condividere la decisione della direzione", si legge in un comunicato. Inoltre, Jochen Bohl è sicuro: "che le persone d'orientamento omosessuale, con cui siamo legati nella comunità della Chiesa, saranno accettate come sorelle e fratelli".

Per la decisione adottata è stato di fondamentale importanza il rapporto conclusivo del gruppo di lavoro "L'omosessualità nella comprensione biblica". Nello stesso tempo, la Guida pastorale ha ribadito il significato permanente dell'ordinamento biblico, che vede il matrimonio e la famiglia come il modello di convivenza tra uomo e donna.

(servizio di Der Spiegel del 21-01-2012. Traduzione di Rosa a Marca)



Nessun commento: