IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

venerdì 29 gennaio 2010

Corso di formazione con Nando dalla Chiesa

Tratto da: http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=content&task=view&id=1273

La mafia in Lombardia. Grande corso di formazione popolare!!!
Scritto da Nando dalla Chiesa - Sunday 24 January 2010

Attenzione battaglione, questa è proprio un’occasione. State bene a sentire: dal 2 febbraio sera, ogni martedì alle 21, si terrà allo Spazio Melampo (via Tenca 7, Milano ovviamente) un raro, innovativo, provvidenziale, grande corso di formazione popolare sulla mafia in Lombardia. Titolo tecnico: le organizzazioni mafiose a Milano e in Lombardia. Lo promuove la Scuola di formazione politica “Antonino Caponnetto” in collaborazione con Libera. E’ rivolto a tutti gli amministratori e gli incaricati di pubbliche funzioni che non vogliono arrendersi all’idea che la Lombardia debba diventare una comoda prateria per gli interessi mafiosi. Ma, data la sua natura, è aperto a tutti. Il corso sarà presentato e guidato da me medesimo, che mi prenderò anche la briga a ogni fine serata (e se no che professore sarei?) di fare una sintesi delle cose dette da me, dagli intervenuti e soprattutto dal testimone-esperto che parteciperà a ciascuna serata. Gianni Barbacetto, giornalista, al primo incontro (dagli anni cinquanta a Tangentopoli); Alberto Nobili, magistrato, al secondo (da Tangentopoli agli anni dell’Expo); Lorenzo Frigerio, coordinatore di Libera Informazione, al terzo (l’atteggiamento delle istituzioni e dell’opinione pubblica); Carlo Smuraglia, avvocato, ex senatore e presidente della storica commissione d’inchiesta comunale del ’91-’93, al quarto (la vulnerabilità del sistema lombardo); Luca Beltrami Gadola, docente di estimo al Politecnico, al quinto (le misure amministrative e di governo del territorio).

Pensateci, amici blogghisti, è qualcosa di eccezionale: associazioni private che spiegano agli amministratori quel che sta accadendo e che tutte le istituzioni politiche, dal Municipio alla Prefettura, negano che stia accadendo. Senza alcuna polemica, ma per dovere di verità. Venite, amministratori e titolari di pubbliche funzioni di buona volontà. E gli altri vengano e facciano sapere. Ce n’è bisogno. E ricordate sempre una data, che si sta rivelando sempre più decisiva: 20 marzo a Milano, con Libera!!!
(non so perché ma mi viene da ricordarlo: dunque Cuffaro aiutò la mafia sapendo di aiutarla…)

1 commento:

Franco Gatti ha detto...

Maggiori informazioni in:

http://www.nandodallachiesa.it/public/index.php?option=content&task=view&id=1276