IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

lunedì 25 gennaio 2010

Il monte premi del SuperEnalotto è troppo basso. Non conviene giocare.

Sul sito dell'ADUC ho letto un interessante ragionamento a proposito del Supernelotto.
Cominciamo col dire che la probabilita' di azzeccare la combinazione e' di una su 622 milioni (esattamente 622.614.630).
Se il gioco fosse "corretto" per una giocata di 0,5 euro (un euro per due colonne) si dovrebbero vincere 311 milioni , pari a 622 milioni di volte il valore della giocata.
Purtroppo siamo ancora lontani da questa cifra, ed il montepremi è di solo 122 milioni di euro. Quindi per ora giocare non è ancora "conveniente", ed occorre attendere che il montepremi triplichi.
Per spiegare il calcolo basta riferirsi al gioco della roulette. I numeri sono 37 (36 piu' lo zero) e nel caso di una puntata vincente su un solo numero, si riceve 36 volte la posta. 1/37 è il guadagno di chi gestisce il gioco (del banco). Nel superenalotto il calcolo è falsato dallo Stato, che "guadagna" la meta' delle entrate (49,5%).


Nessun commento: