IO NON HO VOTATO PER MATTEO RENZI come SEGRETARIO PD (e neppure come PRESIDENTE DEL CONSIGLIO)

sabato 17 marzo 2012

Scegliere

Nel commento di ieri ho spiegato perché quest'anno non troverete il mio nome all'interno di nessuna lista elettorale.

Ho anche espresso i miei dubbi sul valore di alcune candidature e sullo stesso istituto delle preferenze: secondo me spesso capita che a prendere più preferenze, e quindi a venire eletto, non sia il candidato migliore, quello meglio in grado di sostenere gli interessi dei propri elettori (e non solo), quello che ha maggiormente a cuore il bene della società, ma quello che ha altre "doti".
Anche Buccinasco ha i propri "divi", che non mancheranno di chiedere il vostro voto, in base ad una competenza ed una esperienza in un settore completamente diverso da quello che si troveranno eventualmente a gestire una volta eletti.

Nelle prossime settimane riceverete attraverso la posta lettere di candidati con la promessa che, se eletti:

aumenteranno SIA i contribuiti alla scuole pubblica, SIA i finanziamenti a quelle private.
Troveranno denaro SIA per gli anziani, SIA per i giovani.
Avremo più assistenza SIA per gli handicappati, SIA per i malati
Terranno presenti SIA le famiglie basate sul matrimonio religioso, SIA le coppie di fatto.
Finanzieranno SIA le società sportive, SIA le parrocchie.

E poi prometteranno
SIA più verde, SIA meno vincoli per chi vuole costruire,
SIA più trasporti pubblici, SIA una migliore viabilità per i mezzi privati
SIA più feste, SIA più eventi culturali,
SIA più sicurezza stradale, SIA meno multe.

Magari arriveranno a promettere che, essendo i fondi a disposizione del Comune notoriamente infiniti, sarà possibile continuare / riprendere a finanziare generosamente gli "amici", visto che i soldi che escono dalle casse in un direzione, possono poi tornarci per altre e miracolose vie, così che il Comune possa continuare ad offrire servizi ai propri cittadini, senza alcun aumento delle tasse comunali...

Ecco, io non sono capace di promettere tutto ed il suo contrario


Penso che fare politica significa SCEGLIERE.

Quindi visto che alcuni candidati non ne saranno capaci, chiedo agli ELETTORI di NON SCEGLIERE chi promette ciò che non potrà mantenere.

A presto
Franco

Nessun commento: